Questa app popolare durante la notte può aiutare le donne americane a riconquistare i “diritti all’aborto”?

Pochi giorni fa, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ribaltato la decisione Roe v. Wade del 1973, dichiarando che “la Costituzione non dà diritto all’aborto”, consentendo agli Stati di decidere se l’aborto è legale o meno. Questa mossa ha innescato un “terremoto” culturale globale: il presidente degli Stati Uniti Biden ha affermato che “questa sentenza ha riportato gli Stati Uniti indietro di 150 anni”. Il popolo americano è sceso in piazza per protestare uno dopo l’altro, e i leader di Regno Unito e Francia espresso pubblicamente le proprie critiche.

Dopo la nomina di tre giudici conservatori da parte dell’ex presidente degli Stati Uniti Trump, insieme all’ascesa del conservatorismo per molti anni, nel maggio di quest’anno si è verificata una “fuga di notizie” del progetto di sentenza del giudice conservatore Alito – “Roe v. Wade Case ” “È solo questione di tempo quando viene rovesciato.”

In superficie, è il diritto all’aborto, ma il “caso Roe v. Wade” è andato ben oltre l’ambito della salute e dei diritti delle donne ed è diventato una “proposta di vita o di morte” nella Costituzione degli Stati Uniti, legge , morale e politica.

I problemi che preoccupano maggiormente le donne americane si riflettono nella “popolarità” dell’applicazione per il monitoraggio del periodo mestruale Stardust. L’app è salita in cima all’App Store statunitense di Apple e ha promesso di crittografare i dati degli utenti e di non consegnarli al governo.

Le app possono aiutare le persone a riprendersi i diritti di aborto?

Il diritto all’aborto è stato ribaltato

Roe v. Wade è stato ribaltato, colpendo per la prima volta le donne in età fertile.

Gli “stati rossi” controllati dal Partito Repubblicano hanno bandito completamente l’aborto, e successivamente hanno progettato una legislazione per vietare alle donne in questo stato di recarsi in altri stati per abortire; mentre gli “stati blu” controllati dai Democratici non possono garantire che il il livello federale non emetterà un divieto completo sull’aborto in futuro e potrebbe anche essere coinvolto in cause legali con altri stati.

Per le donne in età fertile, il rischio legale di aborto è stato notevolmente aumentato e l’aborto stesso presenta alcuni rischi per la salute. Quindi, utilizzare mezzi tecnologici come Stardust, Clue e altre applicazioni software per osservare e registrare i cicli mestruali e le date della gravidanza. , diventa molto ragionevole.

Oltre a scaricare app di monitoraggio, le donne fanno anche scorta di contraccettivi di emergenza. Le farmacie CVS e Rite Aid Corp negli Stati Uniti hanno annunciato lunedì che limiteranno gli acquisti a un massimo di tre compresse a persona per garantire una fornitura continua.

Allo stesso tempo, anche la domanda di IUD, che possono fornire contraccezione a lungo termine, è in aumento e sempre più consumatori prendono appuntamenti online.

In secondo luogo, il processo di parto o aborto spontaneo diventa difficile per le donne che sono già in gravidanza. Un editoriale su The Lancet ha sottolineato che ci sono circa 120 milioni di gravidanze indesiderate in tutto il mondo ogni anno, di cui tre quinti finiscono con un aborto spontaneo, fintanto che i metodi raccomandati dal medico vengono utilizzati ed eseguiti da professionisti qualificati, è probabile che l’aborto sia sicuro.

121620682 optimised us abortion laws map nc - Questa app popolare durante la notte può aiutare le donne americane a riconquistare i “diritti all’aborto”?

Dopo che il diritto all’aborto è stato bandito in molti stati, se un paziente può abortire, in quali circostanze è adatto all’aborto e come definire la differenza tra aborto e aborto, non sono più diventati “probabilmente sicuri”. In Texas, “facilitare un aborto” è punibile fino all’ergastolo e i medici hanno semplicemente troppa paura di formulare raccomandazioni per “oltrepassare il limite”.

I gruppi di aborti negli “stati rossi” come il Mississippi e il Texas devono cercare aiuto in tutti gli stati. La distanza media che hanno ricevuto assistenza è aumentata da 25 miglia a 125 miglia. Queste persone sono spesso gruppi emarginati come minoranze e non sono ricchi.

Inoltre, anche le compagnie assicurative e le cliniche sono interessate. Il primo deve studiare le procedure legali per aiutare le donne incinte a eseguire aborti in tutti gli stati e deve far sì che i datori di lavoro e i gruppi di assistenza pubblica debbano affrontare costi di lavoro e garanzie logistiche più elevati. Cliniche e medici devono affrontare più dilemmi clinici, come come scegliere tra “isterotomia” e “svuotamento dell’aborto” – il primo non attiverà il divieto del “diritto all’aborto”, ma aumenterà il rischio di complicanze per i pazienti.

persecuzione dei dati

L’aborto è molto richiesto tra le donne americane. Un terzo aveva sperimentato un “aborto” nel senso più ampio, compreso l’uso della pillola abortiva.

Questa parte della domanda, nonostante l’applicazione di monitoraggio del periodo fisiologico fornita dalle società tecnologiche, fornisce una parte della soluzione, ma implica anche un rischio elevato. I dati su periodi mestruali, periodi di gravidanza, fluttuazioni ormonali, ecc. nell’app possono ora essere utilizzati per perseguire le donne che intendono abortire. Quegli stati che hanno “taglie di aborto” possono ancora utilizzare i dati per impegnarsi nella caccia alle streghe.

Il Texas ha approvato una legge l’anno scorso che darebbe a qualsiasi cittadino una taglia di almeno $ 10.000 se citare in giudizio con successo una donna incinta di sei settimane e intende abortire, un operatore sanitario o chiunque faciliti un aborto. Anche altri “stati rossi” hanno l’idea di imitazione.

118701174 gettyimages 1205059909 - Questa app popolare durante la notte può aiutare le donne americane a riconquistare i “diritti all’aborto”?

In questo caso, ha senso che Stardust sia “caldo”. Perché i fondatori hanno affermato con grande clamore che l’app utilizza la crittografia e che i dati non sono controllati dal governo. Secondo Sensor Tower, il 24 giugno, il giorno in cui il caso Roe v. Wade è stato ribaltato, Stardust ha registrato 135.000 nuove installazioni, con un aumento del 4.400 percento rispetto al giorno precedente. Il giorno successivo sono state aggiunte altre 200.000 installazioni e la classifica è salita dal numero 119 dell’App Store al numero 1.

Le preoccupazioni delle persone non sono senza motivo. Applicazioni di registrazione di dati fisici simili hanno avuto in precedenza “convinzioni” di condivisione di dati con società di tracciamento e società di analisi di terze parti. L’anno scorso, un’app chiamata Flo ha violato la sua politica sulla privacy e ha richiesto un accordo con la Federal Trade Commission degli Stati Uniti. Un’altra app chiamata Glow ha raggiunto un accordo con lo stato della California per aver esposto informazioni mediche sulle donne.

Se la crittografia di Stardust è affidabile, non ci sono ancora prove certe. Nella sua introduzione ufficiale, le parole “crittografia end-to-end” sono state eliminate: questo è ciò che è stato pubblicizzato in precedenza.

La cosa spaventosa è che non solo le app di monitoraggio mestruale, i browser, la cronologia delle ricerche, le e-mail, i messaggi di testo, i registri e altre app commerciali che devono essere aperte ogni giorno possono esporre i dati fisiologici degli utenti. La sentenza della Corte Suprema ha notevolmente amplificato le preoccupazioni sull’esposizione della privacy degli utenti.

Il registro ha recentemente contattato Amazon, Microsoft, Google, Meta e Twitter per chiedere: “Cosa farà la tua azienda per garantire che i dati che raccoglie non vengano utilizzati per perseguire le donne che cercano l’aborto e individui o organizzazioni che forniscono supporto per l’aborto?” Il gigante della tecnologia non ha risposto per il momento.

Dove iniziano i diritti umani

Il diritto all’aborto è importante e delicato perché coinvolge la questione giuridica di come il diritto è derivato.

In precedenza, il testo completo di una bozza di decisione nell’Organizzazione per la salute delle donne Dobbs v. Jackson (caso di aborto di 15 settimane nel Mississippi) sospettato di essere stato scritto dal giudice della Corte Suprema Sam El Alito (Alito) era stato esposto online. Il conservatore hardcore Alito ha attaccato direttamente Roe v. Wade, dicendo di aver commesso un “errore grossolanamente ridicolo” dall’inizio.

La sua opinione è che il diritto all’aborto non è né un diritto costituzionale né un diritto profondamente radicato nella storia della società americana, e la Corte Suprema semplicemente non ha motivo per “promulgarlo”. In altre parole, questa è una visione “originalista”: la Corte Suprema può solo interpretare e interpretare la costituzione e le leggi, non i legislatori.

c1 4340753 - Questa app popolare durante la notte può aiutare le donne americane a riconquistare i “diritti all’aborto”?

E la decisione radicale del 1973, quando la Corte Suprema fu legiferata per precedente, dichiarò direttamente legale il diritto all’aborto negli Stati Uniti. La sentenza lascia anche un “buco” difficile da colmare: anziché considerare il diritto all’aborto come un diritto fondamentale per garantire una completa tutela costituzionale, utilizza il controverso diritto alla privacy come teoria a sostegno del diritto all’aborto. Questo approccio è molto “attivo”.

Tuttavia, non a tutti i giudici conservatori piace l’”originalismo”, mentre ai giudici liberali piace l’”attivismo”. Tutti seguono ancora i propri valori, hanno bisogno dello scopo originale e, se hanno bisogno di essere attivi, possono muoversi e saltare ripetutamente.

Dopo che Roe v. Wade nel 1973 ha legalizzato il diritto all’aborto negli Stati Uniti, la questione dell’aborto è stata “estesa” da una questione di salute a una questione costituzionale e politica. Nell’azione affermativa degli anni ’60 e ’70, il dinamismo dei liberali della Corte Suprema degli Stati Uniti è stato sorprendente. Allo stesso tempo, anche le forze anti-aborto si sono spostate da locali a nazionali, espandendosi da un piccolo numero di cattolici a cristiani evangelici e conservatori sociali.

Poiché il diritto all’aborto dell’anno trae origine dal “diritto alla privacy”, il primo è stato bandito, il che significava anche che una serie di diritti alla privacy non erano così “stabili”. Sono diventati in gioco i relativi diritti al matrimonio tra persone dello stesso sesso, i diritti alla contraccezione.

74484774476b0f6c68586c69e4179913 - Questa app popolare durante la notte può aiutare le donne americane a riconquistare i “diritti all’aborto”?

Le persone sono più preoccupate per il possesso del diritto all’aborto. Se il corpo di una donna (incinta) appartiene a se stessa o al dominio pubblico come lo stato/la società ha interpretazioni diverse nei diversi paesi, regioni e culture. Allo stesso tempo, a chi appartiene il corpo del feto?

Dove inizia il diritto alla vita? Biologi di 15 paesi hanno dato la risposta da un punto di vista biologico: la vita e il diritto alla vita iniziano con l’unione di spermatozoo e uovo.

Dove iniziano i diritti umani, iniziano anche la morale e il diritto. Ma dove iniziano i diritti umani? Nessuno lo sa per certo.

Quando i diritti non possono essere definiti, la tecnologia su cui le persone hanno tanto fatto affidamento non può svolgere il suo ruolo.

#Benvenuto a prestare attenzione all’account WeChat ufficiale di Aifaner: Aifaner (WeChat: ifanr), contenuti più eccitanti ti verranno forniti il ​​prima possibile.

Love Faner | Link originale · Visualizza commenti · Sina Weibo