7 modi per ridurre i rifiuti elettronici

I rifiuti elettronici sono un grave problema che colpisce sia l’ambiente che la salute umana. E-waste è un termine generico per tutti i dispositivi elettronici che non sono più utilizzabili perché rotti o obsoleti.

Quando acquistiamo nuova tecnologia, la vecchia tecnologia finisce nelle discariche dove rilascia sostanze chimiche tossiche nel suolo e nell’approvvigionamento idrico. In effetti, i rifiuti elettronici costituiscono circa il 70% dei rifiuti tossici complessivi negli Stati Uniti.

Ciò rende la riduzione dei rifiuti elettronici un passo importante per salvare il nostro ambiente. Di seguito sono riportati sette modi per ridurre i rifiuti elettronici e contribuire a salvare il pianeta. Ma prima, cos’è l’e-waste?

Che cosa sono i rifiuti elettronici?

La parola “rifiuto” è spesso usata per descrivere qualcosa che è stato scartato o qualcosa che non è più voluto. Nell’industria elettronica, invece, per rifiuto si intende tutto ciò che non può essere riutilizzato. I rifiuti elettronici si riferiscono a oggetti come smartphone, computer e televisori che sono rotti o sono stati abbandonati e sostituiti con un dispositivo più recente.

Nel 2019 è stato stimato dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) che circa 53,6 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici sono stati generati in tutto il mondo e la maggior parte di questi va in discarica senza alcun trattamento.

Questo è un male per il nostro ambiente.

Se sei come la maggior parte delle persone, probabilmente ti stai già chiedendo cosa puoi fare al riguardo. Puoi aiutare a ridurre il problema mondiale dei rifiuti elettronici seguendo pochi semplici passaggi. Esploriamo alcuni di seguito.

7 modi migliori per ridurre i rifiuti elettronici

Segui questa semplice guida per ridurre i tuoi rifiuti elettronici.

1. Permuta vecchi dispositivi per credito su Amazon.com

reduce e waste by trading in device at amazon - 7 modi per ridurre i rifiuti elettronici

Si può sostenere che su Amazon.com viene venduta più elettronica che su qualsiasi altra piattaforma al mondo. Non sorprende quindi che la piattaforma consenta ai clienti di permutare dispositivi elettronici idonei tra cui telefoni cellulari, videogiochi, eccetera, in cambio di carte regalo attraverso il suo programma di permuta Amazon .

Il gigante dell’e-commerce rivende alcuni di questi dispositivi elettronici come dispositivi usati e ricicla quelli che non si qualificano per la rivendita attraverso la sua rete di riciclatori certificati.

Correlati: Come riciclare vecchi PC, telefoni e altre tecnologie

Anche altri marchi come Best Buy, Walmart, Apple e Samsung hanno i propri programmi di permuta in cui gli utenti vengono premiati con crediti del negozio per lo scambio di vecchi dispositivi.

Puoi scambiare i tuoi vecchi dispositivi elettronici con carte regalo su una di queste piattaforme ed essere ricompensato per aver preso cura dell’ambiente.

2. Riparare l’elettronica rotta

DIY Electronics Projects - 7 modi per ridurre i rifiuti elettronici

A volte può essere allettante ottenere un sostituto completamente nuovo per un’elettronica rotta, ma farlo aumenta i rifiuti elettronici. Un altro modo intelligente per ridurre i rifiuti elettronici è riparare effettivamente i dispositivi rotti.

Questi potrebbero variare dalla sostituzione degli schermi rotti all’acquisto a volte di nuove cover per ridare energia all’aspetto del tuo dispositivo. Puoi anche imparare a gestire le correzioni di base del dispositivo gratuitamente online su iFixit.com

Riparare l’elettronica rotta permette di usarla più a lungo, eliminando la necessità di procurarsi un altro dispositivo che potrebbe portare all’abbandono di quello vecchio.

3. Vendi l’elettronica che non ti serve più

sites cheap electronics - 7 modi per ridurre i rifiuti elettronici

A volte è facile pensare che nessuno vorrebbe la tua vecchia elettronica. Ma uno sguardo a eBay, Offerup e Letgo rivelerà il contrario. Sono persone che comprerebbero davvero i tuoi vecchi dispositivi.

Alcune persone acquistano questi dispositivi perché non possono permettersene di nuovi e mettendo in vendita il tuo, a un prezzo conveniente, ovviamente, li aiuterai. Puoi trovare acquirenti per i tuoi vecchi dispositivi mettendoli in vendita sulle piattaforme sopra elencate.

Questa opzione presenta alcuni vantaggi rispetto alle opzioni di permuta perché mettendo in vendita il dispositivo da solo, puoi controllare il prezzo invece di accettare qualsiasi cosa il tuo partner di permuta ritenga che valga la pena.

Un altro ottimo modo per ridurre i rifiuti elettronici è donare i vecchi dispositivi a organizzazioni non profit locali. Molte organizzazioni di buona volontà potrebbero volere la tua vecchia elettronica. Se ti trovi negli Stati Uniti, puoi visitare www.cristina.org per trovare un elenco di organizzazioni locali che necessitano di elettronica specifica tramite una ricerca per codice postale.

Se non sei negli Stati Uniti, puoi anche trovare organizzazioni non profit che necessitano di elettronica nella tua regione eseguendo una ricerca su Google.

Oltre all’ovvio vantaggio di far parte di un movimento di grande impatto, donare i tuoi vecchi dispositivi elettronici a organizzazioni non profit potrebbe anche fornirti vantaggi fiscali, se fatto nel modo giusto.

5. Riutilizza i tuoi vecchi dispositivi

Spesso quando abbandoniamo i vecchi smartphone, è perché ne abbiamo uno sostitutivo. Non necessariamente perché sono rotti o danneggiati. Ma riutilizzando, puoi trasformare il tuo vecchio smartphone in un dispositivo con funzionalità diverse.

Un esempio di questo è il programma Samsung Upcycling a casa. Samsung, nell’aprile 2021, ha ampliato il suo programma di upcycling per consentire agli utenti di convertire i loro vecchi telefoni Galaxy in dispositivi domestici intelligenti .

Solo pochi dispositivi Galaxy sono attualmente idonei per il programma di riciclaggio a casa, ma Samsung ha promesso di supportare più dispositivi in ​​futuro.

Riutilizzare il tuo vecchio dispositivo riduce i tuoi rifiuti elettronici e ti fa risparmiare denaro.

6. Permuta vecchi dispositivi per denaro

Hai difficoltà a convincere qualcuno ad acquistare il tuo vecchio dispositivo? Bene, non preoccuparti più. Piattaforme di permuta come BuyBackWorld e Decluttr offrono ai clienti la possibilità di ricevere pagamenti direttamente nei loro conti bancari o Paypal per i dispositivi che scambiano.

Questa opzione ti consente una maggiore flessibilità rispetto all’opzione di scambiare il tuo dispositivo con credito in negozio, poiché non sarai limitato a spendere i tuoi soldi in un particolare negozio.

7. Riciclare l’elettronica danneggiata

e waste truth - 7 modi per ridurre i rifiuti elettronici

Se hai dispositivi elettronici rotti che non puoi vendere o scambiare, puoi comunque fare un favore alla terra spedendo i tuoi dispositivi elettronici danneggiati al centro di riciclaggio più vicino.

Riciclare i rifiuti elettronici è importante, poiché molti esperti ritengono che il modo migliore per ridurre i rifiuti elettronici sia estrarre i vecchi dispositivi dai cassetti e dai garage delle persone e trasferirli in centri di riciclaggio designati.

Correlati: modi per trovare le sedi degli impianti di riciclaggio negli Stati Uniti

La cosa migliore del riciclaggio dei tuoi dispositivi elettronici danneggiati è che a volte otterresti un risarcimento finanziario. Ma anche se non lo fai, il fatto che stai contribuendo con la tua quota per salvare l’ambiente è una ricompensa abbastanza buona. Puoi trovare centri di riciclaggio vicino a te cercando “e-steward” nelle vicinanze.

Ecco perché ridurre i rifiuti elettronici dovrebbe essere una priorità per te

I rifiuti elettronici contengono materiali tossici che, se non smaltiti correttamente, possono essere pericolosi per l’aria, il suolo, l’acqua e persino la salute umana.

I metalli pesanti provenienti dai rifiuti elettronici scaricati nelle discariche contaminano il suolo, compromettendo l’approvvigionamento alimentare. Questi metalli pesanti si infiltrano ulteriormente attraverso il suolo nelle acque sotterranee e infine in stagni, torrenti, fiumi e laghi. Il che potrebbe rendere difficile trovare acqua pulita nelle comunità rurali vicine alle discariche.

A parte l’impatto sulla salute sopra indicato, l’accumulo continuo di rifiuti elettronici è insostenibile e costoso a lungo termine. La notizia della carenza globale di chip che ha reso alcuni dispositivi non disponibili per l’acquisto e ha raddoppiato il costo di alcuni è un esempio di ciò che potrebbe accadere se non riduciamo i nostri rifiuti elettronici.

Gestendo efficacemente i nostri rifiuti elettronici, ridurremo la domanda di nuovi chip e quindi elimineremo presto la probabilità di un’altra carenza di chip.

Credito immagine: Patrickewastenz/ Wiki Commons Library