Recensione della soundbar Polk React: conveniente, espandibile e anche intelligente

Di gran lunga il più grande vantaggio dell’acquisto di una soundbar è la semplicità. Un altoparlante, due cavi e bam! Un suono decisamente migliore di quello che la tua TV può fare da sola. Ma poiché le soundbar aggiungono funzionalità come subwoofer , altoparlanti surround o funzionalità vocali, anche il loro prezzo e la loro complessità tendono ad aumentare.

La Soundbar Polk React  da $ 250 è progettata per rimediare in qualche modo a questo. Di per sé, è un altoparlante intelligente alimentato da Alexa in grado di fornire un suono surround virtuale decente. Ma puoi anche potenziare il sistema a una configurazione 5.1 completa aggiungendo il Polk Subwoofer Wireless  da $ 200 e i Diffusori Polk Surround  da $ 200.

Polk Audio React Sub - Subwoofer wireless per Polk React Soundbar
  • Bassi profondi e di grande impatto con le soundbar della serie Polk React, si posiziona praticamente ovunque, collegamento wireless con la soundbar Polk React
  • Potete metterlo praticamente ovunque Con un design semplice e la connettività wireless, React Sub si nasconde facilmente nella vostra stanza senza perdere un solo watt delle sue prestazioni.
  • Maggiore estensione dei bassi Il woofer a corsa lunga e ad alta escursione di React Sub sposta più aria di un sub tradizionale per una maggiore estensione e bassi più profondi.
  • Preciso impatto dei bassi L'esclusiva porta a bassa turbolenza con tubo svasato di React Sub mantiene ottimali le prestazioni dei bassi per un preciso impatto.
  • Auto regolazione di EQ Polk Bass Adjust EQ regola automaticamente le impostazioni di una soundbar della serie React per adattarsi ai bassi aggiuntivi di React Sub.
Polk Audio SR2 - Altoparlante surround wireless per Polk React e MagniFi 2 Soundbar
  • Diffusori wireless Surround da abbinare alle soundbar Polk React e MagniFi 2, installabili a parete e scaffale, facile installazione e configurazione
  • Sistema audio surround – non è necessario alcun ricevitore AV, per godere di un suono surround di Polk Polk, con il Polk SR2 è possibile espandere il sistema audio TV a un vero suono 5.1
  • Sistema di riscaldamento 5.1 con POLK REACT – Aggiungi il Wireless Surround Speaker Polk SR2 al Polk React TV Soundbar con Alexa Built-in, con un ulteriore Polk React Sub otterrete un sistema audio senza fili 5.1 Home Theater
  • Sistema di riscaldamento 5.1 con POLK MAGNIFI 2 - Aggiungi il Wireless Surround Speaker Polk SR2 al Polk MagniFi 2 TV Soundbar con Google Chromecast per un sistema audio senza fili 5.1 Home Cinema
  • Potenza straordinaria: l'amplificatore di ogni altoparlante fornisce un driver appositamente progettato per offrire un suono surround fantastico per i tuoi momenti più belli di film

Quell’investimento da $ 650 rivaleggia o batte la concorrenza? Controlliamolo.

Cosa c’è nella scatola?

Polk confeziona la soundbar React con tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare, incluso un cavo HDMI, un cavo ottico, un telecomando con batterie, un modello per il montaggio a parete e l’hardware per il montaggio a parete. C’è una discreta quantità di polistirolo da buttare (o riciclare se esistono strutture adatte vicino a te) e anche un certo numero di sacchetti di plastica.

Design

Con una larghezza di soli 34 pollici, Polk React  dovrebbe essere facile da posizionare davanti a quasi tutti i televisori e la sua altezza di 2,2 pollici significa che è abbastanza corto da evitare di bloccare la parte inferiore dello schermo (e qualsiasi ricevitore a infrarossi che potrebbe trovarsi lì) .

Polk React Soundbar
Rich Shibley / Tendenze digitali

L’esterno (quasi) completamente avvolto in tessuto grigio scuro è perfettamente neutro e richiama pochissima attenzione su se stesso, che secondo me è esattamente quello che vuoi in una soundbar. Penso che sia molto più attraente del primo sforzo di Polk su una soundbar intelligente: la Polk Command Bar  da $ 299.

Polk Audio - Soundbar/Command Bar, sistema audio con Amazon Alexa Sistema Soundbar. Nero
  • Esperienza cinematografica in soggiorno: con tecnologia brevettata Polk VoiceAdjust, per dialoghi cristallini, subwoofer wireless e una disposizione speciale dei driver
  • La decodifica del suono Dolby/DTS garantisce un'esperienza home theatre coinvolgente
  • Compatibile con i più recenti contenuti 4K e HDR
  • HDMI 2 x IN (4K), 1 x OUT (ARC)
  • Ascolto di musica garantito: streaming tramite Wi-Fi o Bluetooth musica da Amazon Prime Music, TuneIn e Spotify

Sulla superficie superiore, sembra che qualcuno abbia perforato un foro di dimensioni Echo Dot nell’altoparlante e poi vi abbia fatto cadere un Echo Dot. Questo non è poi così lontano dalla verità: quel set circolare di pulsanti e microfoni sono davvero i segni rivelatori che React è anche un altoparlante intelligente Alexa.

A differenza di Sonos Beam  o Arc o Bose Soundbar 300 , l’utilizzo di Alexa è fondamentale per la configurazione di React, ma ne parleremo più avanti.

Nascosti dietro l’esterno in tessuto di React ci sono due driver midrange, due tweeter e due radiatori passivi dei bassi. Sono anche nascosti (fino a quando non si accendono) due indicatori LED: una lunga barra orizzontale segmentata che svolge il doppio compito di indicatore di livello per impostazioni come volume e bassi, nonché i segnali di risposta animati e colorati di Alexa e un piccolo punto LED che si illumina di colori diversi a seconda del segnale sorgente (blu per Bluetooth, verde per Dolby Audio, ecc.).

Il subwoofer wireless React, come tanti altri subwoofer, è una scatola nera di base, ma grazie alla sua forma rettangolare, potresti trovare più facile nasconderti dietro o accanto a un divano rispetto ad alcuni dei design più cubici che abbiamo visto.

Ma sono molto preso dagli altoparlanti posteriori wireless Polk SR2 opzionali. Hanno una griglia in tessuto che si abbina alla soundbar React e una forma trapezoidale che offre loro molta flessibilità in termini di posizionamento. I loro piedini in gomma li consentono di sedersi comodamente su qualsiasi superficie, mentre i loro fori filettati standard per il montaggio degli altoparlanti consentono di utilizzare una varietà di supporti e supporti di terze parti. Oppure puoi semplicemente utilizzare l’hardware di montaggio incluso. I diffusori surround raramente si distinguono per il loro design, il che rende l’SR2 un cambiamento rinfrescante.

Connessioni

Ingressi della soundbar Polk React
Rich Shibley / Tendenze digitali

Il Polk React  è abbastanza scarno dal punto di vista delle connessioni. Hai una singola porta HDMI ARC per solo audio, una porta ottica nel caso in cui la tua TV non supporti HDMI ARC e una porta USB. Non c’è un ingresso analogico, quindi non contare sulla possibilità di collegare una sorgente audio cablata esterna come un lettore multimediale portatile.

Inoltre, non è possibile utilizzare l’ottico e l’HDMI ARC come ingressi separati. Si escludono a vicenda. Il collegamento di uno di loro blocca l’altro.

Installazione e configurazione

Sì, è possibile utilizzare la soundbar Polk React  da sola, senza configurarla per l’uso con Amazon Alexa, ma se questo è il tuo intento, ti consiglio di trovare una soundbar diversa. L’accesso Wi-Fi, l’audio multiroom e le funzioni degli altoparlanti intelligenti richiedono tutti l’app Alexa.

La buona notizia è che la procedura per configurare React utilizzando l’app Alexa non potrebbe essere più semplice.

Posiziona semplicemente la soundbar e collegala alla tua TV. Se la tua TV ha HDMI ARC e non ti dispiace sacrificare una porta HDMI sulla tua TV, usa quella connessione: consentirà alla soundbar di controllare le funzioni di volume / mute della TV e viceversa. Altrimenti, una connessione ottica va bene e non influirà affatto sulla qualità del suono.

Collega il cavo di alimentazione e apri l’app Amazon Alexa. Entro pochi secondi, l’app riconoscerà automaticamente che React è disponibile per essere configurato e ti chiederà di farlo.

Polk React Soundbar con telecomando
Rich Shibley / Tendenze digitali

Suggerimento: se non hai mai scaricato o utilizzato l’app Alexa prima, dedica qualche minuto a scaricarla e creare un nuovo account o utilizzare il tuo account Amazon esistente. Farlo prima di accendere React per la prima volta renderà il processo molto più fluido.

L’app Alexa ti guiderà attraverso alcuni passaggi come scegliere la posizione di React nella tua casa e scegliere un servizio musicale predefinito.

Se si opta per il subwoofer wireless o i surround SR2, il processo di aggiunta dovrebbe essere altrettanto indolore. Tutto quello che dovevo fare era collegarli all’alimentazione e React li riconosceva automaticamente e creava una connessione wireless. Un messaggio vocale mi ha persino notificato che gli altoparlanti SR2 dovevano essere aggiornati prima che potessero funzionare e la barra React ha eseguito automaticamente l’aggiornamento e si è riavviata. Non ho mai sperimentato una configurazione così semplice.

Dico che questo “dovrebbe” essere indolore perché, per me, lo era. Tuttavia, il nostro senior editor Caleb Denison ha anche impostato una soundbar React e ha scoperto che l’aggiunta dei surround non è andata altrettanto bene (guarda la nostra recensione video sopra).

Qualità del suono

Di per sé, la soundbar Polk React  suona davvero bene considerando le sue dimensioni e il prezzo. A differenza di molti altoparlanti economici, mantiene un eccellente bilanciamento delle frequenze. I registri più alti come il parlato sono chiari e precisi, i toni medi sono ben resi e il basso è molto più forte di quanto mi aspettassi, dato che la soundbar si basa su radiatori passivi dei bassi – non driver alimentati – per la sua fascia bassa.

Polk React Soundbar
Rich Shibley / Tendenze digitali

Se hai utilizzato gli altoparlanti integrati della tua TV, React sembrerà un aggiornamento serio. Polk promette “suono surround virtuale grande, dettagliato,” e direi che React offre ampiamente su questo – almeno nelle categorie “grande” e “dettagliato”.

Per quanto riguarda la simulazione di una vera configurazione audio surround, non ha così tanto successo come, ad esempio, la Bose Soundbar 300. Il React offre certamente un palcoscenico ampio e piacevole che riempie facilmente anche stanze di dimensioni moderate con il suono, ma non riesce l’effetto avvolgente che i migliori sistemi surround virtuali possono fare. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che la barra React è in realtà un altoparlante a due canali con driver destro e sinistro separati. Quando devi virtualizzare un canale centrale, non lascia molto spazio per virtualizzare anche due canali surround.

Polk offre quattro preset di equalizzazione: musica, film, sport e notte. Musica e film mi sembravano molto simili. La notte attenua la maggior parte delle frequenze più basse, rendendo meno probabile che disturberai altre persone nella tua casa che stanno cercando di dormire, e lo sport dovrebbe davvero essere chiamato “discorso” poiché migliora le frequenze più alte per una migliore chiarezza del dialogo.

La soundbar è anche un esecutore davvero fluido quando si tratta di musica, ma è qui che entra in gioco la connessione Wi-Fi, abilitata dall’app Alexa. React ha il Bluetooth, quindi puoi riprodurre musica in streaming da qualsiasi smartphone, tablet o computer, ma otterrai una qualità migliore se esegui lo streaming utilizzando i servizi disponibili nell’app Alexa o tramite Spotify Connect.

Subwoofer Polk React Soundbar Altoparlante surround Polk React Soundbar SR2

La mia unica lamentela è che l’app Alexa manca del supporto nativo per alcuni servizi. Tidal e YouTube Music sono notevolmente assenti, anche se c’è un’abilità Tidal per Alexa che può essere utilizzata per superare questa limitazione. E poiché React non ha AirPlay o Chromecast, dovrai usare il Bluetooth se il tuo servizio preferito non è elencato.

L’aggiunta del subwoofer wireless fa esattamente quello che ti aspetteresti. I bassi di fascia bassa vanno da qualcosa che senti a qualcosa che senti anche tu, una componente fondamentale per i fan dei film d’azione.

L’aggiunta degli altoparlanti surround wireless SR2 fornisce finalmente la profondità mancante, anche se, come sottolinea Denison nella sua recensione video, è necessario aumentare il livello su questi altoparlanti per ottenere il massimo da essi.

Parlando di come ottenere il massimo dai surround, una cosa che non troverai da nessuna parte nelle istruzioni è che puoi regolare il comportamento di questi altoparlanti durante la riproduzione di musica. Quando si avvia un flusso musicale, il sistema riproduce per impostazione predefinita tramite la barra React da solo, con l’aiuto del subwoofer se ne hai uno.

Se vuoi ascoltare anche la musica dai dintorni, devi premere il pulsante Music sul telecomando. Una pressione passerà a una “modalità tutto stereo” che riproduce i canali anteriori sinistro / destro negli altoparlanti posteriori. Curiosamente, se si preme quindi il pulsante Movie, si sposterà il bilanciamento verso la parte anteriore della stanza, ma manterrà parte del programma proveniente dall’ambiente circostante.

Non mi è chiaro perché Polk abbia nascosto questa funzione o perché utilizzi i pulsanti della modalità EQ per controllarla, ma è lì e funziona bene. La modalità completamente stereo racchiude un pugno infernale quando si ascolta la musica, perfetta per le feste.

Controlli e usabilità

Il telecomando di React non è elegante, ma è una buona cosa. È comodo da usare, ha pulsanti dedicati per tutte le impostazioni più importanti e, anche se non è retroilluminato, le etichette bianche sulla superficie nera e gommata sono facili da leggere anche in una stanza abbastanza buia. Se non vuoi dire “Alexa” prima di emettere un comando vocale, puoi invece premere il pulsante Alexa dedicato.

Mi piace particolarmente il fatto che se aggiungi gli altoparlanti wireless SR2, il telecomando ti offre i controlli del volume e del bilanciamento solo per quei canali.

L’unico componente mancante è il controllo della riproduzione durante lo streaming di musica, che è una strana omissione. Date le generose opzioni musicali di React (inclusa l’archiviazione MP3 su un dispositivo USB) penseresti che ci sarebbe almeno un pulsante di riproduzione / pausa. Polk ci dice che Alexa può essere utilizzato per questo in alternativa.

Telecomando della soundbar Polk React
Rich Shibley / Tendenze digitali

Il telecomando sembrava anche avere difficoltà a trasmettere i suoi comandi a infrarossi alla soundbar. Ho dovuto continuare a regolare l’angolazione del telecomando mentre lo puntavo verso la barra – a volte il pulsante premuto si registrava subito, altre volte per niente.

Nelle istruzioni, Polk avverte che se una fonte di luce è puntata direttamente sul sensore IR della soundbar, ciò potrebbe causare interferenze, ma sono abbastanza certo che non fosse così.

Portare Alexa nell’equazione porta il controllo al livello successivo. Non solo puoi utilizzare React per la miriade di attività che possiamo assegnare agli altoparlanti intelligenti come comunicarci le previsioni del tempo o impostare promemoria, ma ti consente anche di richiamare qualsiasi musica o podcast dai servizi disponibili.

Usare Alexa o l’app Alexa per controllare la riproduzione della musica è facile, ma limitato. Puoi accedere a brani, album e playlist, ma non è possibile aggiungere nuovi preferiti o creare playlist: tutto ciò deve essere fatto nell’app del servizio pertinente. Certamente non può essere paragonato a ciò che offre Sonos, ma poi di nuovo, Sonos Beam costa molto di più.

Vorrei che tu potessi usare Alexa per comandi basati sulla TV come poter accendere e spegnere la TV o cambiare gli ingressi (qualcosa che puoi fare sulla Bose Smart Soundbar 300), ma al momento non è incluso in React.

La nostra opinione

Sebbene non offra la stessa versatilità di altre soundbar intelligenti come Sonos Beam o Bose Smart Soundbar 300, Polk React ha un grande valore sia per i film che per la musica e può essere espansa facilmente e in modo economico in un vero surround 5.1 sistema home theater audio.

C’è un’alternativa migliore?

Se desideri una soundbar di fascia media che funge anche da altoparlante intelligente, semplicemente non c’è nient’altro sul mercato che si avvicini al Polk React  per il prezzo.

Se sei disposto a spendere $ 150 in più, entrambi i Sonos Beam  e Bose Soundbar 300  ti offrono una scelta di assistente vocale, migliori opzioni di streaming musicale e audio multiroom migliore. Ma costa molto di più per espanderli in sistemi audio surround completi.

Se vuoi solo una semplice soundbar senza campane e fischietti, il Vizio V21 è difficile da battere a soli $ 180, che include un subwoofer wireless.

Quanto durerà?

Polk Audio ha la reputazione di realizzare altoparlanti solidi e il React sembra seguire questa tendenza. Viene fornito con una garanzia di un anno sull’amplificatore e una garanzia di tre sugli altoparlanti. Mi aspetto che durerà per molti anni a venire.

Dovresti comprarlo?

Sì. Il Polk React è semplice da usare e suona alla grande sia per i film che per la musica. La possibilità di espanderlo in modo economico e utilizzarlo come altoparlante intelligente sono utili extra.

Aggiornamento, 24 aprile: questa recensione inizialmente indicava che gli altoparlanti surround non funzionavano con la musica in streaming, tuttavia un rappresentante Polk ha successivamente fornito le istruzioni mancanti per far sì che gli altoparlanti emettessero musica.