Quale metodo di trasferimento file è il migliore per la tua rete domestica?

file-transfer-home-network

Quando crei il tuo file server o l'archiviazione collegata alla rete, potresti essere sorpreso da quanto tempo devi pensare per spostare i tuoi file.

All'occhio umano, ogni approccio sembra uguale (come nell'invisibile), ma a livello tecnico i computer parlano in modi molto diversi. L'approccio adottato dipenderà dai sistemi operativi e dai tipi di dispositivi che si intende connettere.

1. FTP

È possibile accedere a un disco rigido collegato a un router tramite FTP

FTP sta per File Transfer Protocol. È un metodo standard per spostare i file tra un client e un server. Il tuo laptop, ad esempio, è il client. Il tuo server di casa è, beh, il server.

FTP è versatile in quanto il tuo sistema operativo non ha davvero importanza. Il protocollo esiste da prima che qualcuno di loro avesse interfacce utente grafiche. Il router potrebbe anche essere dotato di una porta USB e supportare il trasferimento di dati su un disco rigido esterno tramite FTP (che è un modo semplice per creare un server di casa, anche se in nessun modo robusto come impostare una macchina dedicata per il lavoro).

Puoi proteggere i tuoi dati richiedendo un nome utente e una password, ma per impostazione predefinita FTP trasferirà le tue credenziali non crittografate. Questo potrebbe andare bene sulla tua rete domestica, ma vorrai qualcosa di più sicuro quando operi su una rete più grande o trasmetti file su Internet.

Ciò non significa che devi abbandonare FTP. Puoi provare FTPS, una variante che crittografa la tua connessione.

2. PMI

Condivisione di file personali in Linux usando Samba

SMB sta per Server Message Block. Sebbene sia iniziato come un progetto IBM, è diventato un mezzo per i computer che eseguono Microsoft Windows per comunicare su una rete locale. Quando si crea una cartella utilizzando Esplora risorse e si espande l'accesso ad altri utenti, lo si fa tramite SMB.

SMB non è limitato agli utenti Windows. Puoi anche accedere a questi file da macOS, Linux e altri sistemi operativi simili a Unix. Apple chiama la sua implementazione SMBX, mentre su Linux l'implementazione è nota come Samba. In entrambi i casi, il laptop può fungere da server o client.

SMB è ideale per la diffusione di file tra macchine su una rete locale in modo multipiattaforma. Gli utenti non hanno bisogno di alcuna conoscenza tecnica per iniziare a condividere cartelle e scaricare file, a parte la consapevolezza della sezione di rete nella barra laterale di File Manager.

3. AFP

AFP, o Apple Filing Protocol, è il sistema proprietario di Apple per il collegamento di diversi computer macOS. Se hai una famiglia piena di prodotti Apple o gestisci un'azienda che utilizza hardware Apple, questo potrebbe essere il protocollo di trasferimento file più pertinente per te.

Mentre AFP è specifico per i dispositivi Apple, è possibile acquistare sistemi multimediali domestici che supportano il protocollo. Puoi anche configurare la tua casella FreeNAS o OpenMediaVault con un vecchio PC e utilizzare AFP per condividere file con iMac, MacBook e iPad.

D'altra parte, se non lavori esclusivamente con l'hardware Apple, ci sono pochi motivi per preoccuparti dell'AFP. Questo protocollo è piuttosto specializzato. Altre opzioni offrono una migliore compatibilità multipiattaforma o comunicazione tra server.

4. NFS

Il Network File System, noto come NFS, è un protocollo in uso su computer Unix e simili a Unix (come Linux). La sua forza sta nella capacità di molte macchine di accedere regolarmente allo stesso server. NFS può offrire velocità più elevate su computer che supportano il protocollo.

Uno svantaggio di NFS è che, anche se si utilizza un desktop basato su Linux, l'installazione non è ovvia. Le istruzioni ti indirizzeranno generalmente verso la riga di comando, con la necessità di dire al tuo computer di montare le condivisioni di rete come se monta l'hardware fisico. Come suggerisce il nome, stai trattando una cartella condivisa su una rete come se fosse parte del tuo file system.

Ancora una volta, impostare NFS non è difficile se ti senti a tuo agio con la riga di comando, ma il processo non è qualcosa di intuitivo che puoi scoprire e configurare dal file manager del tuo desktop.

5. SSH / SFTP

Manuale SFTP aperto in un terminale Linux

SSH sta per Secure Shell. È un metodo per connettersi e gestire una macchina remota. Se si desidera eseguire comandi su un server, che si trovi nel seminterrato o in una server farm a migliaia di miglia di distanza, è possibile rivolgersi a SSH per completare il lavoro.

Di per sé, SSH non è un protocollo di trasferimento file. È qui che entra in gioco SFTP, altrimenti noto come SSH File Transfer Protocol o Secure File Transfer Protocol. Questo è un modo per trasferire file tramite una connessione crittografata. Nonostante la somiglianza nel nome, SFTP non si riferisce all'utilizzo di FTP su SSH, che è una faccenda complicata.

SFTP è un metodo diverso per trasferire i dati utilizzando la stessa tecnologia di SSH.

SFTP non è necessario per un server di casa a meno che tu non sia preoccupato che qualcuno abbia accesso alla tua rete Wi-Fi e stia ficcando il naso nel traffico. SFTP è un'opzione migliore per il trasferimento di file da o verso posizioni esterne alla propria abitazione. Ma ciò non significa che devi usare SSH quando sposti i file in remoto.

Se disponi di una connessione VPN attiva che crittografa il tuo traffico web, puoi utilizzare FTP o montare condivisioni NFS sapendo che i tuoi dati hanno una certa protezione. L'uso di SFTP in combinazione con una VPN è in qualche modo ridondante.

6. DLNA

DLNA è l'abbreviazione di Digital Living Network Alliance. È uno standard di certificazione piuttosto che un protocollo di trasferimento file, ma è ancora un acronimo che potresti avere bisogno di sapere quando si configura un media server domestico. Se si intende trasmettere file in streaming su una Smart TV o una console per videogiochi, sarà necessario un server con supporto DLNA.

Per eseguire lo streaming di contenuti tramite DLNA, non aprire il file manager per condividere o accedere ai file. Non si accede ai file tramite un metodo noto come DLNA.

È invece necessario un software dedicato. Plex è uno degli esempi più popolari , con Emby un'alternativa open source. Tali programmi prendono i tuoi file non elaborati e li trasmettono in un formato comprensibile per i dispositivi compatibili con DLNA.

È possibile eseguire lo streaming di musica e video da un desktop, un laptop o un NAS dedicato. Ciò che conta è che stai eseguendo il software necessario sia sul dispositivo che sta inviando sia sul dispositivo che sta ricevendo.

Il modo migliore per trasferire file su una rete domestica

Ogni bit di software o codice sul tuo computer alla fine esiste da qualche parte come file, quindi non sorprende che ci siano molti modi per spostare i file. Ma questo non deve essere complicato. A seconda del caso d'uso, alcuni protocolli sono facili da consigliare.

  • Usa Windows e vuoi condividere file con i membri della famiglia? SMB
  • Hai una famiglia Apple invece? AFP
  • Vuoi condividere file tra due desktop basati su Linux? SMB
  • Desideri una connessione continua tra un desktop e un server basati su Linux? NFS
  • Vuoi qualcosa a cui davvero non importa quale sistema operativo preferisci? FTP
  • Hai bisogno di sicurezza quando sei lontano da casa? SFTP
  • Streaming di musica e video su una TV? DLNA

Non vuoi preoccuparti di una rete? È sempre possibile attenersi all'uso delle unità flash. O se stai lavorando con file multimediali di grandi dimensioni, potresti voler andare con un disco rigido portatile .

Leggi l'articolo completo: quale metodo di trasferimento file è il migliore per la tua rete domestica?