Guerriglie in Internet: all’interno della rivoluzione della banda larga fai-da-te con NYC Mesh

Toby Bloch non assomiglia al tuo tecnico installatore Internet medio. Invece di un’uniforme con il logo aziendale ricamato, indossa jeans consumati e una spessa giacca di tela. Invece di un furgone, guida una Subaru, la cui parte posteriore è imbottita fino alle branchie con una pila disorganizzata di utensili manuali, cavi e strani dispositivi elettronici con antenne che sporgono da essi. E a differenza della maggior parte dei tecnici, non guadagnerà un centesimo per l’appuntamento a cui è diretto a Brooklyn.

Ma stranamente, è proprio questo il punto. Bloch non funziona come una normale tecnologia di installazione su Internet perché non lo è. Non lavora per Comcast o Spectrum o Verizon o qualsiasi altro grande provider di servizi Internet ( ISP ). È un volontario presso la NYC Mesh : un provider Internet di guerriglia che aiuta i residenti a collegarsi online senza pagare una tariffa mensile alle suddette società di telecomunicazioni.

screen shot 2022 02 20 at 5 54 26 am - Guerriglie in Internet: all’interno della rivoluzione della banda larga fai-da-te con NYC Mesh
Andrea Hirshfeld

Il gruppo ha fatto scalpore a New York City costruendo la sua rete a banda larga fai-da-te negli ultimi anni, ma l’accesso a Internet alternativo non è l’unica cosa che NYC Mesh sta costruendo. Man mano che si diffonde in tutta la città, nodo per nodo, sta anche costruendo un progetto, uno che le altre comunità in tutto il paese possono seguire mentre si oppongono agli ISP monopolistici.

“Mi ha davvero aperto gli occhi il modo in cui Verizon e Spectrum gestiscono male le loro reti in termini di larghezza di banda che sono in grado di fornire ai loro clienti”, dice Bloch a Digital Trends.

Il caso di Internet fai-da-te

La connettività Internet negli Stati Uniti è nella migliore delle ipotesi poco brillante. Secondo la Federal Communications Commission (FCC), 19 milioni di americani non hanno accesso a Internet affidabile. Giusto per contestualizzare, si tratta del 6% della popolazione dell’intero paese e approssimativamente della popolazione dello Stato di New York, il quarto paese più popoloso della nazione, nella sua interezza.

Durante la pandemia di COVID-19, la velocità di Internet è crollata poiché più persone hanno lavorato da casa. Se ti senti come se la tua velocità di Internet fosse diminuita durante la pandemia, non stai immaginando le cose. A New York, le velocità sono diminuite del 24% .

Eppure, anche con velocità stagnanti o in calo, i prezzi della banda larga sono aumentati negli ultimi anni. Secondo un rapporto del 2020 della New America, il prezzo medio per i piani Internet era superiore a $ 62 al mese a livello nazionale. In posti come Atlanta, è significativamente più alto: in media più di $ 100 al mese.

screen shot 2022 02 20 at 5 53 39 am - Guerriglie in Internet: all’interno della rivoluzione della banda larga fai-da-te con NYC Mesh
Andrea Hirshfeld

Cosa c’è dietro questi prezzi elevati? Probabilmente è una mancanza di concorrenza. La maggior parte dei servizi Internet negli Stati Uniti sono controllati solo da una manciata di grandi aziende. Secondo un rapporto del 2020 dell’Institute for Local Self Reliance, quasi 50 milioni di persone hanno accesso a Internet a banda larga solo tramite un unico provider. Altri 47 milioni hanno accesso solo tramite Comcast o Charter.

A New York, quel problema è ulteriormente amplificato. Nel 2008, l’allora sindaco Michael Bloomberg ha negoziato un accordo con Verizon che avrebbe dovuto rivoluzionare l’accesso a Internet nella città più grande d’America. L’accordo ha consentito al fornitore di assumere il monopolio locale di Time Warner e lo ha effettivamente posto fine. Ma l’aggiunta di un altro ISP al mix non ha risolto tutti i problemi della città. Ad oggi, il 20% dei newyorkesi non ha ancora accesso a Internet nelle proprie case.

Ora i newyorkesi sono stufi ed è proprio qui che entra in gioco NYC Mesh.

Going guerriglia: come funziona l’installazione di Internet fai-da-te

Quindi, come ci si iscrive esattamente al servizio a banda larga di guerriglia e lo si installa? Che tu ci creda o no, è sorprendentemente semplice. Quando un cliente contatta NYC Mesh, una richiesta viene inviata a un canale Slack che ospita una rete di tecnici volontari. L’intera operazione è decentralizzata.

“Mesh è un’organizzazione democratica di base davvero aperta. Penso che sia una delle cose che mi attrae davvero”, ha detto Bloch aggiungendo: “È un’organizzazione molto piatta. In base alla progettazione, è un gruppo di volontari, non c’è personale a tempo pieno o personale retribuito”.

screen shot 2022 02 20 at 5 53 04 am - Guerriglie in Internet: all’interno della rivoluzione della banda larga fai-da-te con NYC Mesh
Andrea Hirshfeld

Una volta che un tecnico volontario risponde, chiede al potenziale cliente di fornire alcune immagini panoramiche sul tetto in modo che i volontari Mesh possano vedere se il potenziale membro può avere accesso alla rete. Se approvato, il nuovo membro avrebbe un nodo wireless sul tetto. Quel nodo si collegherà a un nodo vicino su un altro edificio.

In definitiva, tutti questi nodi si riconnettono a una manciata di punti di scambio primari chiamati “supernodi”, che forniscono accesso diretto a Internet, il tutto senza la necessità di grandi provider Internet che agiscano da intermediari. L’unica limitazione, in realtà, è che un cliente deve trovarsi nel raggio di un nodo affinché funzioni.

Con questa tecnologia, Mesh è in grado di fornire un accesso Internet affidabile ed economico a gran parte della città. Dopo l’installazione, i membri pagano quello che possono, anche se è suggerito che paghino tra $ 20 e $ 60 al mese. Il gruppo si affida completamente alle donazioni.

Ampliare la banda: Internet fai-da-te a New York e oltre

NYC Mesh è cresciuta considerevolmente negli ultimi anni, ma Bloch si affretta a sottolineare che ciò che l’organizzazione sta facendo a New York è solo una piccola parte del quadro più ampio. In definitiva, Mesh vuole aprire le porte e rendere questo tipo di tecniche Internet nostrane più accessibili alle masse. Il gruppo non vuole essere un gatekeeper.

“Quello che stiamo facendo è davvero democratizzare questa tecnologia e democratizzare la conoscenza”, ha detto Bloch, aggiungendo, “la stiamo propagando e mettendola nelle mani di quante più persone possibile”.

Fortunatamente, hanno un aiuto. Sebbene Mesh sia uno dei più grandi ISP alternativi nel paese, non è certamente l’unico in circolazione. New York ospita anche una cooperativa comunitaria separata per la banda larga chiamata People’s Choice , mentre un’organizzazione simile chiamata Starry serve i residenti di Boston.

Torri radiofoniche cellulari sul tetto dell'edificio contro il cielo con le nuvole.
Jakub Pabis / Unsplash

Quindi questa rivolta di Internet fai-da-te ha le carte in regola per andare a livello nazionale?

Sfortunatamente, la risposta a questa domanda è alquanto oscura. Dato il panorama normativo , è molto più facile per NYC Mesh esercitare pressioni sui grandi operatori delle telecomunicazioni rispetto a organizzazioni simili in altre parti del paese. Diversi stati, tra cui il Texas, il Minnesota e lo stato di Washington, hanno barriere normative che incentivano o vietano completamente le reti Wi-Fi basate sulla comunità.

C’è stata persino una spinta a livello federale nel 2021 per escluderli del tutto. Ciò è stato introdotto da Cathy McMorris Rodgers (R-Wash.) e Bob Latta (R-Ohio), entrambi membri della House Commerce Committee e Subcommittee for Communications and Technology.

Di conseguenza, McMorris Rogers ha un enorme conflitto di interessi. Ha già ricevuto donazioni politiche dalle più grandi società di telecomunicazioni americane per la sua campagna di rielezione. Secondo la Commissione elettorale federale, attraverso i loro PACS assortiti, Verizon Communications ha donato un totale di $ 5.000, Comcast ha donato $ 10.000 e Charter ha donato $ 5.000 prima della sua corsa alle primarie del 2022.

Oltre alle sfide legali a livello federale, il successo di Internet in casa richiede l’accesso a punti alti, pali e tetti di condomini per costruire una rete di nodi. Ciò rende un movimento più diffuso più una battaglia in salita, poiché non tutte le città degli Stati Uniti sono popolose o piene di grattacieli come New York. Stabilire una rete mesh gestita dalla comunità in un sobborgo più piatto e tentacolare sarebbe complicato.

Anche così, ci sono ancora buone ragioni per sperare che i metodi di NYC Mesh possano dare il via a una tendenza.

Anche se potrebbero non funzionare ovunque, organizzazioni come Mesh potrebbero esercitare collettivamente una pressione sufficiente sui giganti delle telecomunicazioni nelle principali aree metropolitane che i grandi ISP come Comcast e Verizon potrebbero essere costretti a rispondere. E non importa come andrà a finire, sia che ciò significhi rafforzare la propria copertura o ridurre i prezzi per rimanere competitivi, il risultato alla fine sarà lo stesso per i consumatori: Internet più economico, più accessibile e più affidabile.