Alpine Linux: spiegazione del distro Linux leggero

Linux è divertente, ma a volte basta sbattere contro un muro con le distribuzioni attuali e vuoi qualcosa di diverso. Inoltre, sembra che le dimensioni dei file ISO ei requisiti di memoria continuino ad aumentare nel tempo. Deve esserci una distribuzione più piccola là fuori da qualche parte.

Se stai cercando una distribuzione Linux leggera, Alpine Linux potrebbe essere una boccata d’aria fresca di montagna per te!

Cos’è Alpine Linux?

Alpine Linux è una distribuzione Linux che mira al minimalismo, sia in termini di spazio che di portata, nonché per una maggiore sicurezza. Il supporto di installazione predefinito è solo 133 MB. Questo è abbastanza impressionante dato che alcuni file ISO su altre distribuzioni sono progettati più per DVD e pen drive. Alpine si adatta comodamente a un CD-R con spazio libero.

alpine homepage 1 - Alpine Linux: spiegazione del distro Linux leggero

Alpine Linux utilizza una tecnica chiamata eseguibili indipendenti dalla posizione per randomizzare la posizione dei programmi in memoria. Ciò rende difficile per un utente malintenzionato sfruttare le stranezze della memoria e assumere il controllo di una macchina.

La distro è anche minimalista nella sua configurazione. Ottiene le sue dimensioni ridotte utilizzando la suite BusyBox per fornire la maggior parte delle utilità in un eseguibile.

Le dimensioni ridotte di Alpine lo rendono adatto a persone che gestiscono container, in particolare Docker.

Scarica : Alpine Linux

Installazione di Alpine Linux

L’installazione di Alpine Linux è simile all’installazione di qualsiasi altra distribuzione Linux. Prendi l’immagine di installazione e trasferiscila sul tuo supporto preferito, quindi riavvia la macchina.

Il minimalismo di Alpine si applica anche al suo processo di installazione. Ti ritrovi nella console di testo standard di Linux. Non c’è installazione grafica qui.

alpine install - Alpine Linux: spiegazione del distro Linux leggero

Per quanto riguarda le immagini di installazione, hai diverse scelte nella pagina di download, a seconda di quanto è completo un sistema che desideri installare.

L’immagine Standard è consigliata per la maggior parte delle persone e include i pacchetti più comunemente usati. Prendi questo se sei completamente nuovo su Alpine.

L’immagine estesa è pensata per dispositivi specializzati come i router che non verranno aggiornati così tanto, quindi ha più pacchetti rispetto a Standard.

Se vuoi installare un sistema minimale, scarica l’ immagine Netboot , che include solo il minimo indispensabile per l’avvio e la connessione alla rete. Dovrai quindi scaricare tutti gli altri pacchetti richiesti. Questa opzione è per coloro a cui piace davvero adattare i sistemi alle proprie esigenze.

Al momento dell’installazione, accedi al sistema avviato come root. Non esiste un sistema basato su menu. Tutta la configurazione viene eseguita dalla riga di comando. Se hai installato Arch Linux, questo processo ti sarà familiare.

Anche se Alpine non ti tiene molto per mano, hanno incluso alcuni script che ti guideranno attraverso il processo di installazione. Il più importante è il setup-alpine . Lo script ti chiederà cose come il layout della tastiera e il fuso orario e ti aiuterà anche a partizionare il tuo disco. Puoi semplicemente accettare le impostazioni predefinite.

Puoi trovare maggiori dettagli sulla configurazione di Alpine sulla tua macchina nella documentazione e nel wiki . Alcune delle informazioni potrebbero non essere aggiornate. Potresti provare a installare un pacchetto consigliato nella documentazione solo per scoprire che non esiste nel repository.

Correlati: le migliori distribuzioni Linux leggere che non richiedono quasi spazio

Configurare Alpine Linux

Quando finalmente avvii la tua nuova installazione Alpine, è ancora piuttosto spoglia, con solo la console di testo e la shell. Ti consigliamo di apportare alcune personalizzazioni al sistema predefinito per renderlo veramente utile.

Configura un utente normale

Quando installi per la prima volta Alpine, l’unico utente è root. Non vuoi eseguire sempre come root. È un rischio per la sicurezza e potresti danneggiare accidentalmente file di sistema importanti.

Per aggiungere un altro utente, digita semplicemente:

adduser -h /home/username -s /bin/ash/ username

Sostituirai “nome utente” con il nome dell’utente che desideri utilizzare per il login. L’opzione -h specifica la directory home, mentre l’opzione -s specifica il percorso della shell, ash, che è la shell predefinita per BusyBox e quindi la shell installata in Alpine Linux. Se vuoi usare un’altra shell, cambierai questa opzione nel percorso della tua shell preferita.

Per impostare una password per l’utente, utilizzare il comando passwd :

passwd username

Ti verrà chiesto di impostare una password per l’utente. Immettere nuovamente la password per confermare il processo. Una volta fatto, puoi disconnetterti dall’account di root e accedere al tuo account utente normale.

Per impostazione predefinita, quando vuoi eseguire i comandi come root, utilizzerai il comando su :

su -

L’opzione significa avviare una shell di login come se avessi effettuato l’accesso direttamente a root. Digita la password di root quando richiesto e ti verrà quindi presentato il prompt # che indica che stai eseguendo come root. Al termine dell’esecuzione dei comandi amministrativi, è meglio lasciare la sessione di root digitando logout o premendo Ctrl + D per tornare alla sessione normale.

Se sei abituato a usare sudo, la documentazione contiene informazioni su come configurarlo .

Gestione dei pacchetti

Come con qualsiasi altra distribuzione Linux moderna, Alpine utilizza un gestore di pacchetti. Hanno creato il proprio, chiamato Alpine Package Keeper o APK.

Usare APK è semplice. Se sei abituato a usare Apt su Debian o Ubuntu , è ancora più semplice. Non è chiaro se sia stato intenzionale, ma molti dei comandi sono identici.

Per aggiornare il repository, emetti questo comando:

apk update

Per aggiornare i tuoi pacchetti all’ultimo disponibile, digita:

apk upgrade

Per installare un particolare pacchetto, in questo caso, Vim, digita:

apk add vim

Per eliminare un pacchetto, digita:

apk del package

Se alcuni pacchetti non sono più necessari dopo la rimozione, APK li rimuoverà automaticamente. Questo differisce da APT in quanto devi eseguire il comando apt autoremove per fare lo stesso.

Configurare un ambiente desktop

A meno che tu non preveda di installare Alpine come server, probabilmente vorrai installare un ambiente grafico. Fortunatamente, Alpine supporta i principali gestori di finestre e ambienti desktop.

Alpine - Alpine Linux: spiegazione del distro Linux leggero

Per configurare X, Alpine fornisce lo script setup-xorg-base . È simile al processo di installazione, in cui lo esegui e rispondi ad alcune domande sulla tua configurazione. Nella maggior parte dei casi, la configurazione è automatica.

Dovrai installare autonomamente il tuo gestore di finestre, desktop, file manager, ecc. Preferito. Probabilmente vorrai anche installare un display manager come LightDM. Tuttavia, dovrai dire a OpenRC di avviarlo automaticamente.

Ad esempio, per utilizzare LXDM;

rc-update lxdm
 rc-service lxdm start

Alpine Linux fa per te?

Se stai cercando qualcosa di diverso dal solito raccolto di distribuzioni Linux, Alpine Linux è qualcosa che vale la pena considerare. Se desideri un sistema operativo server leggero per virtualizzazione o container, Alpine è quello che fa per te.

Sebbene ci siano molte distribuzioni Linux leggere disponibili su Internet, dovresti trovare Alpine Linux adatto a tutte le tue esigenze.