Recensione di Apple iPhone 14 Pro: senza sforzo e senza dubbio superbo

Tutto ciò che riguarda l’iPhone 14 Pro sembra del tutto semplice. Il design è sapientemente giudicato e moderno, il software è incredibilmente semplice da usare e la fotocamera scatta fotografie ancora migliori rispetto al suo predecessore. Ma senza sforzo può essere preso anche in un altro modo, in quanto non è esattamente l’aggiornamento più audace rispetto al suo predecessore.

Parliamo in dettaglio se l’iPhone 14 Pro vale lo sforzo da parte tua per fare il grande passo nella proprietà di Apple o per eseguire l’aggiornamento da un iPhone esistente. Se stai cercando iPhone 14 non Pro, dai un’occhiata alla nostra recensione .

Design dell’iPhone 14 Pro

La parte posteriore dell'iPhone 14 Pro in colore Deep Purple.
Andy Boxall/Trend digitali

Se hai visto un iPhone 12 Pro o un iPhone 13 Pro , l’iPhone 14 Pro ti sarà molto familiare. Ha lo stesso telaio piatto e squadrato che sembra ancora leggermente troppo affilato in mano, ma è magnificamente realizzato in acciaio inossidabile. Il Ceramic Shield di Apple è sopra lo schermo e c’è un vetro temperato sul retro. Un grado di resistenza all’acqua IP68 aggiunge sicurezza, poiché il telefono eviterà danni causati da fuoriuscite d’acqua accidentali. I controlli del volume e il pulsante di accensione sono ancora in posizione sul lato e se acquisti un iPhone 14 negli Stati Uniti non troverai un vassoio SIM, poiché questo è il primo iPhone ad accettare solo una eSIM .

Il Pro da 6,1 pollici è ben bilanciato nella tua mano ed è utilizzabile anche con una mano. Non è un peso piuma a 206 grammi, ma non si sente mai sgraziato a 71 mm di larghezza e 7,8 mm di spessore, inoltre non ho avuto alcuna fatica a tenerlo per lunghi periodi di tempo. Può essere una cosa scivolosa, però, e proteggerlo con una custodia aiuterà a impedirgli di fare una pausa indesiderata per la libertà. Esistono diversi colori ordinari (nero, argento o oro), ma scegli il nuovo adorabile Deep Purple e scegli una custodia trasparente. Sembra quasi nero in alcune situazioni, ma mettilo nella giusta luce e il viola si apre assolutamente. Anche il telaio ha una tonalità viola. Penso che sia eccellente.

Il lato dell'iPhone 14 Pro che mostra i controlli del volume. Il lato dell'iPhone 14 Pro che mostra il tasto di accensione. Il modulo fotocamera dell'iPhone 14 Pro. Il lato dell'iPhone 14 Pro.

Sul retro, il modulo della fotocamera è grande e fa una dichiarazione audace quando l’iPhone 14 Pro non è in una custodia, ma poiché le tre fotocamere sporgono notevolmente, il telefono non resta mai piatto su nessuna superficie. Il tutto si traduce in uno smartphone che è inconfondibilmente un iPhone. Questo non è un design rivoluzionario, non c’è niente di particolarmente appariscente, eppure riesce a essere elegante e alla moda, adattandosi a ogni situazione. Non richiede attenzione, ma riceverà comunque sguardi ammirati, in particolare se scegli quello viola.

Mi sarebbe piaciuto vedere un design che non fosse quasi esattamente lo stesso degli ultimi due modelli? Sì, sarebbe stato bello. Deve assolutamente avere un aspetto diverso? No, per niente. Apple ha la formula Pro giusta: aspetto di classe, dimensioni e peso giusti, materiali di alta qualità e qualità costruttiva stellare, quindi non può essere biasimato per non aver apportato cambiamenti radicali con iPhone 14 Pro. L’unica cosa che mi sarebbe piaciuto vedere sono più opzioni di colore, ma mi aspetto che arriveranno più tardi per mantenere la gamma fresca.

Schermo sempre attivo di iPhone 14 Pro

Lo schermo dell'iPhone 14 Pro.
Andy Boxall/Trend digitali

Il nuovo schermo Super Retina XDR da 6,1 pollici, con la sua risoluzione di 2556 x 1179 e una densità di pixel di 460ppi, ha qualche asso nella manica. Prima di entrare nei grandi cambiamenti, vale la pena menzionare la luminosità. Raggiunge normalmente 1600 nits, ma può aumentare fino a 2.000 all’aperto alla luce del sole e la differenza è evidente. C’è un “urto” quando entra in gioco l’extra e lo schermo diventa davvero più luminoso e più facile da leggere quando il sole batte.

Tuttavia, è il display sempre attivo che è la nuova funzionalità dello schermo più grande e più ovvia. I telefoni Android hanno schermi sempre attivi da anni, che mostrano l’ora, la batteria e le icone di notifica su uno schermo nero. Lo schermo sempre attivo di Apple è essenzialmente solo una versione oscurata della schermata di blocco, a colori e con widget dinamici e avvisi di notifica. È lo schermo sempre attivo di Apple Watch, solo sul tuo telefono. È anche molto più di quanto abbiamo visto su qualsiasi altro telefono, con l’ora e la data evidenziate in un carattere bianco brillante sullo sfondo scelto e le notifiche che mostrano chiaramente l’icona e i dettagli di base su ciascuno di essi.

Anche i controlli per le app di musica e audio rimangono sullo schermo e un rapido tocco le riattiva, pronte per mettere in pausa o cambiare traccia. Ho scoperto che l’intera esperienza della schermata di blocco è più nitida e più veloce nel reagire rispetto a prima. Uso il telefono in macchina per la musica, e dove prima ci volevano più tocchi per far funzionare qualsiasi cosa, è un solo tocco e una reazione istantanea su iPhone 14 Pro. Lo schermo sempre attivo è bello, utile e un gradino sopra le implementazioni che abbiamo visto altrove in termini di design. Ma potrebbe non aiutare la durata della batteria, su cui torneremo più avanti.

Il display Always-On su iPhone 14 Pro.
Display sempre attivo su iPhone 14 Pro Andy Boxall/Digital Trends

La funzione ProMotion 120Hz di Apple fa un ritorno e dovrebbe essere considerata un valido motivo per scegliere il modello Pro rispetto all’iPhone 14 standard . La frequenza di aggiornamento più elevata fornisce uno scorrimento più fluido e animazioni meno stridenti e non causa tanto affaticamento degli occhi. Diventa rapidamente “invisibile”, ma noterai assolutamente la sua assenza. Guardando video su iPhone 14 Pro, lo schermo si anima con colori straordinari, neri profondi e contrasto perfetto. Anche gli altoparlanti stereo sono tra i migliori del settore. C’è chiarezza, potenza e presenza effettiva nel suono e posso guardare felicemente video e ascoltare musica in streaming attraverso di essi per lunghi periodi di tempo.

L’iPhone 14 Pro ha uno schermo favoloso ed è sicuramente ancora più coinvolgente e piacevole da vedere sul più grande iPhone 14 Pro Max da 6,7 ​​pollici… se riesci a sopportare il peso e il prezzo extra del dispositivo .

iPhone 14 Pro iOS 16 e Dynamic Island

L'isola dinamica dell'iPhone 14 Pro che mostra la musica in riproduzione. L'isola dinamica dell'iPhone 14 Pro che mostra il timer e la musica in riproduzione. L'isola dinamica dell'iPhone 14 Pro che mostra il livello della batteria degli AirPods.

Dynamic Island, il nome raccapricciante di Apple per la sostituzione della tacca a forma di pillola espansa nella parte superiore dello schermo, è sicuramente un work in progress . Al momento, è relativamente semplice e mostra informazioni su connessioni Bluetooth, registrazioni dello schermo e vocali, avvisi di sblocco con il volto e timer. La funzione Attività dal vivo di Apple non è ancora pronta e nemmeno agli sviluppatori è stato concesso l’accesso. Quando queste cose accadranno nel prossimo futuro, l’utilità di Dynamic Island aumenterà alle stelle.

Per ora, quello che vedi è potenziale. Dynamic Island non è mai invadente e la funzionalità che fornisce è utile. I controlli musicali sono l’esempio migliore, poiché un breve tocco ti porta direttamente all’app in riproduzione e una pressione più lunga rivela una serie di controlli rapidi. Sebbene queste funzionalità possano essere trovate altrove in iOS, è innegabilmente veloce e intuitivo utilizzare Dynamic Island e fa ben sperare per il futuro quando più app ne faranno uso. È anche una cosa di bellezza senza soluzione di continuità, poiché il software si trasforma e si sposta attorno al componente hardware in modo così fluido che non puoi davvero dire dove inizia uno e finisce l’altro.

L’iPhone 14 Pro viene fornito con iOS 16 installato. Oltre al nuovo display della percentuale della batteria e all’eccellente tattile, è stato fatto molto sulla personalizzazione della schermata di blocco di iOS 16 e non sono convinto che sia necessario o vantaggioso . Anche la nuova pagina Impostazioni percambiare lo sfondo e aggiungere widget è inutilmente complicata e piuttosto confusa. Personalmente non ho visto alcun vantaggio quotidiano nell’aggiungere più disordine alla schermata di blocco, ma capisco che gli altri potrebbero sentirsi diversamente. Il nuovo processore A16 Bionic alimenta tutto questo con disinvoltura e, sebbene non abbia mai avuto problemi con le prestazioni, non sono sicuro di poter vedere alcuna reale differenza tra questo e l’A15 Bionic nell’iPhone 13 Pro.

Impostazioni dello sfondo su iPhone 14 Pro. La libreria delle app su iPhone 14 Pro. Cartelle delle app su iPhone 14 Pro in iOS 16. iPhone 14 Pro che mostra i widget.

Da tempo anche il sistema di notifica in iOS è stato demonizzato, ma è una cosa personale. Uso iOS da anni e ho visto il sistema evolversi in quello che è oggi. No, non è perfetto, ma è meglio che mai, e non lo considero una cosa odiosa che fanno altri . Le notifiche si trovano nella parte inferiore della schermata di blocco in una pila, che può essere espansa quando Face ID ti vede. Alcuni possono essere interagiti o visualizzati ulteriormente o toccati per aprire l’app corrispondente. Per me, fa quello che voglio e non è affatto migliore o peggiore della maggior parte dei sistemi di notifica Android. Anche Siri (sorprendentemente con competenza) legge i miei messaggi quando uso i miei AirPods.

negativi? Memoria muscolare significa che spesso abbasso la parte sinistra dello schermo quando il telefono è sbloccato per vedere meglio le notifiche che potrei aver perso, ma questa funzione un tempo utile è stata ridotta a una copia della schermata di blocco e rende le notifiche più lente da visualizzare e interagire con. Inoltre, non mi piace che il widget di ricerca sia permanentemente bloccato nella parte inferiore di ogni schermata iniziale, il che duplica semplicemente la funzionalità e causa disordine visivo.

C’è un vantaggio software chiave rispetto a molti altri telefoni che rende l’iPhone così piacevole con cui vivere, e sono gli aggiornamenti software. Sebbene Apple non stabilisca per quanto tempo supporta ufficialmente i suoi smartphone con importanti aggiornamenti a iOS, il software iOS 16 più recente funziona fin dall’iPhone 8 , rilasciato alla fine del 2017. È ragionevole aspettarsi che il iPhone 14 Pro continuerà a ricevere aggiornamenti per altri cinque anni.

Fotocamera iPhone 14 Pro

Il modulo fotocamera dell'iPhone 14 Pro.
Andy Boxall/Trend digitali

Sì, la fotocamera dell’iPhone 14 Pro è un miglioramento rispetto alla fotocamera dell’iPhone 13 Pro. Non è di molto, ma i miglioramenti fanno la differenza. La fotocamera principale ha 48 megapixel, mentre le fotocamere grandangolari e teleobiettivo hanno 12 megapixel. Abbiamo già confrontato l’ iPhone 14 Pro con l’iPhone 13 Pro e con il Samsung Galaxy Z Flip 4 , fornendo un’analisi approfondita delle sue capacità in diversi ambienti e di come il nuovo motore fotonico migliora le immagini con zoom in condizioni di scarsa illuminazione.

Che dire dell’app e dell’esperienza fotografica? L’iPhone 14 Pro può scattare foto con zoom ottico 2x o 3x o espandersi a una foto grandangolare 0,5x; per i video, può registrare fino a una risoluzione 4K a 60 fotogrammi al secondo (fps). È versatile e soddisfacente, e mentre alcuni potrebbero voler vedere uno zoom ottico maggiore, l’impostazione 3x ti avvicina abbastanza. Per questo motivo, ho trovato il nuovo zoom 2x più utile che se Apple avesse aggiunto uno zoom 5x.

Il riconoscimento facciale è quasi istantaneo quando si utilizza la fotocamera posteriore, l’app riconosce immediatamente e isola perfettamente il testo da copiare e incollare in altre app o messaggi, inoltre Siri Knowledge è eccezionale nel riconoscere piante e animali. La suite di modifica delle immagini è potente ma strutturata in modo confuso e non particolarmente veloce da usare, e trovo che i filtri predefiniti raramente migliorino le mie immagini. Samsung fa un lavoro migliore con i suoi filtri, ma la sua suite di editing è ancora meno intuitiva e spesso mi rivolgo ancora ad app come Snapseed per dare una spinta alle foto.

Foto della fotocamera principale scattata con iPhone 14 Pro. Foto scattata con la modalità macro su iPhone 14 Pro. Foto della fotocamera principale scattata con iPhone 14 Pro. Foto scattata con la modalità macro su iPhone 14 Pro. Foto grandangolare di Apple iPhone 14 Pro. Foto della fotocamera principale di Apple iPhone 14 Pro. Foto della fotocamera principale di Apple iPhone 14 Pro. Foto in modalità notturna di Apple iPhone 14 Pro. Foto in modalità notturna di Apple iPhone 14 Pro. Foto con zoom 3x scattata con iPhone 14 Pro. test di confronto della fotocamera di apple iphone 14 pro vs 13 3x auto Foto con zoom 3x di iPhone 14 Pro. Foto della fotocamera principale di iPhone 14 Pro. Foto grandangolare di iPhone 14 Pro. Foto in modalità ritratto di iPhone 14 Pro.

Le foto possono essere scattate nella modalità ProRaw di Apple, offrendo un maggiore potenziale per l’editing da parte di coloro che sanno come ottenere il meglio dal formato. Ma attenzione, poiché le foto ProRaw occupano molto spazio, con immagini singole che arrivano a circa 60 MB o più. Peggio ancora se vuoi sperimentare la funzione ProRes per i video, poiché Apple stima che un solo minuto di video ProRes occuperà ben 1,7 GB di spazio di archiviazione. Si stima inoltre che i 100 GB rimanenti sul mio iPhone 14 Pro da 256 GB mi consentiranno di registrare ProRes per soli 19 minuti.

ProRes e ProRaw sono funzionalità di nicchia con cui la maggior parte delle persone non sentirà il bisogno di sperimentare, e sembra simile per la modalità Cinematic di ritorno (che ora riprende con risoluzione 4K a 24 fps o 30 fps) e la nuova modalità Azione. Questo aggiunge un livello di stabilizzazione simile a un gimbal ai video in cui tu e il target vi state spostando. L’iPhone 13 Pro aveva già un’ottima stabilizzazione per i video (vedi il confronto con l’ Asus Zenfone 9 dotato di gimbal per prova), ed è ottimo anche su iPhone 14 Pro, inoltre la transizione più fluida tra i livelli di zoom è molto gradita.

Scattare foto e video nelle modalità normali a una risoluzione ragionevole e con la stabilizzazione stock sarà probabilmente sufficiente per la maggior parte delle persone nella maggior parte delle situazioni. Le funzionalità aggiuntive in stile pro potrebbero non essere utilizzate molto spesso, e certamente non da tutti coloro che acquistano un iPhone 14 Pro, ma sono implementate bene e, se hai le conoscenze e il software aggiuntivo corretto per provarle correttamente, sono senza dubbio potente.

La fotocamera dell’iPhone 14 Pro è fantastica. Scatta foto emozionanti e vivaci al sole, foto dettagliate ed equilibrate al buio e ha una versatilità più che sufficiente per farmi sperimentare. C’è più esperienza tecnica nascosta che mai all’interno e funzionalità che sono al di là di me in questo momento, ma potrebbero rivelarsi utili e divertenti in futuro.

Batteria e ricarica per iPhone 14 Pro

L'iPhone 14 Pro a colori Deep Purple.
Andy Boxall/Trend digitali

Le prestazioni della batteria dell’iPhone 14 Pro non sono state eccezionali , ma ci sono segni di miglioramento. Inizialmente, la batteria non sarebbe mai durata più di un giorno e, con un uso moderatamente intenso (circa tre o quattro ore di utilizzo dello schermo), sarebbe scesa a meno del 30% entro la prima serata, e questo ha visto iniziare un po’ di ansia insinuarsi. A questo punto erano necessari un uso intenso e un viaggio al caricatore. Anche questo era principalmente connesso al Wi-Fi e talvolta senza giochi: solo GPS, fotocamera, app, una breve quantità di video e alcune ore di musica in streaming.

Da quei primi giorni bui, l’iPhone 14 Pro sembra essersi stabilizzato nei miei schemi di utilizzo. Anche se la batteria non durerà improvvisamente per due giorni, è decisamente migliorata. L’arrivo di iOS 16.0.2 potrebbe anche aver contribuito a ottimizzare il sistema. Sebbene non sia menzionato specificamente come vantaggio, la primissima versione di iOS 16 ha anche ridotto drasticamente la durata della batteria del mio iPhone 13 Pro, suggerendo che il software potrebbe essere un fattore nelle prestazioni relativamente scarse della batteria.

Impostazioni della durata della batteria di iPhone 14 Pro.
Andrew Martonik / Tendenze digitali

Apple non fornisce un caricabatterie con iPhone 14 Pro, ma inserisce un cavo da USB Type-C a Lightning nella confezione. Se possiedi il blocco di ricarica da 20 watt di Apple, aspettati che la batteria si carichi al 50% in circa 30 minuti. Uso il blocco di ricarica da 29 W di Apple e questo lo porta al massimo in poco più di un’ora. Sono prestazioni accettabili, ma non possono eguagliare i tempi di ricarica rapidi forniti da OnePlus 10T o molti telefoni di Oppo o Xiaomi. Tuttavia, è coerente con i telefoni Samsung.

La durata della batteria e la tecnologia di ricarica sono gli aspetti meno impressionanti di iPhone 14 Pro. Altri marchi, in particolare alcuni di quelli non venduti negli Stati Uniti, hanno fatto progressi significativi nella tecnologia di ricarica rapida ed è ragionevole aspettarsi che la maggior parte dei telefoni Android duri due giorni con una singola carica con un uso normale. Apple è dietro a questo, e se richiedi molto dal tuo telefono, preparati a trasportare un pacco batteria o a interrompere la ricarica di emergenza durante il giorno per evitare qualsiasi ansia.

Ci sono alcune prove aneddotiche da parte di persone che testano le versioni beta di iOS che la durata della batteria è stata ulteriormente estesa, ed è qualcosa che continueremo a monitorare su iPhone 14 Pro.

Prezzo e disponibilità di iPhone 14 Pro

L’iPhone 14 Pro di base con 128 GB di spazio di archiviazione costa $ 999, o 1.099 sterline britanniche nel Regno Unito. Il prezzo aumenta ogni volta che aggiungi più spazio di archiviazione, fino a $ 1.499 o 1.429 sterline per la versione superiore da 1 TB. Tutti i modelli di iPhone 14 Pro sono ora disponibili per l’acquisto tramite il negozio online di Apple e la maggior parte delle reti negli Stati Uniti

Le piccole cose fanno una grande differenza con l’iPhone 14 Pro

L'iPhone 14 Pro tenuto in una mano d'uomo, visto da dietro.
Andy Boxall/Trend digitali

Una delle cose che preferisco dell’iPhone 14 Pro è quanto sia facile conviverci, e questo inizia dal momento in cui lo estrai dalla scatola. Non ci vuole molto per configurare il telefono e, se provieni da un altro iPhone, Apple offre di tutto, dallo spazio di archiviazione iCloud temporaneo aggiuntivo e il trasferimento rapido dell’account per renderlo davvero semplice. Se stai scambiando il tuo vecchio iPhone, viene visualizzata una piccola notifica che essenzialmente automatizza il processo necessario per prepararlo per essere rispedito. È facile e rappresenta un’ottima introduzione al tuo nuovo e costoso telefono.

Va ben oltre quei primi momenti. Uso sia AirPods Pro che AirPods Max , che si connettono istantaneamente e hanno una fantastica portata Bluetooth, inoltre posso passare da un dispositivo all’altro senza che nessuno di loro si confonda. Uso regolarmente anche le cuffie WH-1000XM3 di Sony con l’iPhone e l’app di accompagnamento rende semplice tenerlo aggiornato e la connessione Bluetooth è altrettanto stabile.

Ho collegato l’ Apple Watch SE 2 e l’ Apple Watch Ultra all’iPhone 14 Pro e, ancora una volta, è molto semplice e la connessione è assolutamente impeccabile. Anche My Oura Ring si connette senza problemi e l’app funziona molto bene. I miei podcast si scaricano quando li voglio, Apple Pay è accettato ovunque, la scelta delle custodie per proteggere il telefono è enorme e anche il valore di rivendita è in genere più forte di qualsiasi altro dispositivo. Ci sono anche due nuove funzionalità di sicurezza: un sistema di rilevamento degli incidenti stradali che non ho intenzione di testare e una funzione di chiamata satellitare di emergenza che non posso testare perché non sarà disponibile fino a novembre. Spero di non averne mai bisogno.

L'iPhone 14 Pro tenuto in una mano d'uomo, mostrando lo schermo.
Andy Boxall/Trend digitali

Non voglio che il telefono che possiedo e che uso ogni giorno sia uno sforzo. È uno dei motivi per cui i software necessari come ColorOS di Oppo e OxygenOS di OnePlus sono frustranti. L’iPhone 14 Pro funziona con me, fornendo tutte le funzionalità e la qualità che mi aspetto da un telefono che costa $ 1.000, oltre a una vasta gamma di funzionalità che si nascondono alla vista ma migliorano la mia proprietà, che si tratti dello schermo ProMotion a 120 Hz o del rilevamento degli arresti anomali.

Questo è quello che voglio , molto più di qualsiasi cambiamento visivo per il bene del cambiamento, e l’iPhone 14 Pro lo offre. Acquista con fiducia e goditi la migliore esperienza di possesso di smartphone che puoi avere. Tuttavia, se hai già un iPhone 13 Pro, non ci sono molte novità qui a meno che tu non sia davvero preso dallo schermo sempre attivo e dall’isola dinamica, ed è davvero la stessa storia anche per chiunque abbia un iPhone 12 Pro. Chiunque abbia un iPhone prima del 12 lo troverà un aggiornamento considerevole e utile.