Instagram vieta agli influenzatori di promuovere il tabacco e lo svapo nei contenuti di marca

Gli influencer dei social media su Instagram non sono più autorizzati a promuovere lo svapo, i prodotti del tabacco o le armi come parte delle regole recentemente aggiornate sulla piattaforma.  

Instagram di proprietà di Facebook ha annunciato mercoledì che i post di marca che promuovono tali beni non sono più consentiti su nessuna piattaforma di social media.  

"Non saranno consentiti contenuti di marca che promuovono beni come lo svapo, i prodotti del tabacco e le armi. Le nostre politiche pubblicitarie hanno da tempo vietato la pubblicità di questi prodotti e inizieremo ad applicarlo nelle prossime settimane ”, si legge in un blog che annuncia gli aggiornamenti.  

Un portavoce di Instagram ha detto a CNBC che questa è la prima istanza in cui la piattaforma sta limitando il tipo di articoli che possono essere promossi attraverso i contenuti di marca.

A giugno, Instagram ha introdotto annunci di contenuti con marchio , una forma di pubblicità che consente agli influencer di lavorare con i marchi per promuovere post oltre i loro follower. Gli annunci di contenuti con marchio sono indicati con un tag "partnership pagata con" e vengono visualizzati nel feed delle notizie, nonché nella scheda "Storie".  

Anche se Instagram ha analizzato altri contenuti di marca che promuovono prodotti come procedure di chirurgia estetica o particolari prodotti dietetici , questi articoli non fanno parte del nuovo divieto e richiedono invece restrizioni speciali.  

La mossa di Instagram arriva alla fine di un anno quando lo svapo e le malattie che possono essere causate da esso hanno fatto grandi titoli e sono stati i principali argomenti di dibattito. La società di sigarette elettroniche Juul è stata al centro della controversia, e i legislatori e i critici della società indicano le pratiche di marketing di Juul su piattaforme come Instagram come lo svapo che alimenta i giovani.  

La Federal Trade Commission ha avviato un'indagine contro Juul in agosto. L'agenzia sta valutando se Juul abbia usato o meno pratiche di marketing ingannevoli per indirizzare i propri prodotti ai minori. Gli investigatori sono anche interessati all'assunzione di influenzatori di Juul per promuovere i suoi prodotti di sigarette elettroniche e se gli influenzatori sono stati usati per attrarre minori. Da allora Juul ha eliminato tutte le sue pagine sui social media.  

Juul pubblicizza i suoi prodotti come un'alternativa più sicura al fumo di sigaretta, spingendosi addirittura verso quei fumatori che vogliono smettere. Sstudies mostrano che i fumatori di sigarette elettroniche hanno meno probabilità di smettere di fumare rispetto ai fumatori che non hanno mai usato questo tipo di dispositivi.