Perché il MacBook Pro sembra più spesso?

Dopo il rilascio del nuovo MacBook Pro di Apple , ci sono state recensioni contrastanti sui cambiamenti nel suo design.

Offerta
2021 Apple MacBook Pro (16", Chip Apple M1 Pro con CPU 10-core e GPU 16‑core, 16GB RAM, 512GB SSD) - Grigio siderale
  • Chip Apple M1 Pro o M1 Max: un incredibile balzo in avanti per le prestazioni della CPU, della GPU e del machine learning
  • CPU fino a 10-core con prestazioni fino a 2 volte più veloci, per sfrecciare come mai prima d’ora anche con i flussi di lavoro3 più impegnativi.
  • GPU fino a 32-core per una grafica fino a 4 volte più scattante nelle app e nei giochi più complessi
  • Neural Engine 16-core per un apprendimento automatico fino a 5 volte più rapido
  • Più autonomia: fino a 21 ore

▲ Sinistra: PowerBook G4, destra: MacBook Pro 16 (2021)

Alcune persone dicono “Mream Back to the PowerBook G4”, alcuni dicono “È troppo spesso”, alcuni dicono “troppo brutto” e alcuni dicono “Finalmente l’ho capito”.

Rispetto allo stampo precedente, il nuovo MacBook Pro è infatti più arrotondato, e visivamente è davvero più “spesso”. La bellezza e la bruttezza sono più simili a giudizi soggettivi.

▲ MacBook Pro 16 (2021). Immagine da: The Verge

Per quanto riguarda “voglio capire”, è più come prendere la funzionalità come punto di partenza. Una maggiore scalabilità e un design della tastiera più pratico sono davvero più commisurati a Pro.

Nelle interviste precedenti , il team di sviluppo dei chip MacBook Pro e M ha anche ascoltato le esigenze di molti utenti professionali e le ha integrate con i prodotti, e ha tenuto presente “non creare arte, ma strumenti di produttività”, ed è così che è stato Nasce il nuovo MacBook Pro per utenti Pro.

▲ Architetto di chip Apple e vicepresidente Tim Millet (Tim Millet). Immagine da: Apple

Il messaggio del team di prodotto interno di Apple sembra avere un accenno di compromesso tra design e “funzione”. Anche con l’M1 Pro/Max, che è più efficiente dal punto di vista energetico, non ha completamente liberato le forti capacità di design di Apple.

Sembra che Apple stia iniziando a propendere per la funzionalità e minimizzare il design?

Dai un’occhiata più da vicino, la nuova scocca del MacBook Pro omette le linee rette e gli angoli acuti del “vecchio stampo” e utilizza una “curva” per far passare i due piani. I bordi non si restringono. Pertanto, lo spessore del nuovo MacBook Pro è paragonabile ai dati Il vecchio modello non è molto diverso, ma c’è una distinzione visiva.

Forse è questo il fascino del “design”.

Non solo il nuovo MacBook Pro ha linee rette ridotte e angoli acuti, ma anche nuovi prodotti come HomePod, iPad, Magic Keyboard o prodotti che stanno cambiando aspetto hanno tutti tendenze simili.

Le “curve” sono molto usate e le linee rette e gli angoli acuti portati dalla transizione dura sono molto meno. Se guardi da vicino, non puoi vedere dove finisce la linea retta o dove iniziano gli angoli arrotondati.

Dal punto di vista del linguaggio del design, i cambiamenti nell’aspetto di MacBook Pro sono più simili a convergenza e unificazione, piuttosto che a compromessi con il pragmatismo.

Qual è la forma del cerchio quadrato?

La parola quadrato è in realtà simile all’inglese Squircle, che è una combinazione di quadrato e cerchio.

▲ La differenza tra un rettangolo arrotondato e un cerchio quadrato Immagine da: Arthur Van Siclen

Ma non rappresenta una semplice sovrapposizione tangente di un cerchio e un quadrato (questo è un tipico rettangolo arrotondato), ma la curvatura della curva aumenterà gradualmente, aumentando gradualmente la curva visibile, e ha una transizione più fluida.

▲ La distanza a livello di pixel tra il rettangolo arrotondato e il cerchio quadrato. Immagine da: Arthur Van Siclen

Apple ha introdotto per la prima volta una curva di transizione “quadrata circolare” su iOS 7 ed è stata accompagnata da una transizione all’appiattimento. E da allora, il concetto di design del cerchio quadrato ha iniziato ad apparire anche nell’ecologia dell’hardware e del software di Apple.

Tale cambiamento è stato in realtà portato da Jonathan Ive, l’ex chief design officer di Apple. Quando ha parlato se violasse la filosofia di design di Steve Jobs, Ive ha anche sottolineato che il cerchio quadrato è solo un pixel. È ancora un rettangolo arrotondato in Essenza.Un tale cambiamento non è andato contro i desideri di Jobs.

▲ Macintosh dotato di un processore da 68 K. Immagine da: macgui

Già quando l’interfaccia grafica Macintosh è stata sviluppata, a causa della potenza di calcolo limitata del processore 68K del Macintosh in quel momento, non poteva supportare operazioni in virgola mobile, quindi era impossibile disegnare ellissi con algoritmi convenzionali.

L’ingegnere Apple Bill Atkinson (Bill Atkinson) ha ideato un algoritmo intelligente per utilizzare addizioni e sottrazioni per sostituire operazioni complesse come moltiplicazione, divisione e quadratura. Ma questo non è stato elogiato da Jobs, ma ha voluto usarlo per disegnare un rettangolo arrotondato.

▲ Quello a destra è Bill Atkinson. Immagine tratta da: Apple

La cosa successiva è che il mondo familiare è pieno di rettangoli arrotondati, e così dovrebbe essere il Macintosh. Nei mesi successivi, sono comparsi rettangoli arrotondati in ogni angolo dell’interfaccia utente.

La storia del cerchio quadrato è più lunga di quella del Macintosh, ma la sua prima apparizione non è nel campo del design, ma nella matematica. Il primo che risale al 1818, l’essenza dei ricercatori del limite dell’indice delle equazioni ellittiche.

Quando applicato a casi reali, era nella pianificazione urbana di Stoccolma, in Svezia, nel 1959.

▲ Il famoso design del cerchio quadrato nel centro di Segel Square a Stoccolma, Svezia.

Molteplici strade principali convergono per formare un grande spazio rettangolare. Per fare un uso più ragionevole dello spazio e non interferire con il traffico, come consulente, Piet Hein ha combinato creativamente matematica e arte e l’ha risolto con un’equazione multivariata. E la soluzione di questa equazione è “cerchio quadrato”.

Compatibile con la scorrevolezza del traffico e l’estetica, era il vantaggio che il cerchio quadrato portava al prodotto in quel momento.

Quali sono i vantaggi di un design circolare quadrato?

Dopo Peter Hein, anche l’architetto Zaha Hadid ha utilizzato un gran numero di curve con diverse curvature nelle sue opere: il Grand Theatre di Guangzhou e l’aeroporto di Pechino Daxing sono le sue opere principali.

È stata chiamata la “Regina della Curva” dal “Guardiano”, e ha dato una valutazione di “ha liberato la geometria dell’architettura e ha dato loro una nuova forza espressiva”.

Che si tratti dei prodotti Apple o degli edifici di Hadid, l’uso di superfici curve invece di transizioni nette rimuove il segno della produzione di massa di prodotti industriali ed elimina le tracce di fabbricazione.

▲ Tastiera magica per iPad Pro. Immagine da: Arthur Van Siclen

La superficie di transizione morbida non ricorda quasi le linee di assemblaggio industriali, la produzione di automobili e i prodotti standard che escono dal laboratorio. Più è evocare la roccia che è stata affilata nel ruscello di montagna, ed è più simile a un prodotto della natura. Non è più un prodotto inorganico freddo, ma una sostanza organica con un po’ di temperatura.

Oltre ai sentimenti personali più vaghi, i continui cambiamenti di curvatura porteranno anche alcune ottimizzazioni più pragmatiche.

La piazza circolare quadrata nel centro di Stoccolma è un esempio di facilità di traffico e comfort.

Inoltre, Jürg Nänni, l’autore del libro “Visual Perception”, una volta ha sottolineato che la retina umana può elaborare i cerchi molto più velocemente degli angoli. Rispetto agli angoli retti, gli oggetti arrotondati sono più facili da riconoscere dall’occhio umano.

Sui prodotti Apple non è tanto l’eliminazione dei rettangoli arrotondati, ma la verità è che sta eliminando la transizione difficile: dalle icone di iOS a una serie di pulsanti interattivi su iOS e macOS, sono tutti diventati dei cerchi quadrati, che sono più facili da identificare e più facili da identificare.La concentrazione è una considerazione e la semplicità di eliminare il senso industriale è un’altra.

Dopo iPhone X, gli angoli arrotondati del telaio esterno dell’iPhone si adattano perfettamente agli angoli arrotondati del sistema, che è un ovvio esempio della convergenza ecologica dei design morbidi e duri di Apple.

L’aspetto dell’HomePod è quello di utilizzare il “cerchio quadrato” all’estremo, indipendentemente dall’angolo della luce, non produrrà ombre nette.

▲ HomePod e vari altri prodotti simili.

Eliminare le tracce industriali, portare i prodotti di elettronica di consumo con la temperatura e conformarsi al linguaggio di progettazione dei sistemi software, significa consentire al recente design industriale di Apple di inclinarsi gradualmente verso un “cerchio quadrato”.

Con così tanti vantaggi, perché apparire solo sui prodotti Apple?

A differenza del brevetto Apple per i rettangoli arrotondati, il cerchio quadrato più antico non è esclusivo. Insieme all’attuale sistema industriale sviluppato, non è difficile ottenere una transizione quadrato-circolare nei prodotti.

Proprio come i deboli processori su Macintosh non erano in grado di eseguire operazioni in virgola mobile in passato, nella produzione industriale è necessario avere un forte controllo del design industriale e un budget di spesa sufficiente per controllare rigorosamente la fonderia fino al prodotto finito. , Non è così facile.

Il rettangolo arrotondato raschiato da iOS 7 è quasi diventato la forma di presentazione principale di molti sistemi e interazioni. Nell’hardware, la transizione del cerchio quadrato non è ancora apparsa in altri marchi e il sistema e l’hardware sono progettati in modo uniforme, il che è uno dei pochi.

Il cambiamento nel linguaggio di design del nuovo MacBook Pro è un po’ come l’iPhone X che ha aperto l’unificazione del design software e hardware, ed è anche il linguaggio di design che Apple sta migliorando costantemente.

In questo processo, Apple ha anche considerato requisiti funzionali sufficienti, come le opinioni dei team di workflow professionali, e “sistemare il caos” su varie interfacce, invece di passare alla ricerca dell’estrema frivolezza.

Non più dominato dal design, né dominato dalla funzione, ma per pesare i due, da un lato, seguire la tendenza del design coerente con la propria ecologia, dall’altro, la funzionalità non sarà compromessa per la ricerca di un design senza vincoli.

#Benvenuto a seguire l’account WeChat ufficiale di Aifaner: Aifaner (ID WeChat: ifanr), i contenuti più interessanti ti verranno forniti il ​​prima possibile.

Ai Faner | Link originale · Visualizza commenti · Sina Weibo