La borsa Hermès da 200.000 dollari è fatta di funghi, la comprereste ancora?

La pelle è sempre stata considerata un rappresentante di materiali di fascia alta. Il suo colore speciale, la qualità resistente e la scarsità l’hanno resa popolare nel settore della moda. Un gran numero di borse Hermès sono realizzate in pelle.

Anche quando collabora transfrontaliera, sceglie principalmente la pelle. Apple e Hermès hanno lanciato un Apple Watch personalizzato che utilizza anche un cinturino in pelle, di alta qualità.

Di recente, Hermès ha lanciato una borsa in pelle. In passato, la maggior parte di queste borse Birkin poteva essere messa all’asta a un prezzo di quasi 200.000 dollari USA, ma questo nuovo prodotto è in qualche modo speciale.

È fatto di funghi.

Bestseller n. 1
Chicca Borse Bag Borsa a Mano in Pelle Made in Italy 35x28x16 cm
Borsa a Mano con cartellino Chicca Borse; Prodotto in pelle di Mucca realizzato in Italia; Articolo artigianale, le misure possono differire di 1-2 cm da quelle indicate
52,80 EUR
Bestseller n. 2
Chicca Borse Handbag Borsa a Mano da Donna con Tracolla in Vera Pelle Made in Italy 35x28x16 Cm
Borsa a Mano con cartellino Chicca Borse; Prodotto in pelle di Mucca realizzato in Italia; Articolo artigianale, le misure possono differire di 1-2 cm da quelle indicate
47,80 EUR
Bestseller n. 3
Tuscany Leather TLBag Borsa a mano con accessori oro Nero
Borsa Frame; Pelle martellata; Fodera in poliestere; Costruzione semi-rigida; Misure 28.00 x 39.00 x 18.00 cm, 1.60 kg
128,10 EUR

Borsa Hermes realizzata con funghi

La borsa di cui sopra è un nuovo prodotto prodotto congiuntamente da Hermès e dalla società di biomateriali MycoWorks. Rispetto ai prodotti precedenti, la sua particolarità è che la materia prima è un materiale di coltivazione vegetale Sylvania, ed è composta da micelio di funghi.

Secondo il buon senso, i funghi sono generalmente morbidi ed è quasi impossibile ottenere la stessa tenacità della pelle bovina. Tuttavia, le aziende di biomateriali hanno scoperto che i funghi formano naturalmente una struttura a rete durante la crescita, il che lo rende Può essere riempito in qualsiasi forma desiderata .

Dopo un processo di fermentazione unico, il micelio può crescere liberamente nel vassoio e, dopo aggiustamenti di compressione simili, la sua consistenza diventa uniforme e resistente.

MycoWorks afferma di aver collaborato con Hermès tre anni fa per sviluppare un nuovo materiale in pelle vegetale, che produce materie prime, mentre Hermès ha conciato e adattato questo materiale in pelle vegetale chiamato Sylvania in una conceria francese.

Se non lo sottolinei, la gente comune difficilmente può vedere che questa piccola borsetta in pelle è fatta di micelio di funghi. In termini di aspetto, sia che si tratti di rughe o di colore graduale, sembra uguale alla vera pelle, e il portavoce di MycoWorks ha anche sottolineato in particolare:

È conforme a tutti i test standard per la pelle, tra cui resistenza alla trazione, resistenza all’abrasione, solidità del colore, ecc., E supera persino i requisiti dei test standard in alcuni indicatori.

A giudicare dai discorsi pubblici di Hermès, questa non è una prova dell’acqua. Il materiale in pelle vegetale Sylvania sarà sempre più utilizzato nella sua categoria di borse da viaggio in pelle e quest’anno verranno lanciati prodotti corrispondenti.

Infatti, non è la prima volta che materiali in pelle vegetale vengono utilizzati in prodotti di abbigliamento di moda.L’azienda messicana Desserto ha sviluppato una pelle vegetale utilizzando i cactus locali. Desserto ha affermato che poiché i cactus hanno bassi requisiti ambientali, sono necessari solo 200 litri di acqua per far crescere un chilogrammo di cactus, che è molto più basso di altre piante.

▲ Borsa in pelle di cactus

Inoltre, Desserto raccoglie solo foglie di cactus mature e non danneggia le piante di cactus stesse, quindi possono essere raccolte ogni 6-8 mesi per ottenere una rigenerazione continua. Esistono altre pelli vegetali a base di ananas, olio vegetale, buccia di riso, ecc. Tuttavia, rispetto al micelio di funghi utilizzato da MycoWorks, ha un vantaggio in quanto ha un ingombro ridotto e può essere coltivato all’interno.

Per quanto riguarda il prezzo del prodotto, la pelle vegetale non è bassa. Secondo Forbes , Bolt Threads, che ha lanciato in precedenza prodotti in pelle vegetale, vende piccole borsette che vanno dai 400 ai 500 dollari, il che non è economico. Hermès utilizza la pelle vegetale Sylvania. A fine anno saranno in vendita anche le borse in pelle realizzate e, essendo uno dei noti marchi del lusso, il prezzo non sarà certo basso.

Sebbene possa essere prodotta in serie, il vantaggio della pelle vegetale non è nel prezzo, ma nel ridurre i danni all’ambiente, anche questo è un punto di forza che molte aziende di biomateriali e marchi di moda come Hermes hanno sottolineato al pubblico.

La prossima tendenza della moda, è la pelle al vegetale?

Se Bolt Threads era solo un tentativo attivo di creare un nuovo marchio quando ha lanciato le borse in pelle vegetale nel 2018, allora il 2021 sarà l’anno in cui l’industria della moda utilizza la pelle vegetale. L’aggiunta del marchio di moda Hermès rende la pelle vegetale sempre più materiale. fuoco.

Inoltre, Kering Group, la società madre di Lululemon, Gucci e Stella McCartney, ha anche annunciato che aumenterà i suoi investimenti in pelle vegetale e accelererà il lancio dei prodotti corrispondenti.

▲ Stella McCartney e Bolt Threads hanno lanciato congiuntamente abbigliamento in pelle vegetale

La pelle vegetale può guadagnare il favore dei marchi di moda ed è strettamente correlata allo sviluppo della tecnologia.La tecnologia Bolt Threads sta diventando sempre più matura e anche Kering Group e Bolt Threads hanno formato un’alleanza commerciale. Il Gruppo Kering fornisce fondi a 7 cifre per aiutare Bolt Threads ad accelerare lo sviluppo della catena industriale di produzione.

Rispetto alla tradizionale pelle animale, la pelle vegetale presenta evidenti vantaggi nel ciclo di coltivazione. Che si tratti di mucche o coccodrilli e altre comuni pelli animali nell’industria della moda, il ciclo di coltivazione è calcolato su base annuale, che richiede più tempo, che è anche In una certa misura, la scarsità di prodotti in pelle è stata accresciuta.

Il ciclo di produzione delle piante sarà più breve, il cactus sopra menzionato è di 6-8 mesi e Bolt Threads, un marchio di pelle vegetale a base di micelio di funghi, può essere coltivato anche entro “settimane” ed entrare rapidamente in produzione.

▲ Bolt Threads afferma che il materiale può crescere nelle cellule miceliali entro due settimane

D’altra parte, l’uso della pelle animale è stato anche messo in discussione da alcuni consumatori. L’anno scorso, Hermès è stata boicottata dalle organizzazioni per il benessere degli animali perché prevedeva di costruire una fattoria in Australia che può ospitare 50.000 coccodrilli, anche se il governo locale ha finalmente approvato il progetto.

I prodotti più rispettosi dell’ambiente sono più attraenti per alcuni consumatori. Nielsen, un’organizzazione di ricerche di mercato, una volta ha pubblicato un rapporto in cui si afferma che 2/3 dei consumatori globali (compreso il 73% dei post-80 e post-90) hanno espresso la volontà di essere I marchi sostenibili pagano di più.

Questo è anche il punto che le aziende di biomateriali hanno sempre sottolineato. Le emissioni di carbonio della pelle vegetale sono inferiori a quelle dell’allevamento animale. La maggior parte dei materiali proviene dalla natura. Quando i consumatori votano con oro vero e ombre bianche, aziende di moda come Hermes andrà naturalmente. Prova nuovi materiali e piante come cactus, funghi, ecc., anche se hanno bisogno di essere espanse, sono buone per proteggere l’ambiente.

Inoltre, a causa delle restrizioni delle leggi nazionali locali e dell’influenza dell’opinione pubblica dei consumatori, le aziende di moda come Gucci hanno sottolineato gli sforzi dei loro marchi e delle catene industriali correlate per raggiungere la neutralità del carbonio e hanno espresso la necessità di utilizzare materiali più sostenibili. Uno degli eventi più importanti nel settore della moda, la London Fashion Week ha anche iniziato a cercare di implementare attività senza pellicce nel 2018. L’intera sede della moda non utilizzerà prodotti contenenti pellicce di animali.

I vantaggi della pelle vegetale in termini di ciclo produttivo e tutela ambientale hanno spinto le aziende di moda a sceglierla: è prevedibile che aziende come Lululemon e Gucci quest’anno produrranno in serie prodotti di moda contenenti pelle vegetale.

E la loro produzione continua guiderà anche lo sviluppo della catena industriale, che favorisce l’abbassamento del prezzo dei prodotti in pelle vegetale. Bolt Threads ha anche affermato che l’alleanza con il Gruppo Kering li aiuterà la produzione di massa, che a sua volta guiderà la riduzione del prodotti in pelle vegetale Alla stessa fascia di prezzo dei prodotti in pelle animale.

Oltre alla tendenza, la pelle vegetale deve ancora risolvere molti problemi

Dal punto di vista dei consumatori, la pelle vegetale è davvero un buon materiale alternativo. Tuttavia, a causa del numero relativamente ridotto di prodotti venduti in questa fase, è impossibile effettuare una valutazione completa della qualità di tali prodotti. Dopo che i prodotti corrispondenti sono venduto in grandi quantità quest’anno, al fine di ottenere una valutazione intuitiva.

La velocità di produzione e la portata della pelle vegetale possono essere accelerate dall’iniezione di capitale da parte dei marchi di moda sulla base della tecnologia esistente, ma il ciclo di produzione più veloce rispetto alla pelle animale pone anche un nuovo problema per le industrie di beni di lusso come Hermes.

Una caratteristica importante dei beni di lusso è la scarsità. In precedenza, che si trattasse di pelle di coccodrillo o di vitello, era necessario allevare animali per diversi anni e l’aspetto non corrispondeva necessariamente agli standard. Ciò si traduceva in un numero limitato di borse in pelle che può essere venduto ogni anno., E poi forma scarsità, spingendo le persone a pagare un valore maggiore per questo.

Ma quando si parla di pelle vegetale, la quantificazione e la produzione in serie sono le sue caratteristiche importanti. Dopo aver perso la sua scarsità, anche i marchi di lusso come Hermès devono pensare a come migliorare l’esperienza del prodotto. Solo affidarsi a materiali ecocompatibili non può garantire il valore di il prodotto Aspetta che la freschezza passi. Se la gente pagherà ancora per la pelle vegetale è un punto interrogativo.

Inoltre, come materiale emergente, non si sa ancora quanto sia ecologica la pelle vegetale. Dopo tutto, la protezione dell’ambiente non può essere raggiunta da una certa misura di un’azienda o cambiando un materiale in pelle vegetale, ma richiede la partecipazione dell’intera catena industriale.

La pelle artificiale rappresenta anche una grande percentuale di prodotti in pelle. La maggior parte di essi raffina direttamente i prodotti petroliferi per produrre poliuretano o PVC. Questo processo di produzione rilascia anche una grande quantità di carbonio e richiede decenni.Può essere decomposto naturalmente. La pelle vegetale è anche pelle artificiale e non esiste un confronto chiaro dei dati per il divario tra i due.

Bolt Threads, che è piuttosto influente nel settore della pelle vegetale, ha anche affermato che non esiste un riferimento completo dei dati per il momento, quanto carbonio viene emesso dalla pelle vegetale e quante risorse vengono consumate durante l’intero ciclo di produzione.

In fondo, c’è un precedente prima. Il cosiddetto sacchetto di plastica biodegradabile non si è degradato dopo essere stato interrato per tre anni. Al contrario, può continuare ad essere utilizzato, e può essere caricato anche con 2,3 kg di detriti.

Temo che tutto possa essere visto solo quando Bolt Threads completerà un’analisi indipendente del ciclo di vita della pelle vegetale nel 2021. Se la pelle vegetale può ridurre in modo significativo le emissioni di carbonio in quel momento, non sarà lontano dal giorno in cui diventerà popolare .

#Benvenuto a seguire l’account WeChat ufficiale di Aifaner: Aifaner (ID WeChat: ifanr), ti verranno forniti contenuti più interessanti il ​​prima possibile.

Ai Faner | Link originale · Visualizza commenti · Sina Weibo