Che cos’è una curva gamma logaritmica nella cinematografia?

Quando una fotocamera scatta una foto, utilizza un algoritmo per assegnare un valore a ciascun pixel dell’immagine in uscita. Questo algoritmo fa riferimento ad una curva su un grafico che trae una conclusione tra la luce in ingresso e la gamma di valori che la telecamera è in grado di trasmettere.

Quando scatti con una curva gamma log, ti ritroverai con quella che gli addetti ai lavori chiamano registrazione flat log dell’immagine. Una registrazione lineare è quella in cui non viene applicata alcuna curva. L’immagine sembra essere molto più contrastata di quanto dovrebbe essere perché una registrazione lineare è ponderata per favorire le parti più luminose dell’immagine.

Sebbene amiamo un prodotto finale contrastato e dinamico, è un aspetto che dovrebbe essere effettivamente applicato in post-produzione, non conferito durante l’acquisizione. Come mai? Continua a leggere e ringraziaci più tardi.

Che cos’è un profilo immagine piatto?

Nell’esempio sopra, puoi vedere il profilo colore del registro originale all’opera dietro questa immagine valutata finale. Questi valori “piatti” sono stati sollevati per un tipo di appeal più cinematografico.

I profili immagine piatti sono l’opposto dei look glamour ed eccitanti che siamo abituati a vedere sul grande schermo.

In effetti, sono noti per ridurre anche le scene girate con le migliori fotocamere disponibili e illuminate a una qualità simile allo stato della videocamera domestica. È un aspetto sfortunato e deludente, ma che porta con sé molti vantaggi in post.

Scattare “log” non è necessariamente un’opzione su tutte le fotocamere prosumer là fuori, ma puoi ottenere un’approssimazione molto vicina con l’opzione del profilo immagine “piatta” della tua fotocamera. Lo troverai nelle impostazioni che utilizzi per modificare lo stile dell’immagine o il controllo dell’immagine.

Correlati: cos’è la fotografia computazionale e come funziona?

L’acquisizione di filmati utilizzando un profilo immagine piatto invece di uno stile di registrazione ottimizzato per il contrasto impedisce all’alchimia del profilo di passare attraverso valori che potrebbero essere vicini ma che, in realtà, non sono esattamente gli stessi. Quando questo filmato verrà elaborato in un secondo momento, tutti questi valori sfumati verranno conservati per te.

Come? Come mai? Riguarda la curva gamma logaritmica. Come funziona una curva log gamma? Perché è ancora importante? Scopriamolo.

Che cos’è una curva gamma logaritmica?

Prima di intraprendere questo viaggio, chiariamo innanzitutto cosa significa “log”. Log è l’abbreviazione di logaritmo.

Quando si traccia una funzione logaritmica su un grafico cartesiano, appare come nell’immagine sopra.

Conversione video da analogico a digitale

Quando la luce colpisce il sensore della fotocamera , viene convertita in un segnale di tensione. Questa serie di segnali di tensione attraverso l’intero sensore è ciò che diventa l’immagine fotografica. Più intenso è ogni singolo raggio di luce, maggiore è la tensione che la fotocamera è programmata per produrre in quel punto del sensore.

Nel video, una codifica a 8 bit offre 256 valori discreti di esposizione, con bianco e nero ai due estremi. La fotocamera assegna a ciascun pixel dell’immagine uno di questi valori in base all’ampiezza del segnale di tensione che attivano.

Verticalmente, sull’asse Y, immagina una rappresentazione in bit analoga alla luce reale che entra nella fotocamera su scala esponenziale. Lo scopo di questo grafico è distribuire regolarmente questi bit esponenziali in modo che a ogni stop della gamma dinamica venga assegnata un’assegnazione uguale ed equidistante.

Orizzontalmente, lungo l’asse X, abbiamo la gamma dinamica che la fotocamera è in grado di catturare, 256 valori in totale. Per confrontarlo con le mele dell’asse Y per le mele, lo abbiamo diviso in otto sezioni, o “stop”, di 32 unità ciascuna, ciascuna corrispondente a un livello verticale di 8 bit.

Sopra, puoi vedere un grafico che rappresenta una registrazione lineare di un’immagine. Questo produce una foto perfettamente valida in molti casi; infatti, l’aspetto di una registrazione lineare sarà di solito molto più cinematografico di una registrazione di registro.

Lo svantaggio di una registrazione lineare, tuttavia, è che priva alcuni valori della profondità di bit che meritano. Perdiamo così tante informazioni nelle nostre ombre; il nostro primo intervallo di 32 unità viene compresso in soli due bit, il secondo in soli quattro bit e così via.

La sovrapposizione di entrambi questi grafici ci dà un’idea visiva di quale sia esattamente la differenza. La curva log gamma conserva la relazione tra il nostro asse lineare e il nostro asse esponenziale. La registrazione lineare no.

Come? Controlla l’estremo superiore. Due alla settima potenza è 128, mentre due all’ottava è 256.

Chi tiene il conto a casa sa già che, con le nostre divisioni di 32 unità in gioco lungo il fondo, il “salto” che prendiamo ad ogni intervallo verticale esponenziale non è uguale al salto che prendiamo contemporaneamente sull’asse orizzontale.

Risolvere tutto

Pensaci. Hai 256 valori con cui lavorare in totale, rappresentati e semplificati lungo l’asse orizzontale. Per qualsiasi cosa oltre una certa soglia di illuminazione (in questo caso, qualsiasi cosa oltre un “2” in basso), sono disponibili 250 di questi valori da assegnare lungo l’asse verticale.

Ciò si traduce in un’esperienza ricca e immersiva nelle aree della cornice al di sopra di questa soglia.

Per qualsiasi cosa al di sotto di questa soglia, tuttavia, la tua fotocamera ha solo quattro valori tra cui scegliere. Questo è il modo in cui le ombre scure vengono lasciate “schiacciate” , senza dettagli, e rese in modo molto meno bello di quanto avrebbero potuto essere altrimenti.

In ogni punto lungo la curva logaritmica rossa, il valore dell’asse X è perfettamente uguale al valore dell’asse Y. Ciò consente a ogni aspetto dell’immagine di ricevere lo stesso “trattamento” in termini di profondità di bit.

Invece di semplificare le aree scure in un blocco solido e impenetrabile sullo schermo, puoi “raggiungere” le tue ombre e accedere ai dettagli che la fotocamera è ora in grado di raccogliere.

Correlati: che cos’è una gamma di colori?

Detto questo, una rappresentazione logaritmica completamente fedele della luce di solito non apparirà molto drammatica o addirittura attraente. Le registrazioni del registro non superano il resto finché non sei finalmente riuscito a pubblicare. Fanno una tela superiore per quello che verrà.

Facciamo i conti così non devi farlo tu

Il grande asporto qui? Dovresti essere il registro delle riprese, soprattutto se sei un direttore della fotografia a cui piace la sensazione di tirare fuori ogni minimo dettaglio. Durante l’elaborazione e la classificazione dei filmati in post, non c’è confronto. Una curva gamma logaritmica fa il lavoro ogni volta.

È probabile che, se il tuo filmato è difficile da colorare, non è la tua fotocamera o anche la tua disposizione delle luci. Se la tua attrezzatura è in grado di sparare in piano, ti consigliamo vivamente di provare il log.