È necessario eseguire l’aggiornamento a NVMe? 6 motivi per restare con gli SSD SATA

upgrade-nvme-SSD

Acquista un nuovo computer o desideri aggiornare? È possibile che si sia verificato un nuovo tipo di archiviazione noto come NVMe (Non-Volatile Memory Express).

Gli SSD NVMe offrono significativi miglioramenti della velocità rispetto agli SSD SATA che oggi sono diventati un luogo comune nei computer. Un NVMe "lento" potrebbe essere ancora tre volte più veloce dell'SSD SATA fornito con il laptop. Le recensioni ti diranno che anche se un marchio NVMe ha prestazioni scarse rispetto ad altri, è comunque meglio di SATA.

Ma è davvero vero e dovresti passare a NVMe?

1. Il tuo SSD SATA non è il motivo per cui il tuo PC si sente lento

Un disco rigido diviso a metà
Credito di immagine: Markus Spiske / Unsplash

La tua esperienza attuale sembra lenta? Le tue app impiegano troppo tempo a caricarsi? Stai notando un ritardo? In tal caso, mentre una nuova unità di archiviazione può migliorare la situazione, dipende dal tipo di unità attualmente in uso.

Se il tuo computer è in esecuzione su un disco rigido rotante o su un HDD, ti consigliamo di sostituirlo con un SSD per la velocità. Il tempo necessario per far girare un HDD ha un notevole impatto sulla velocità e sostituirne uno con un SSD SATA è un modo semplice per far sentire di nuovo un vecchio PC.

Ma se hai già un SSD, il tuo problema probabilmente risiede nel fatto che la RAM è insufficiente, una CPU obsoleta o obsoleta o la mancanza di una scheda grafica dedicata.

In altre parole, un SSD NVMe può far sentire un computer veloce, ma è probabile che un SSD SATA non faccia rallentare un PC a meno che non si trasferiscano spesso file di grandi dimensioni e non si stanchi di guardare una barra di avanzamento.

2. Le unità SATA sono più economiche

Quando la maggior parte di noi pensa allo stoccaggio, pensiamo allo spazio, non alla velocità. Le unità SATA non ti daranno la stessa velocità delle loro alternative NVMe, ma ti offriranno molto più spazio per i tuoi soldi.

Se hai superato la tua unità attuale, gli SSD SATA possono darti un terabyte o due di spazio di archiviazione al prezzo di un'unità NVMe da 250 GB o 500 GB ad alte prestazioni, come quelle di Samsung.

Detto questo, i prezzi di NVMe stanno scendendo. Se si opta per una delle opzioni NVMe più lente, come le unità entry-level di Intel o Western Digital, i risparmi sono minori (ma lo è anche la notevole differenza di velocità).

A quel punto, devi chiederti se preferisci un SSD SATA di fascia alta o un SSD NVMe di fascia bassa. Ci sono fattori da considerare qui oltre alla velocità, come il prossimo motivo per considerare SATA su NVMe.

3. Gli SSD SATA consumano meno energia

Le unità NVMe possono raggiungere velocità di trasferimento drasticamente più elevate rispetto alle unità NVMe, ma assorbono anche più energia per farlo. Alcuni modelli hanno un impatto simile sulla durata della batteria dell'utilizzo di un disco rigido rotante.

È possibile vedere lo stesso fenomeno quando si confrontano SSD PCIe e SSD SATA .

Le unità di archiviazione in genere non fanno parte del computer che consumano più energia. Ma le unità SSD SATA hanno raggiunto un punto di maturità in cui sorseggiano relativamente poco succo. Nel frattempo, le aziende stanno sperimentando selvaggiamente con le unità NVMe. Quindi, sebbene il formato abbia il potenziale per consumare meno energia e alcune unità effettivamente lo fanno, questa non è ancora la norma.

4. Gli SSD NVMe sono più propensi a perdere i tuoi dati

Questa prestazione elevata e il conseguente consumo di energia hanno un'altra conseguenza. Gli SSD NVMe possono surriscaldarsi e questo può portare a guasti hardware e perdita di dati.

Alcune unità NVMe funzionano in modo così caldo che sono consigliate per l'uso desktop, dove si ha lo spazio per più flusso d'aria. Alcune unità sono dotate di dissipatori di calore.

Tuttavia, le unità NVMe hanno iniziato ad apparire nei laptop e molte persone le hanno installate da sole senza bruciare tutto l'hardware compatto. In definitiva, la probabilità di surriscaldamento dipende dalla forza con cui si spinge l'unità e dalla capacità di raffreddare la macchina.

Se sei un fotografo o un editor video che manipola costantemente grandi volumi di dati o sei un giocatore che spinge la tua macchina al limite per ore ogni giorno, sei più a rischio di qualcuno che utilizza principalmente il proprio computer per scrivere documenti. Ma anche questo non importa se il tuo PC ha una scarsa ventilazione.

Vuoi anche prestare molta attenzione al marchio che acquisti.

5. Gli SSD SATA funzionano con più hardware

SATA non è un tipo di disco rigido. È l'interfaccia utilizzata dal disco rigido per interfacciarsi con il computer. Lo standard SATA è stato sviluppato durante la rotazione dei dischi rigidi.

Quando sono arrivati ​​nuovi SSD, i produttori li hanno resi compatibili con la stessa porta SATA. In questo modo è possibile sostituire il disco rigido esistente senza bisogno di una macchina completamente nuova.

Le unità NVMe non si adattano alle porte SATA. Richiedono invece porte m.2 .

Molte schede madri desktop più recenti sono dotate di porte m.2 come opzione aggiuntiva e più di alcuni laptop moderni hanno eliminato completamente SATA. Ma se hai una macchina più vecchia, probabilmente non puoi usare uno di questi dischi rigidi senza ottenere una nuova scheda madre o sostituire il tuo laptop. Anche quando ottieni un nuovo PC, un SSD SATA è ancora un buon modo per trasformare la tua vecchia macchina in un media server domestico più veloce.

6. Gli SSD hanno raggiunto un punto di rendimenti decrescenti

Un SSD WM Blue NVMe

Le velocità dell'unità di archiviazione sono già così elevate che quando molte persone che passano da un SSD SATA a un SSD NVMe non notano nemmeno la differenza.

L'installazione di un'unità NVMe renderà probabilmente l'avvio del computer più veloce, ma con quale frequenza riavvii il computer e noteresti se il processo impiegasse dieci secondi anziché 20? Alcune app verranno caricate più rapidamente, ma è solo se il codice è ottimizzato per farlo. E quando le app si avviano già in una frazione di secondo su un SSD SATA, c'è solo così tanto tempo che puoi raderti.

Laddove gli SSD NVMe possono avere il maggiore impatto è il trasferimento di file di grandi dimensioni. Se importi regolarmente foto RAW o sposti file video, ridurre quel tempo di dieci o venti minuti non è nulla da annusare. Potresti voler pagare un premio per ridurre i tempi di trasferimento.

Ma anche quando si tratta di giochi, per cui molte di queste unità sono pubblicizzate, probabilmente non noterai una grande differenza a meno che gli sviluppatori non abbiano ottimizzato il software per sfruttare le unità più veloci.

Chi dovrebbe acquistare SSD NVMe?

Le unità NVMe non sono una cattiva tecnologia. I miglioramenti che riducono la latenza e accelerano i trasferimenti di dati simultanei mostrano come stanno migliorando le unità di archiviazione. Ma come i primi tempi degli SSD SATA, c'è un certo grado di costo (e, in misura minore, rischio) che viene fornito con la transizione così presto.

Quando devi ottenere le massime prestazioni dalla tua macchina, gli SSD NVMe sono senza dubbio la strada da percorrere. Quando ogni minuto impiegato per il trasferimento dei dati è un minuto in cui non puoi lavorare per un cliente, ha senso ridurre quel tempo come puoi.

Tuttavia, come avere 16 GB o 32 GB di RAM, la maggior parte di noi non ha bisogno di quel tipo di alimentazione. È allettante avere la macchina con il prezzo più alto che si possa comprare, ma non è necessario sprecare, soprattutto quando si scelgono componenti per costruire il proprio PC . Per la maggior parte delle persone, un SSD SATA funziona ancora bene.

Credito di immagine: breakermaximus / Depositphotos

Leggi l'articolo completo: dovresti eseguire l'upgrade a NVMe? 6 motivi per restare con gli SSD SATA