Microfoni a condensatore e dinamici: quale ti serve effettivamente?

Per la maggior parte di noi, i microfoni integrati nei nostri smartphone, laptop e fotocamere sono spesso sufficienti per cavarsela. Tuttavia, se stai cercando di registrare audio di alta qualità, potresti prendere in considerazione l’idea di investire in un microfono separato.

Una volta deciso di eseguire l’aggiornamento, puoi scegliere tra un microfono dinamico o un microfono a condensatore. Entrambi hanno dei vantaggi ma sono più adatti ad applicazioni particolari.

Quindi, confrontiamo i microfoni a condensatore e dinamici in modo che tu possa decidere quale microfono è giusto per le tue esigenze.

Che si tratti di video di Instagram o di streaming di Twitch, molte persone iniziano con il microfono incluso nel proprio smartphone o computer. Dopotutto, non vuoi spendere soldi per attrezzature aggiuntive prima di sapere se la creazione di contenuti è qualcosa che ti piace. Detto questo, se stai cercando di trasmettere le tue sessioni di gioco, dovrai decidere quale piattaforma di streaming è la migliore per te .

Tuttavia, dopo aver registrato l’audio per un po ‘, l’investimento inizia ad avere più senso. Un microfono autonomo migliorerà notevolmente la qualità del tuo suono e offrirà ai tuoi ascoltatori o spettatori un’esperienza migliore. Di conseguenza, la tua operazione appare più professionale e attirerà anche più attenzione.

Sebbene esistano microfoni che costano notevoli quantità di denaro, non è necessario spendere molto per ottenere un elevato ritorno sull’investimento. Che tu sia un aspirante podcaster, musicista di registrazione domestica o streamer Twitch, l’aggiunta di un microfono alla tua configurazione migliorerà il tuo output registrato.

Una volta deciso di effettuare il passaggio, prima di decidere su un modello specifico, è necessario considerare quale tipo di microfono funzionerebbe meglio per la propria configurazione.

I microfoni a condensatore sono anche noti come microfoni a condensatore a causa delle tecnologie all’interno. Un condensatore fornisce il meccanismo principale di cattura del suono appena sotto l’esterno del microfono. Questo componente immagazzina una carica elettrica e viene misurato in capacità.

Il microfono ha un condensatore formato da due piastre; una piastra posteriore fissa e una piastra anteriore più sottile e flessibile. Quando le onde sonore entrano nel microfono, fanno vibrare la piastra anteriore. Questo varia la distanza tra la piastra anteriore e quella posteriore, modificando la capacità.

Questo processo converte le onde sonore in segnali elettrici, che possono quindi essere trasportati al preamplificatore, al tavolo di missaggio o ad altri dispositivi di registrazione. Per registrare questo cambiamento di capacità, deve esserci una carica attraverso il condensatore in primo luogo.

Di conseguenza, tutti i microfoni a condensatore richiedono un’alimentazione phantom — un ingresso costante di + 48V. Questo può essere fornito dal mixer o dal preamplificatore, sebbene alcuni modelli includano invece una batteria all’interno del microfono.

I microfoni a condensatore sono ideali per la registrazione di voci cantate o parlate. Questo grazie alla piastra frontale flessibile, che consente una registrazione del suono accurata. Inoltre, sono adatti per la registrazione di alte frequenze. I componenti elettronici sono piccoli, il che si traduce in una varietà di opzioni, dai microfoni portatili ai microfoni indossabili a risvolto.

D’altra parte, i microfoni a condensatore richiedono alimentazione phantom, sono generalmente più costosi rispetto ad altri microfoni e catturano il rumore di fondo a causa della loro elevata sensibilità. I componenti sono fragili, quindi il microfono è più facilmente danneggiato o compromesso.

Ci sono molti microfoni a condensatore disponibili sul mercato, quindi ecco un paio di scelte per iniziare.

Microfono vocale portatile AKG C636
  • Akg c636 microphone portable noir
  • Sistema di eliminazione del rumore multistrato
  • Sistema di doppia sospensione ammortizzante
  • Componenti selezionati a mano, selezionati manualmente
  • Modello polare cardioide che sopprime il feedback

Se intendi registrare l’audio mentre sei in viaggio o durante un evento dal vivo, il microfono per voce portatile AKG C636 è la scelta ideale. Sebbene i microfoni a condensatore siano generalmente fragili, il C636 è progettato per essere durevole, quindi alcune piccole cadute o colpi non dovrebbero essere dannosi.

L’ Audio-Technica AT5040 è uno dei migliori microfoni a condensatore oggi disponibili. Audio-Technica ha una meritata reputazione per i microfoni di alta qualità e l’AT5040 non fa eccezione. È costoso, ma a seconda dell’utilizzo potrebbe valere la pena investire.

I microfoni dinamici, a volte indicati come microfoni a bobina mobile, utilizzano l’induzione elettromagnetica per registrare il suono. All’interno del microfono, c’è un diaframma con una bobina di induzione attaccata.

Questa bobina è solitamente composta da due fili isolanti avvolti strettamente attorno a un nucleo di ferro. La bobina è posizionata all’interno del campo magnetico di un magnete permanente. Quando le onde sonore entrano nel microfono, fanno vibrare il diaframma.

Di conseguenza, la bobina di induzione si muove all’interno del campo magnetico, creando una corrente variabile. Di conseguenza, i componenti trasducono le onde sonore in energia elettrica. Il segnale elettrico risultante viene quindi amplificato dal microfono, dal preamplificatore o dal mixer.

Potresti voler utilizzare un microfono dinamico in quanto sono disponibili a prezzi convenienti e entry-level grazie ai componenti a basso costo. Sono anche relativamente resistenti e robusti in quanto i meccanismi interni non sono così fragili.

Questo stile di microfono è ideale anche per registrare suoni e strumenti più forti, come batteria o chitarra amplificata. La bassa sensibilità li rende una scelta eccellente per ambienti rumorosi, come eventi dal vivo o spettacoli musicali.

Tuttavia, le unità faticano a catturare le frequenze più alte e la loro bassa sensibilità significa perdere alcuni dettagli nell’audio catturato. Allo stesso modo, rispondono male a suoni di breve durata o transitori e hanno una gamma di frequenza ottimale ridotta rispetto ad altri microfoni.

Se pensi che un microfono dinamico sia adatto alla tua configurazione, considera uno dei seguenti dispositivi.

Offerta
Shure SM57
  • La risposta in frequenza modellata si traduce in una riproduzione pulita degli strumenti musicali e in un'acquisizione della voce ricca di dettagli
  • Riproduzione con qualità professionale per batteria, percussioni e ripresa microfonica di amplificatori per strumenti
  • Pattern di acquisizione a cardioide uniforme che isola la sorgente sonora principale riducendo al contempo i rumori circostanti
  • Sistema di isolamento pneumatico antishock per la riduzione del rumore da manipolazione
  • Estremamente resistente anche alle condizioni d’uso più impegnative

Lo Shure SM57 è uno dei microfoni più popolari oggi disponibili. Il microfono è entrato in produzione per la prima volta nel 1965 ed è spesso utilizzato per eventi dal vivo, inclusi discorsi di tutti i presidenti degli Stati Uniti e registrazioni in studio. L’SM57 è economico, durevole ed è adatto a quasi tutti i tipi di suono.

AKG D5
  • Larghezza di banda della frequenza: 70 Hz - 20000 Hz
  • Motivo di pickup a super cardioide per eliminare il feedback
  • Sensibilità: 2,6 mV/Pa
  • Filtro pop integrato più capsula a doppio shock per ridurre il rumore dovuto alla manipolazione
  • Include un adattatore per asta per microfono e custodia

Se stai cercando un microfono dinamico per la registrazione della voce, dovresti considerare AKG D5 . Questo microfono viene fornito con il diaframma Varimotion laminato dell’azienda, che può essere regolato in base alle proprie esigenze di registrazione. Il diagramma polare supercardioide consente al microfono di ottenere un guadagno elevato senza causare feedback.

Quando si tratta di microfoni, alcune persone mettono i microfoni a condensatore contro microfoni dinamici. Tuttavia, entrambi hanno punti di forza e svantaggi diversi, rendendoli più adatti a diversi ambienti e usi.