Mouse ottico vs. laser

miglior mouse da gioco razer lancehead

Che tu lo stia usando per lavoro o per gioco, le nostre mani generalmente tengono in mano un topo ogni giorno, cioè un topo meccanico. Avere un buon mouse può aiutarti a evitare di affaticare mani e polsi, specialmente se usi il computer per lunghe ore alla volta. Puoi trovarne uno nei negozi di tecnologia, nei negozi di libri e persino in alcune farmacie. Puoi persino trovare un mouse per mancini con un design ergonomico.

Un mouse del computer è costruito da uno dei due design di base: uno che utilizza un sensore ottico e uno basato su un laser. La scelta del mouse da acquistare può dipendere da quale di questi design è il migliore per te. Quindi, probabilmente ti stai chiedendo: qual è la differenza tra un mouse con sensore ottico e uno basato su laser? Inoltre, quale mouse è meglio? Diamo un'occhiata.

Indovina un po? Tutti i topi sono ottici

I topi moderni sono fondamentalmente telecamere. Scattano costantemente foto, anche se invece di catturare il tuo viso, afferrano le immagini della superficie sottostante. Queste immagini non sono pensate per la pubblicazione sui social media, ma vengono invece convertite in dati per tracciare la posizione corrente della periferica su una superficie. Alla fine, hai una fotocamera a bassa risoluzione nel palmo della tua mano, altrimenti noto come sensore CMOS. Combinati con due obiettivi e una fonte di illuminazione, tracciano le coordinate X e Y della periferica migliaia di volte al secondo.

Tutti i topi sono ottici, tecnicamente, perché scattano foto, che sono dati ottici. Tuttavia, quelli commercializzati come modelli ottici si basano su un LED a infrarossi o rosso che proietta la luce su una superficie. Questo LED è generalmente montato dietro una lente ad angolo, che focalizza l'illuminazione in un raggio. Quel raggio viene rimbalzato sulla superficie, attraverso l'obiettivo di "imaging" che ingrandisce la luce riflessa, e nel sensore CMOS.

mouse da gioco recensione aukey km c4
Bill Roberson / Tendenze digitali

Il sensore CMOS raccoglie la luce e converte le particelle di luce in una corrente elettrica. Questi dati analogici vengono quindi convertiti in 1 e 0, con conseguente acquisizione di oltre 10.000 immagini digitali al secondo. Queste immagini vengono confrontate per generare la posizione precisa del mouse, quindi i dati finali vengono inviati al PC padre per il posizionamento del cursore da uno a otto millisecondi.

Sui mouse a LED più vecchi, troverai il LED che punta verso il basso e che illumina un raggio rosso sulla superficie che viene vista dal sensore. Salta avanti anni dopo e la luce a LED viene proiettata ad angolo – e in genere invisibile (infrarossi). Questo aiuta il mouse a seguire i suoi movimenti sulla maggior parte delle superfici.

I mouse laser usano un raggio preciso e invisibile

Nel frattempo, Logitech si prende il merito di aver introdotto il primo mouse per utilizzare un laser nel 2004. Più specificamente, si chiama diodo laser a emissione di cavità verticale (o VCSEL ) che viene utilizzato in puntatori laser, unità ottiche, lettori di codici a barre, e altro ancora

Questo laser a infrarossi sostituisce il LED a infrarossi / rosso sui modelli "ottici", ma non preoccuparti. Non danneggerà i tuoi occhi, perché i laser usati dai topi non sono potenti (tuttavia, non premere la tua fortuna e fissalo per minuti alla volta).

Sono anche a infrarossi – al di fuori dello spettro visibile – quindi non vedrai un fastidioso bagliore rosso che emana da sotto il mouse.

Razer Mamba 2015
Bill Roberson / Tendenze digitali

Un tempo si riteneva che i modelli laser fossero di gran lunga superiori alle versioni "ottiche". Nel tempo, tuttavia, i mouse ottici sono migliorati e ora funzionano in una varietà di situazioni con un alto grado di precisione. La superiorità del modello laser derivava dalla maggiore sensibilità rispetto ai topi basati su LED. Tuttavia, a meno che tu non sia un giocatore PC, questa probabilmente non è una caratteristica importante.

La partita di boxe ha inizio

Quindi qual è la grande differenza tra l'uso di un mouse ottico e un mouse laser, se l'unica differenza è l'illuminazione?

Per cominciare, entrambi i metodi usano le irregolarità di una superficie per tenere traccia della posizione della periferia. Ma un laser può approfondire la trama della superficie senza bruciare il materiale. Ciò fornisce ulteriori informazioni per il sensore CMOS e il processore all'interno del mouse per destreggiarsi e passare al PC di appartenenza.

Ad esempio, sebbene il vetro sia trasparente, ci sono ancora irregolarità estremamente piccole che possono essere tracciate da un laser, consentendo al mouse host di spostarsi su un tavolo di vetro, ma non perfettamente. Nel frattempo, potremmo posizionare l'ultimo mouse ottico sulla stessa superficie e non è in grado di tracciare alcun movimento. Posiziona la superficie di vetro su un desktop nero e il mouse non è ancora in grado di tracciare il movimento. Rimuovi il vetro e il mouse ottico funziona perfettamente.

Ovviamente, le possibilità che tu abbia bisogno di usare un mouse su una superficie di vetro sono estremamente rare, ma illustra come i due processi di illuminazione differiscono nelle prestazioni. Un LED seguirà le anomalie rilevate sullo strato più in alto di una superficie, mentre un laser può approfondire la ricerca di ulteriori dettagli di posizione. I mouse ottici funzionano meglio su superfici non lucide e tappetini per mouse, mentre un mouse laser può funzionare praticamente su qualsiasi superficie lucida o non lucida.

Precisione vs. sensibilità

Il problema con i topi basati su laser è che possono essere troppo precisi, raccogliendo informazioni inutili come le colline invisibili e le valli di una superficie. Questo può essere problematico quando ci si sposta a velocità più basse, causando "jitter" del cursore sullo schermo o ciò che è meglio noto come accelerazione. Il risultato è un monitoraggio 1: 1 errato derivante da dati inutili generati nel mix di tracciamento generale utilizzato dal PC. Il cursore non apparirà nella posizione esatta nel momento esatto in cui la tua mano intendeva. Sebbene il problema sia migliorato nel corso degli anni, i mouse laser non sono ancora l'ideale se si stanno disegnando dettagli in Adobe Illustrator.

Detto questo, il jitter non ha nulla a che fare con il numero di punti per pollice che un mouse può tracciare al secondo. Al contrario, il jitter è legato a tutto ciò che viene scansionato dal laser, raccolto dal sensore e consegnato al processore del PC genitore per la mappatura del cursore sullo schermo. Per alleviare alcuni dei nervosismi, è possibile abbandonare le superfici a base di stoffa e posizionare una superficie dura e scura al di sotto, in modo che il laser non raccolga dati inutili di spazzatura.

Un'altra opzione sarebbe quella di abbassare la sensibilità. La risoluzione del sensore CMOS in un mouse è diversa da una fotocamera perché si basa sul movimento. Il sensore è costituito da un numero prestabilito di pixel fisici allineati in una griglia quadrata. La risoluzione deriva dal numero di singole immagini catturate da ciascun pixel durante un movimento di un pollice fisico attraverso una superficie.

Poiché i pixel fisici non possono essere ridimensionati, il sensore può utilizzare l'elaborazione delle immagini per dividere ogni pixel in pezzi più piccoli. Detto questo, tutti i topi hanno una risoluzione fisica impostata e la maggiore sensibilità deriva da un algoritmo all'interno del sensore per aumentare il movimento del cursore sullo schermo anche se i movimenti fisici del mouse rimangono invariati. Pertanto, quanto più si avvicina alla risoluzione di base, tanto meno dati posizionali sulla posta indesiderata vengono raccolti dal sensore in un mouse basato su laser.

Per dirla più semplicemente, sensibilità più basse comportano anche movimenti più precisi.

Che è migliore?

Tutto dipende dall'applicazione e dall'ambiente circostante. Se guardi il marchio Logitech G , noterai che Logitech si concentra principalmente sui mouse a LED quando si tratta di giochi per PC. Questo perché la base di clienti è in genere seduta a una scrivania e forse utilizza anche un tappetino per mouse progettato per il miglior monitoraggio e attrito. I giocatori di PC semplicemente non vogliono errori di precisione, inclusa l'attuale azienda.

Eppure i topi basati su laser non sono esattamente fuori dal quadro. Logitech offre una manciata che non è esattamente orientata ai giocatori, mentre il suo più grande concorrente , Razer, elenca un numero di topi basati su laser specifici del giocatore nel suo negozio online. Razer preferisce la tecnologia laser perché offre una maggiore sensibilità per i movimenti fulminei nei giochi. Nel complesso, non pensiamo che la tecnologia ottica o laser sia, da sola, sufficiente per raccomandare un mouse particolare per i giochi .

La nostra raccomandazione è più definitiva nell'uso corrente e in ufficio. Un mouse laser potrebbe essere l'ideale quando ci si trova in una stanza d'albergo, nel salotto sdraiati sul divano, scorrendo Facebook in Starbucks, bloccato in una riunione del consiglio di amministrazione e così via. Le prestazioni potrebbero essere sporadiche vista la superficie sottostante, ma con un mouse laser hai sicuramente più opzioni di superficie. I mouse a base laser sono utili se devi usare la gamba come superficie di tracciamento o quando l'ufficio non ha altro che mobili lucidi che il tuo mouse a LED odia assolutamente. La maggior parte dei topi di fascia alta utilizza un laser come risultato.

Naturalmente, sono generalmente anche più costosi. Mentre il laser è la tecnologia più versatile, un mouse ottico decente può fare il lavoro per meno, purché si preveda di utilizzarlo su una superficie scura, piana e non lucida.