Perché Looper è uno dei migliori film di fantascienza degli ultimi 10 anni

Mentre Rian Johnson si prepara a presentare in anteprima Glass Onion , il suo attesissimo seguito del successo a sorpresa del 2019 Knives Out , il suo primo grande successo, Looper , compie 10 anni. In una carriera piena di successi critici e commerciali, Johnson si è fatto un nome come uno scrittore innovativo e intelligente e un regista elegante e abile. Il risultato è un narratore diverso da qualsiasi altro a Hollywood, un uomo che fonde facilmente generi, stili e temi senza compromettere la sua visione.

Il suo posto nel settore come autore tortuoso ma affidabile è grazie a Looper . Il film di fantascienza interpretato da Bruce Willis, Joseph Gordon-Levitt ed Emily Blunt lo ha trasformato in una sensazione da un giorno all’altro, il raro talento di Hollywood in grado di offrire uno spettacolo commercialmente valido che sia il pubblico mainstream che gli appassionati di cinema pensanti potrebbero amare. E mentre Looper raggiunge il traguardo del decennio, è tempo di guardare indietro a ciò che lo ha reso un successo così inaspettato.

Il rischio che ha pagato

Sara con in mano un fucile e fissa qualcosa fuori dalla telecamera in Looper.

Looper segue una trama opportunamente in diminuzione che si avventura coraggiosamente nell’inebriante territorio della fantascienza. La trama è incentrata su Joe, che fa parte dell’organizzazione “looper”, sicari che uccidono vittime inviate dal futuro al passato. Quando il suo vecchio io torna per cercare di cambiare il corso della sua vita, Joe deve allearsi con una dura vedova e il suo misterioso figlio per fermarlo. Come con altri film del genere fantascientifico, Looper richiede un notevole grado di attenzione per essere compreso. La sua costruzione del mondo si basa sull’esposizione necessaria per sviluppare la premessa, ma è abbastanza semplice da essere appetibile, ma abbastanza rinfrescante da essere allettante.

Tuttavia, almeno dal punto di vista della trama, Looper non è un film di fantascienza scoraggiante e sconvolgente à la Arrival o Donnie Darko . In effetti, Looper ha la giusta quantità di intelligenza per risvegliare e mantenere l’interesse del pubblico senza farlo sentire stupido. Tuttavia, Looper era ancora una scommessa nel panorama commerciale moderno e dominato dal franchising. È stata un’idea originale di un regista il cui primo film , Brick del 2005, era stato un attore decente. ma il cui secondo , The Brother Bloom del 2008, è stato criticamente divisivo e commercialmente senza successo. Guardando indietro al track record di Johnson fino a quel momento, è davvero sorprendente che Tri-Star e altre quattro società di produzione abbiano accettato il budget di 30 milioni di dollari di Looper .

Un uomo siede a un tavolo con un uomo più giovane in Looper.

Ancora più sconcertante è stata la scelta di Johnson per un protagonista. Nel 2012, Joseph Gordon-Levitt era all’apice della sua carriera. Dopo una notevole spinta dal successo dormiente del 2009 (500) Days of Summer , Gordon-Levitt era sul punto di diventare il prossimo protagonista di Hollywood, ma non era ancora arrivato. I ruoli secondari nel capolavoro di fantascienza del 2010 di Christopher Nolan Inception e nel controverso The Dark Knight Rises del 2012 lo hanno reso un volto familiare per il pubblico, ma non è che fosse la prima scelta di nessuno quando si pensa a un “uomo d’azione”.

In effetti, era un caso curioso, un diverso tipo di attore che sapeva interpretare la bellezza stupida come nessun altro. Ora diverso è bello, ma di certo non è carino – e carino è ciò di cui si tratta. E mentre Gordon-Levitt non era abbastanza figo da sfoggiare il look da ragazzaccio fumante così come Ryan Gosling, era sufficientemente cool da superare i suoi inizi bizzarri e tentare la fortuna nel genere d’azione.

Poi c’era Bruce Willis, l’uomo d’azione per eccellenza degli anni ’90 che ha praticamente creato il genere eccezionale dell’uomo quotidiano contro il mondo. A un certo punto, Willis era la più grande star d’azione al mondo, più grande di Cruise e Schwarzenegger e precedente a Dwayne Johnson e Statham. Tuttavia, negli anni 2010, la carriera di Bruce stava rallentando, a seguito di una serie di successi degli anni 20, tra cui Sin City e un altro film Die Hard.

Emily Blunt ha fatto il giro del cast principale del film. Dopo la sua svolta nel 2006 nel film Il diavolo veste Prada , la Blunt è diventata una delle stelle nascenti più promettenti di Hollywood. Evitando film e franchise ad alto budget, Blunt ha fatto diverse scelte ispirate negli anni successivi: Sunshine Cleaning , The Adjustment Bureau , Your Sister’s Sister . Looper è stato un altro ingresso in una carriera che è diventata rapidamente tra le più interessanti della serie di successi di Hollywood degli anni 2000, consolidandola come una delle attrici più versatili del settore.

Con un insieme così intrigante davanti e dietro la macchina da presa, Looper era un film su cui molti avevano gli occhi, ma da cui pochi sapevano cosa aspettarsi. Il film ha incassato 176 milioni di dollari in tutto il mondo, diventando un successo al botteghino. Le recensioni sono entusiaste della regia e della sceneggiatura di Johnson e hanno elogiato le interpretazioni del suo trio centrale, sebbene il turno di supporto di Blunt abbia ricevuto molta più attenzione.

Alla fine, Looper ha favorito Blunt e Johnson, ma ha avuto uno strano effetto su Willis e Gordon-Levitt. Johnson è diventato il prossimo grande successo di Hollywood e il successo di Looper ha portato direttamente Lucasfilm a fidarsi di lui per Gli ultimi Jedi . Da parte sua, Blunt ha ricevuto l’attenzione di molte organizzazioni di critici, tra cui la Chicago Film Critics Association; per un minuto caldo, ha persino ricevuto il ronzio dell’Oscar, anche se non si è mai materializzato.

Le cose non andavano così bene per i protagonisti del film, però. Per molti versi, Looper è stato l’ultimo evviva di Willis e Gordon-Levitt. Willis lo ha seguito con una serie di film sempre meno ispirati, culminati nel suo recente ritiro dopo la sua diagnosi di afasia. Allo stesso modo, Gordon-Levitt ha speso il suo bottino post- Looper per il suo debutto alla regia, Don Jon , prima che la sua carriera nascente deragliasse da qualche parte intorno alla metà del decennio.

È affascinante analizzare gli effetti del film sui suoi quattro attori principali. Gordon-Levitt rappresenta un convincente sostituto di Bruce Willis, ma il film lo tratta sempre come tale. Looper si destreggia tra molte cose contemporaneamente, tenendo sempre d’occhio le palle; tuttavia, alla fine ne perde uno quando si tratta di Gordon-Levitt, che non si presenta mai come la star d’azione di domani.

Ironia della sorte, mentre Looper avrebbe dovuto essere la sua laurea allo status di protagonista, finì per essere la sua specie di canto del cigno. Per quanto riguarda Willis, Johnson certamente lo venerava, ma la sceneggiatura non gli chiede altro che essere Bruce Willis. Mentre Emily Blunt tiene il cuore pulsante del film nelle sue mani tremanti ma capaci, Willis e Gordon-Levitt interpretano due metà dello stesso personaggio, a loro totale detrimento.

Johnson, l’autore commerciale

Una foto promozionale di RIan Johnson che guarda lo spettatore con un'espressione seria.

Nonostante tutto il plauso di Blunt e il breve momento sotto il sole di Gordon-Levitt, Johnson è stato colui che ha ottenuto il massimo dal successo di Looper . Certo, ha avuto la possibilità di dirigere un film spaziale ad alto budget che ha lanciato un migliaio di pezzi di pensiero e odio, ognuno più cinico del precedente. Tuttavia, il vero dono di Looper a Johnson è stato il prestigio e il rispetto, due cose che Hollywood non si limita a distribuire. Grazie al suo ambizioso film di fantascienza, Johnson è diventato l’autore commerciale sempre sfuggente e mistificante.

Il mondo del cinema premia i risultati, non l’ambizione o le grandi promesse. Anche le migliori intenzioni possono portare a flop commerciali, spiegando perché gli autori più rispettati dell’azienda hanno difficoltà a ottenere finanziamenti per i loro progetti. Pochi registi riescono a fondere spettacolo e narrazione sopra la media, e ancora meno sono quelli autorizzati a farlo. E con ogni studio che cercava di trovare il proprio Christopher Nolan dopo che la Warner Bros. si era impadronito di lui, Johnson è diventato una sensazione da un giorno all’altro, una merce di cui Hollywood aveva disperatamente bisogno.

Looper ha mostrato i punti di forza di Johnson come narratore. La trama è frenetica ed esilarante, fonde sequenze d’azione con un’esposizione che non travolge mai nonostante sia caratterizzata da un’abbondanza di parole. Le scene d’azione erano fresche e sorprendenti, sfruttando al meglio il loro budget di $ 30 milioni senza sembrare a buon mercato, e l’amore di Johnson per l’artigianato si manifesta in ogni fotogramma. Looper è fondamentalmente una lettera d’amore al noir imbrattata di elementi di fantascienza per creare una brillante chimera di stili e idee.

Scena di looper: una vita in un giorno

Soprattutto, Looper ha mostrato l’amore di Johnson per le trame a strati. Il regista crea enigmi e invita il pubblico a risolverli con lui, offrendo una configurazione troppo allettante per essere ignorata. In nessun luogo questo approccio è più chiaro che nel suo colorato giallo, Knives Out , un film che tira fuori alcuni dei colpi di scena più piacevolmente sorprendenti del mistero moderno. A detta di tutti, ha avuto successo di nuovo in Glass Onion di quest’anno, offrendo una collisione di fatti, personaggi e mentalità che è selvaggia ma mai disordinata.

Forse questo è l’ultimo dono di Johnson. Presenta un tavolo elaborato in modo elaborato prima di estrarre la tovaglia da sotto senza versare una sola goccia di vino. I suoi film invitano al caos, ma ha sempre il controllo, il che è più facile a dirsi che a farsi. Ancora più importante, non perde mai la spettacolarità che lo ha reso una star. Johnson è il ring leader in un circo di immagini, soggetti, emozioni e motivi, e ama i riflettori. Potrebbe non essere sulla telecamera, ma la sua ombra incombe in ogni scena.

Looper e la fantascienza moderna

Il vecchio Joe trattiene il giovane Joe e punta la pistola verso qualcosa fuori dalla telecamera mentre si trova in una tavola calda a Looper.

Nonostante la sua brillantezza – sì, Johnson avrebbe dovuto essere nominato all’Oscar per la migliore sceneggiatura originale; no, non accetterò alcuna domanda sull’argomento: l’eredità di Looper potrebbe equivalere a nient’altro che “il film che ha reso Rian Johnson un regista molto richiesto”. E sebbene sia una reputazione perfettamente rispettabile, Looper merita molto più amore.

La fantascienza è complicata. Come genere, è freddo e calcolatore, gioca con la natura e il senso dello scopo degli uomini. A differenza della folgorante evasione del fantasy, la fantascienza è più spietata e, probabilmente, meno gratificante. Raro è il film di fantascienza che ti fa provare qualcosa, ma quelli che lo fanno — Blade Runner , Alien , Arrival, AI: Artificial Intelligence — restano con te per sempre. Looper si trova da qualche parte nel mezzo di questa valle di possibilità. Non è così influente come Arrival , ma è molto più pesante dell’offerta media di Star Trek/Star Wars . Cerca di invogliare ma non arriva mai a insistere. Si preoccupa troppo del suo ampio fascino per essere più audace con i suoi temi, rendendolo una fantascienza meno impegnativa. ma un film più soddisfacente.

E questo era lo scopo di Johnson. Con Looper , Johnson ha deciso di creare un thriller noir che abbia suscitato l’interesse del pubblico quanto basta per tenerlo assorbito senza bombardarlo con idee auto-esaltanti. Come un puzzle che mantiene la tua attenzione per un’ora e ti lascia con un chiaro senso di soddisfazione, Looper fa domande, ma si assicura di rispondere prontamente. Alcuni potrebbero dire che Johnson li esplicita persino per i suoi spettatori – in effetti, ha un approccio piuttosto diretto ai suoi temi persistenti.

Un uomo punta la sua pistola a terra a Looper.

Looper vuole intrattenere, non picchiarti in testa con commenti sociali predicatori – un compromesso che i suoi film futuri non condividono necessariamente. Tuttavia, Johnson è un intrattenitore nato che comprende il valore di un pubblico felice; preme i pulsanti giusti per risvegliare la frustrazione, ti premia con un mistero abbastanza facile da capire e ti dà una pacca sulla spalla mentre esci dal teatro.

Looper non sarà mai uno dei grandi film di fantascienza di tutti i tempi, ma forse dovrebbe esserlo. È più conservatore e meno abbagliante di altre voci nel genere venerabile, ma lo compensa con uno scopo, una sorprendente quantità di cuore e la giusta quantità di teatralità e abilità artistica. E non è questo il motivo per cui andiamo al cinema?

Looper è attualmente in streaming su Hulu.