Il giocatore che ha postato “bel lavoro” nel gioco è in realtà un robot?

Per molto tempo incontreremo avversari robot (giocatori di intelligenza artificiale) che sono mentalmente handicappati o potenti nel gioco.A volte hanno una buona capacità di tiro, a volte si muovono stupidamente. Ma distinguerli è in realtà molto semplice: non importa quanto li ammiriamo o li spruzziamo, non risponderanno e nasconderanno il loro merito e la loro fama. Tuttavia, questa situazione potrebbe cambiare: presto, i giocatori robot di alto livello che uccidono indiscriminatamente nel gioco probabilmente giocheranno “bene” durante il gioco per impegnarsi nella mentalità dei compagni di squadra e aumentare (non) l’esperienza di gioco.

▲ L’IA del Re della Gloria sfida l’Illuminismo di Jue. Immagine da: inkl

La frase “Pensa, combatti, senti: come si sta evolvendo l’intelligenza artificiale dei videogiochi” nel “Guardian” indica che in futuro potremmo non essere in grado di distinguere se i giocatori nel gioco sono persone reali o robot. Potrebbero incoraggiarti quando fai clic per arrenderti Tu: Aspetta, possiamo tornare.

Ma questo è tutt’altro che sufficiente.

Nel maggio di quest’anno, il CEO di Sony Kenichiro Yoshida ha rilasciato una dichiarazione interessante: il loro dipartimento di ricerca sull’intelligenza artificiale Sony AI lavorerà con gli sviluppatori PlayStation per creare giocatori di intelligenza artificiale robotica. Questa non è una novità.La chiave è che ha affermato che “utilizzando l’apprendimento per rinforzo, stiamo sviluppando l’IA di gioco che può diventare avversari o compagni dei giocatori”. tentativi ed errori Come dare un feedback.

▲ Foto da: Karina Nooka

In breve, questi giocatori robot imiteranno i giocatori umani. In una certa misura, loro (loro) pensano.

Questo è solo l’ultimo esempio della continua iterazione e sviluppo dell’intelligenza artificiale nello sviluppo dei videogiochi. Poiché i giochi open world sono diventati più complessi e grandiosi, ora ci sono centinaia di personaggi e molteplici storie intrecciate. Gli sviluppatori devono costruire sistemi in grado di produrre ruoli intelligenti, reattivi e creativi per rispondere alle emergenze.

Lo sviluppatore del gioco Monolith ha creato l’acclamato sistema di intelligenza artificiale Nemesis, che consente ai nemici nel gioco di ricordare le loro battaglie con il giocatore, e quindi crea sangue e odio durante l’avventura. Vale a dire, i personaggi del gioco non sono più smemorati, ma lo faranno Porta rancore. Il gioco più recente “Watch Dogs” genera storie di vita, relazioni interpersonali e vita quotidiana per i giocatori e per ogni cittadino londinese che interagisce con loro. Pertanto, se un giocatore salva la vita di un personaggio un giorno, molto probabilmente il suo miglior compagno si unirà al campo del giocatore il giorno successivo. Sì, il personaggio del gioco non solo porterà rancore, ma ripagherà anche gratitudine.

▲ “Watch Dogs”. Immagine da: epicgames

Come generare automaticamente e casualmente interazioni e storie tra personaggi del gioco e giocatori non è in realtà un compito difficile.Il precedente gioco di avventura testuale AI Dungeon utilizzava il modellatore di linguaggio naturale GPT-3 di OpenAI per creare una nuova esperienza narrativa. In altre parole, i computer ora possono scrivere storie da soli.

Tuttavia, esiste un problema di diversità nel campo dell’intelligenza artificiale, principalmente perché la percentuale di donne e persone di colore non è elevata. Uno studio pubblicato dalla New York University nel 2019 ha rilevato che l’80% dei professori di intelligenza artificiale che hanno parlato ai principali eventi erano uomini, solo il 15% dei ricercatori di intelligenza artificiale di Facebook erano donne e solo il 10% di Google. Le statistiche per le persone di colore nel settore tecnologico sono anche peggiori: solo il 2,5% dei dipendenti di Google è nero; solo il 4% dei dipendenti di Facebook è nero. Il rischio di questa cultura del lavoro omogenea è che i pregiudizi di genere e di razza possano influenzare in modo incontrollabile gli algoritmi di intelligenza artificiale e i risultati risultanti replicheranno squilibri e pregiudizi radicati.

Negli ultimi cinque anni ci sono stati molti esempi di ciò, ad esempio alcuni sistemi di riconoscimento facciale discriminano le persone di colore o strumenti di reclutamento di intelligenza artificiale che preferiscono i candidati di sesso maschile.

In effetti, anche lo sviluppo dei videogiochi ha un problema di omogeneità simile: se vediamo l’intelligenza artificiale generare personaggi e storie diversi in futuro, gli sviluppatori dovrebbero anche considerare di diversificare i team dietro di loro? Le storie e le trame scritte dal computer saranno sempre tra due uomini americani? Mi dispiace, preferiamo guardare “American Beauty” piuttosto che “American Man”.

Sebbene lo status quo non sia ottimista, l’industria dei giochi si è resa conto di questo problema e ha iniziato a risolverlo.

Uma Jayaram è il direttore generale di SEED, un team di innovazione e ricerca applicata presso Electronic Arts. Come dirigente donna, sostiene naturalmente la diversità. Inoltre, come influente imprenditrice tecnologica, ha lavorato nei campi del cloud computing, della realtà virtuale, dei dati su larga scala e dell’intelligenza artificiale.La sua identità, influenza e attributi di lavoro la spingono a cercare di formare il suo team globale. Alla fine, i membri del suo team si trovano in Svezia, Regno Unito, Canada e Stati Uniti e hanno generi, razze e culture diverse. lei dice:

Un team diversificato è in grado di integrare più concetti e quindi sono più probabili più prodotti di riferimento (giochi). Questo tipo di gioco di benchmarking può anche permetterci di avere una visione ampia, conoscere gli altri e rafforzare la nostra empatia. I videogiochi sono in una certa misura un’estensione del nostro mondo fisico, un luogo in cui le persone trascorrono il loro tempo e sperimentano la felicità, esperienza che può essere ricondotta alla coscienza collettiva di sé e della comunità. Pertanto, di fronte a questa eccellente opportunità, abbiamo due modi per introdurre la diversità: consentire ai team che progettano e costruiscono questi mondi di raggiungere la diversità e consentire ai mondi che vengono creati e ai residenti che li abitano di raggiungere diversità.

“Uma Jayaram. Immagine da: businesswire”

Electronic Arts sta attualmente ricercando e sviluppando un sistema in grado di replicare le espressioni facciali, i tipi di pelle e i movimenti del corpo da video e foto attraverso l’apprendimento automatico, eliminando la necessità di portare gli attori negli studi di motion capture.

In teoria, questo dovrebbe ampliare la gamma di generi e razze che possono essere prodotti nel gioco. Jayaram ha dichiarato che Electronic Arts si impegna a utilizzare dati diversi nei suoi progetti di ricerca e sviluppo. La società sta inoltre valutando l’utilizzo di contenuti generati dagli utenti nei giochi e consentendo ai giocatori di catturare i propri ritratti ed espressioni sui propri smartphone o webcam e caricarli nel gioco per creare avatar unici.

Non abbiamo familiarità con questo tipo di piccola funzione, la chiave è se siamo disposti a caricare i nostri dati facciali.

American Electronic Arts (EA). Foto da: businesswire

Si sottolinea l’importanza dei dati diversificati perché in realtà correggono un fraintendimento dell’intelligenza artificiale: è in una certa misura oggettivo perché è il risultato del calcolo.

In effetti, l’algoritmo dell’IA si basa sui dati: se i dati provengono da un singolo dato demografico, rifletteranno la distorsione e i punti ciechi di quel gruppo.

“Siamo abituati a pensare all’intelligenza artificiale come un motore fisico o un codice di gioco multiplayer, a volte come qualcosa che accade dietro le quinte”, ha affermato Michael Cook, ricercatore di intelligenza artificiale e sviluppatore di giochi. “Ma l’intelligenza artificiale di oggi fa parte del lavoro creativo. Controlla il comportamento e le relazioni delle persone con intelligenza artificiale in “The Sims”; genera cultura e religione in giochi come “Cad Cave” e “Ultima Ratio Regum”. Sarà anche parte della dichiarazione politica nel gioco “Watch Dogs”. La responsabilità degli ingegneri dell’intelligenza artificiale nei confronti dei giocatori è grande quanto quella di sceneggiatori e designer. Possono creare un’esperienza felice e possono anche causare le lacrime di uomini e donne, anche se non lo fanno Non vengono scritte trame.Ad esempio, il recente gioco di avventura testuale AI Dungeon ha prodotto storie che possono causare danni al giocatore senza alcun preavviso.

▲Gioco “Ultima Ratio Regum”. Immagine da: [email protected]

In Microsoft, il team di ricerca sull’intelligenza artificiale dell’azienda di Cambridge sta conducendo diversi studi sull’apprendimento automatico e sui giochi, incluso il progetto Paidia, che sta studiando l’applicazione dell’apprendimento per rinforzo negli agenti di intelligenza artificiale dei giochi.Ad esempio, gli agenti di intelligenza artificiale possono interagire con i giocatori umani collaborano .

Microsoft vede anche il potenziale della modellazione dei giocatori: i sistemi di intelligenza artificiale imparano come agire e reagire osservando il comportamento dei giocatori umani nel mondo di gioco. Finché disponi di un’ampia base di giocatori, questo può essere un modo per aumentare la diversità dei dati inseriti nel sistema di apprendimento dell’IA. Katja Hofmann, la principale ricercatrice di Microsoft a Cambridge, ha dichiarato:

Il prossimo passo sarà la formazione per fornire ruoli più diversificati o umani. Lo scenario in cui i giocatori robot imparano dai giocatori umani è una delle direzioni più impegnative ma anche più emozionanti.

Katja Hofmann. Immagine da: slideslive

Simile alle opinioni dei precedenti addetti ai lavori dell’industria dei giochi, Katja Hofmann ha anche sottolineato: la tecnologia di intelligenza artificiale non porterà automaticamente un’esperienza di gioco diversificata. Gli sviluppatori e i creatori devono scegliere come utilizzare la tecnologia di intelligenza artificiale.Queste scelte determinano se i ruoli e le esperienze risultanti riflettono la diversità.

Che si tratti di un avversario robot in StarCraft o di una Go AI come AlphaGo o Tencent Juewu, l’industria dei giochi tende a progettare l’intelligenza artificiale come un sistema di confronto, il cui ruolo è quello di creare avversari o compagni di squadra più forti. Ma se guardiamo più lontano, vediamo altre opzioni. Il coder e professore della New York University Mitu Khandaker e l’esperta tecnica Latoya Peterson hanno fondato il suo studio Glow Up Games per creare giochi di narrativa sociale per un pubblico diverso. Il team sta attualmente sviluppando Insecure: The Come Up Game, un gioco mobile basato su popolari episodi HBO che consente ai giocatori di esplorare la relazione tra i personaggi.

▲ Immagine da: [email protected]

Lo studio di sviluppo Tru Luv ha precedentemente creato la popolare applicazione Self-Care e ora sta sviluppando una tecnologia di intelligenza artificiale che riflette la cultura dello studio diversificata, progressista e di supporto dell’azienda. Il fondatore di questo studio, Brie Code, ha affermato che la sua azienda ha attualmente un terzo di neri, indigeni e di colore, due terzi di donne, il 100% del team decisionale e un terzo del BIPOC (nero, popoli indigeni e di colore) e per due terzi delle donne, lavorano con consulenti e partner di comunità di sviluppo emergenti come Pakistan, Tunisia e Marocco.

Come Khandaker, Code crede che una forza lavoro diversificata possa non solo eliminare i pregiudizi che esistono nei giochi tradizionali, ma anche sviluppare nuove esperienze interattive. “Per molti anni, l’industria dei giochi si è concentrata su una piccola parte della psicologia umana”, ha detto. “È molto bravo a creare esperienze che aiutano le persone a provare un senso di realizzazione o dominio. L’IA di gioco creata da una forza lavoro diversificata darà vita a NPC ed esperienze che rappresentano l’ampiezza e la profondità dell’esperienza umana. Vedremo più sciocchezze. Zero -summa esperienza, più compassione, più risonanza emotiva, più intuizione, più trascendenza. Vedremo un formato di gioco nuovo di zecca, che mobiliterà maggiormente il senso di creatività, amore e felicità del giocatore, non solo un senso di vittoria e dominio. ”

▲ Immagine da: recensione sincronizzata

Ora che le console di gioco e i PC di fascia alta hanno capacità di elaborazione più potenti, la complessità dei sistemi di intelligenza artificiale aumenterà di conseguenza. Gli sviluppatori esploreranno elementi come l’elaborazione del linguaggio naturale, la modellazione dei giocatori e l’apprendimento automatico per sviluppare personaggi di intelligenza artificiale fantasiosi e reattivi. La questione chiave è la questione della diversità di cui sopra. Mike Cook ha detto che a causa del problema delle persone nel campo della ricerca sull’intelligenza artificiale, ci sono mancate molte idee e opinioni.

La diversità non riguarda solo l’evitare errori o danni, ma riguarda nuove idee, diversi modi di pensare e nuove voci. La diversificazione dell’IA dei giochi significa che le persone intelligenti possono mettere in pratica le loro idee, il che significa che l’IA non apparirà solo nei giochi in modi nuovi. Potrebbe anche significare che stanno arrivando nuovi tipi di gioco.

▲ I giochi diversificati rappresentano “The Sims”. Immagine da: origine

Quindi, tornando a ciò che dice il titolo, non importa che l’IA comunichi con i giocatori come persone reali nel gioco, l’importante è che in quale capacità l’IA comunichi con i giocatori…

#Benvenuto a seguire l’account WeChat ufficiale di Aifaner: Aifaner (ID WeChat: ifanr), i contenuti più interessanti ti verranno forniti il ​​prima possibile.

Ai Faner | Link originale · Visualizza commenti · Sina Weibo