Trasforma il tuo Raspberry Pi 4 in un tablet con RasPad 3

Vuoi costruire il tuo tablet con un Raspberry Pi? Il kit RasPad 3 è esattamente ciò di cui hai bisogno.

Specifiche

  • Marchio: RasPad
  • Sistema operativo: RasPad OS
  • Porte: 1x HDMI, 1x Ethernet, 3x USB 3.0
  • Display (dimensioni, risoluzione): 10 ", 1280×800
Acquista questo prodotto

RasPad 3 altro

Negozio

Fin dal suo lancio, il Raspberry Pi è stato l'obiettivo di progetti fai-da-te per costruire un tablet PC personalizzato. Pochi di questi sforzi hanno avuto un vero successo a parte RasPad.

Sviluppato da SunFounder e supportato dal crowdfunding, è ora disponibile il nuovissimo RasPad 3 , progettato per Raspberry Pi 4. Offre un'esperienza soddisfacente simile a un tablet sulla piattaforma Raspberry Pi? Può competere con piattaforme tablet consolidate? Scopriamolo.

Puoi trasformare un Raspberry Pi in un tablet?

Le dimensioni compatte del Raspberry Pi lo rendono ideale per i progetti in cui è richiesta la portabilità. Le schede Model B delle dimensioni di una carta di credito offrono più elaborazione rispetto alle schede Pi Zero ancora più piccole, ma hanno un compromesso chiave: il profilo. Le schede modello B hanno una raccolta di porte su scala PC che richiedono uno spessore per il tablet diverso dai tablet tradizionali.

I progetti che si affidano al Pi Zero, nel frattempo, possono raggiungere la sottigliezza richiesta ma mancano di un'adeguata potenza di elaborazione.

SunFounder ha optato per il potere sul profilo con le sue schede RasPad, ottenendo un design a forma di cuneo. Questo ospita la scheda Raspberry Pi Model B mentre essenzialmente offre un supporto per tablet integrato.

Cosa ti serve per RasPad 3

Una volta ottenuto il kit RasPad 3, avrai bisogno di due cose per il montaggio:

  • Un Raspberry Pi 4
  • Una scheda microSD adatta

Sono state rilasciate diverse versioni di Raspberry Pi 4. Originariamente, sono stati rilasciati modelli da 1 GB, 2 GB e 4 GB, ma a partire dal 2020, 1 GB è stato abbandonato e un nuovo modello da 8 GB è stato rilasciato. Tutti sono compatibili con RasPad 3.

Abbiamo testato il RasPad 3 con il modello da 4 GB del Raspberry Pi 4.

Per la tua scheda SD, seleziona 16 GB o più. Il sistema operativo RasPad installato a 8,33 GB, il che rende le comuni schede da 8 GB troppo piccole per funzionare. Le microSD da 16 GB sono appena un paio di dollari più costose delle schede da 8 GB in questi giorni, quindi dovrebbe essere conveniente.

Cosa c'è nel kit Raspad 3?

Un progetto Raspberry Pi basato su kit, il RasPad 3 presenta una serie di cavi e accessori per garantire un'esperienza di tablet fai-da-te di successo.

Dopo aver rimosso la confezione, vedrai prima il dispositivo RasPad. Ha una parte posteriore rimovibile per fornire l'accesso per il montaggio del Pi e dei componenti necessari per garantire un tablet funzionante.

Per montare correttamente il Raspberry Pi 4 all'interno del RasPad, sono inclusi: USB standard, cavo Ethernet, due cavi micro HDMI e un cavo USB di tipo C. Questi sono usati per collegare le porte corrispondenti sul Raspberry Pi 4 con le schede di espansione montate dietro il display RasPad. Questi, a loro volta, consentono alle porte del Pi di essere trovate tutto intorno al tablet, piuttosto che limitarle a una parte specifica del case. È inclusa anche una scheda di estensione della scheda microSD insieme a un cavo a nastro FFC per collegarlo allo slot microSD del satellite.

Per il raffreddamento, il kit dispone di tre dissipatori di calore per SoC, RAM e controller USB. C'è anche una ventola e un cavo montati sul case e infine un modulo Accel SHIM. Questo si trova sui primi sei pin GPIO, non richiede saldatura e gestisce la rotazione dello schermo. Per fissare la ventola al case, il kit include quattro viti M2,5×9 millimetri; per fissare il Pi e il pannello posteriore, sono incluse nove viti M2,5×4 millimetri. C'è anche un cacciavite nella scatola.

Il RasPad si basa su una batteria integrata che garantisce circa due ore di utilizzo. Un cavo di alimentazione e un adattatore sono inclusi nel kit e la prima operazione dopo l'assemblaggio è caricare il RasPad. Un utile indicatore della batteria si trova accanto ai controlli della luminosità.

Costruire RasPad 3

Ottieni un buon apprezzamento di come funzionano le cose quando le metti insieme da solo. Lo stesso non sorprende per il RasPad 3. Dotato di un processo di assemblaggio in gran parte semplice, può essere assemblato in 15 minuti. La configurazione completa, inclusa l'installazione del sistema operativo RasPad, non dovrebbe riportarti indietro di più di mezz'ora.

La costruzione non è priva di problemi, tuttavia. Avrai bisogno di una superficie morbida su cui posizionare lo schermo del tablet mentre ti adatti al Raspberry Pi 4, ad esempio. Nel frattempo, il cablaggio è in gran parte adatto, ma nel nostro pacchetto il cavo USB 3.0 era un po 'troppo lungo (due o tre millimetri). Ciò ha portato a problemi di protezione del Raspberry Pi nella posizione designata.

Anche le viti potrebbero avere un'etichettatura migliore, poiché non è chiaro quale confezione sia per quale compito. Nel complesso, tuttavia, è un'esperienza indolore. Dato che la fase più complessa è collegare correttamente la ventola di raffreddamento, l'assemblaggio del RasPad 3 è un compito semplice per quasi tutti.

Scopri RasPad OS

Per sfruttare al meglio l'interfaccia touchscreen e il fattore di forma del tablet, SunFounder ha rilasciato RasPad OS. Installandolo su una scheda microSD adatta (16 GB o superiore) utilizzando un computer desktop e l'app BalenaEtcher. Lo troverai su www.raspad.com/pages/download .

Attenzione, però; questo è un server lento. Su una connessione Internet testata a 55 Mbps, il download è durato circa un'ora. In quanto tale, è intelligente iniziare prima di assemblare il tablet.

Uno attivo e funzionante, il sistema operativo RasPad presenta un'interfaccia utente (UI) touch-friendly. È qui che inizia la configurazione, un processo rapido per determinare la tua posizione e configurare il Wi-Fi. Successivamente, viene visualizzato un elenco di applicazioni preinstallate.

Il sistema operativo RasPad include tutti i soliti strumenti del sistema operativo Raspberry Pi, come Minecraft Pi, LibreOffice e SonicPi. Ma il sistema operativo RasPad è diviso, il che significa che avrai bisogno di una tastiera e un mouse per qualsiasi attività intensiva. Fortunatamente, con Bluetooth 5.0 e porte USB, non dovrebbe essere troppo difficile collegare un dispositivo di input.

Specifiche del dispositivo tablet basato su Raspberry Pi

Due elementi contribuiscono al RasPad: il Raspberry Pi 4 e lo chassis e il display del tablet RasPad. In quanto tale, il dispositivo finito si basa su questi due elementi.

Con Raspberry Pi 4 avrai un processore quad-core da 1,5 GHz a 64 bit con una scelta di 2, 4 o 8 GB di RAM. Sta già battendo molti tablet Android economici. Quindi hai il Wi-Fi, Bluetooth 5.0 e l'accesso alle porte del Raspberry Pi (eccetto DSI) e all'interfaccia GPIO. C'è anche lo slot per schede SD, che ti servirà per l'avvio e l'archiviazione. È un piccolo computer resistente che ben si adatta a funzionare come il cuore di un tablet.

Per interagire con RasPad OS hai il touchscreen multi-touch IPS da 10 pollici da 10 pollici e 1280×800, con proporzioni 16:10. Il video viene inviato al display tramite una delle porte micro-HDMI del Pi 4.

Le altre porte del Pi 4 sono accessibili sul RasPad grazie ai cavi passanti e alle schede di espansione all'interno. Sul lato, troverai una porta HDMI completa, tre porte USB 3.0, una singola porta Ethernet, accesso allo slot per GPIO e CSI, un jack per cuffie da 3,5 mm e uno slot per schede SD. Inoltre, il RasPad ha un pulsante di accensione e controlli di volume e luminosità.

Il Raspberry Pi è adatto come tablet?

Quando pensiamo ai tablet, consideriamo immediatamente i dispositivi touchscreen controllati con le dita con un'interfaccia utente intuitiva. Mentre il Raspberry Pi 4 è un candidato adatto per alimentare un tablet, RasPad OS sembra sottosviluppato in alcuni punti.

In alcuni scenari, come l'accesso al menu principale del sistema operativo RasPad, funziona correttamente. Per altri compiti, tuttavia, è meno che soddisfacente. In un'epoca di sistemi operativi tablet avanzati, avere un puntatore del mouse che trascini con il dito sembra un po 'datato. Inoltre, la tastiera touch secondaria (chiamata quando si utilizza la visualizzazione desktop) è meno affidabile della tastiera principale in stile Android.

Il risultato è un'interfaccia touch che non è così semplice come ci si potrebbe aspettare. È interamente utilizzabile ma manca lo smalto anche dell'interfaccia utente del tablet Android più economica.

Lo svantaggio di tutto questo è che il Raspberry Pi perde alcuni dei suoi vantaggi tradizionali. Ad esempio, mentre la porta CSI per le telecamere e i pin GPIO rimangono accessibili, sono nascosti dietro una plastica grigia e grigia. Le slot forniscono l'accesso, piuttosto che le porte, e questo quasi certamente priva il Pi di parte della sua personalità e immediatezza.

Vale la pena notare che è fondamentale espellere la scheda microSD prima di aprire la custodia del RasPad 3 . In caso contrario, lo slot si staccerà dalla scheda di espansione, lasciandoti con un RasPad 3 che non si avvia.

Il RasPad è qualcos'altro

È un tablet, va bene, ma il RasPad ha una dimensione nascosta che non è poi così misteriosa se sai molto del Raspberry Pi e del suo scopo.

L'interfaccia utente non è perfetta (speriamo di vedere alcuni sviluppi) ei pin GPIO sono troppo ben nascosti pur rimanendo accessibili. Inoltre, la durata della batteria potrebbe essere migliore. Il nostro dispositivo di prova sembrava esaurirsi in ogni momento importante, durando circa due ore. Tra i lati positivi, si ricarica in meno di un'ora.

Detto questo, RasPad 3 offre portabilità e flessibilità al Raspberry Pi 4 che nessun altro kit offre. La ventola potrebbe essere rumorosa, ma ora puoi letteralmente portare il computer ovunque. Sono andato a casa dei miei genitori con esso e l'ho usato per scrivere parte di questa recensione. Ho anche installato alcuni strumenti di emulazione per i giochi retrò.

Dopotutto, è un Raspberry Pi, giusto?

Esistono altri modi per rendere portatile il tuo Raspberry Pi, ma RasPad 3 sembra essere l'approccio più intelligente.