Vedendo gli AirPods Max di Apple, gli auricolari Beats sul mio collo hanno detto che ero ferito

Apple ha finalmente scelto di colmare l’ultima lacuna negli AirPods nel mercato delle cuffie: le cuffie.

Prima di allora, gli utenti di iPhone che desideravano acquistare cuffie con connessione pop-up AirPods e funzionalità di riduzione del rumore integrate potevano cercare solo il “sottomarca” Beats di Apple.

Il rilascio di AirPods Max ha rotto questo status quo. Anche se il suo prezzo supera i 600 euro, ma il prefisso di “AirPods” ha dimostrato il suo puro pedigree , naturalmente ci saranno utenti che abbandoneranno Beats e passeranno a nuove cuffie.

Primo, wireless Bluetooth, poi altoparlanti, poi riduzione del rumore e ora c’è un copricapo … Con l’espansione del territorio musicale di Apple, non sono solo i vecchi produttori come Sony e Senhai a sentire la pressione, ma anche la famiglia Apple. I Beats, a causa delle serie AirPods e HomePod, stanno distruggendo l’attività che originariamente gli apparteneva.

Tuttavia, le persone sotto la grondaia, come non inchinarsi, sei anni fa Beats ha accettato di essere acquisita quando Apple è diventata una sussidiaria di quest’ultima, probabilmente si aspettava anche che ci sarebbe stato un giorno del genere.

Beats assimilati da Apple

Beats è ancora un marchio gestito in modo indipendente. Anche se Apple ha acquisito Beats sei anni fa, ha ancora un proprio sito Web ufficiale. Puoi anche acquistare tutti i tipi di “b” nell’Apple Store, come Powerbeats Pro, Nuovi prodotti come Beats Solo Pro .

Dal punto di vista di Beats, poter utilizzare le enormi risorse di Apple e le ultime tecnologie per migliorare i propri prodotti è senza dubbio il cambiamento più significativo da quando è stato acquistato da Apple.

Questo può essere riflesso dal livello del prodotto. Ad oggi, la maggior parte degli auricolari e delle cuffie wireless venduti sul sito ufficiale di Beats hanno gli stessi chip W1 e H1 degli AirPods integrati.

Con il supporto di “Apple Core”, significa che gli auricolari Beats possono essere collegati a dispositivi Apple in pochi secondi come AirPods, e possono svegliare Siri con la voce. Per altri auricolari di terze parti, è necessario eseguire l’accoppiamento Bluetooth nelle impostazioni. .

Ma nel processo di introduzione dei chip Apple, anche la qualità del suono delle cuffie Beats è cambiata. La mia collega, la signora Liang Menglin, che porta le sue orecchie d’oro, ha detto che dopo che Beats è diventata una “sottomarca” di Apple, la sua qualità del suono è diventata molto più neutra:

In passato, le alte frequenze degli auricolari Beats saranno più prominenti, ma avranno anche sbavature e scatti, il che suona ruvido; sebbene i bassi siano forti, saranno noiosi e suoneranno a disagio. Tuttavia, a partire da Beats X, lo stile sonoro di Beats è diventato molto più “conservatore”, il suono è equilibrato e non c’è un gusto così pesante “tempi battenti”, ma più lo stile dell’acqua bollita di Apple.

È un fatto indiscutibile che le cuffie Beats vengono gradualmente “Appleized”. Dal punto di vista del prodotto, l’utilizzo della tecnologia Apple può effettivamente consentire a Beats di ottenere una migliore esperienza sulla piattaforma iOS.

Ma da un altro punto di vista, Beats è ancora un marchio indipendente con un proprio pubblico, piuttosto che essere completamente integrato in Apple. Ora viene gradualmente eliminato dai bordi e dagli angoli individualizzati – parlando di qualità del suono, anche se molte persone se ne lamentano. Punto, ma ovviamente avrà un certo impatto sul pubblico di Beats.

Rispetto all’uso da parte di Beats della tecnologia Apple, l’apprendimento di Apple dalle cuffie Beats non è molto. Che si tratti delle prime cuffie wireless AirPods o delle ultime cuffie AirPods Max, in termini di forma e design, raramente puoi vedere gli elementi dei prodotti precedenti di Beats e non c’è nemmeno una traccia di Beats.

Questo è il motivo per cui, negli ultimi anni, le persone hanno anche messo in dubbio il “perché Apple ha speso 3 miliardi di dollari per acquistare un marchio di moda di strada”.

Forse, Apple ha chiesto al team Beats di assistere nello sviluppo di AirPods e HomePod, ma ciò non è stato dimostrato. Allo stesso tempo, da un punto di vista personale, al fine di mantenere la coerenza del design con altri prodotti, Apple spera che AirPods, un marchio “naturale”, sia conforme a La tonalità di Apple, piuttosto che mescolare gli elementi di Beats.

Ciò non significa che Beats non abbia risorse proprie. A rigor di termini, se non ci fossero Beats, molti hardware e servizi musicali Apple che abbiamo visto oggi non apparirebbero.

Allora, cosa ha fatto in modo che Apple si interessasse a Beats

Guardando indietro dalla prospettiva odierna su questa acquisizione del valore di 3 miliardi di dollari sei anni fa, molti dubbi hanno trovato risposta.

Che cosa ha esattamente Apple per Beats?

Un gruppo di talenti eccezionali è naturalmente il più ovvio. All’epoca, i due co-fondatori di Beats, Jimmy Iovin e Dr. Dre, si unirono ad Apple con la compagnia Beats.La loro altra identità è quella di avere una forte presenza nell’industria musicale pop e hip-hop. Produttore ad alto impatto.

Questo è anche ciò di cui Apple ha bisogno: alcuni esperti che “conoscono davvero il contenuto” e possono trattare con molte case discografiche e approfondimenti sull’industria musicale.

In un’intervista di GQ del 2014 con Iowen, ha anche menzionato che dopo la morte di Jobs e l’ascesa della musica in streaming come Spotify, si è reso conto che c’era un “buco” nel business musicale di Apple: Apple aveva copyright e contenuti insufficienti. E può semplicemente aiutare Apple a colmare questa lacuna.

A quel tempo, Beats portò anche ad Apple una piattaforma tanto necessaria: Beats Music. Questo è il servizio di musica in streaming istituito da Beats prima che fosse acquisito da Apple. Ma rispetto ad altri prodotti concorrenti, Beats presta maggiore attenzione alla selezione manuale dei brani, piuttosto che al puro algoritmo, che è anche una delle principali caratteristiche della piattaforma di servizi musicali di Beats.

Tuttavia, nel trattare con la piattaforma di streaming multimediale, l’approccio di Apple non è continuare a sviluppare Beats Music, ma trasferire la tecnologia Beats su Apple Music. Sappiamo tutti cosa è successo in seguito, e pochi mesi dopo che Apple Music è andato online, Beats Music ha annunciato che era offline.

Al giorno d’oggi, non sono rimasti molti elementi Beta sulla piattaforma Apple Music. Anche la pagina radio Beats 1, che esiste da molto tempo, ha appeso anche il piccolo logo di Apple nell’agosto di quest’anno e ha cambiato il suo nome in “Apple Music 1” .

Dall’integrazione alla completa integrazione, si può dire che ogni grande azienda apparirà dopo l’acquisizione.

Tuttavia, talenti e servizi sono cose che possono essere viste in superficie.Dal percorso di sviluppo di AirPods negli ultimi anni, non è difficile vedere che Beats ha portato anche ad Apple una risorsa davvero preziosa, che è quella di fargli riconoscere nuovamente i prodotti auricolari. La presenza:

L’auricolare non è solo un dispositivo funzionale, ma anche un accessorio di moda.

Le foto invisibili di varie celebrità famose che indossano gli auricolari sono come annunci di posizionamento gratuiti. Insieme alla forma altamente riconoscibile degli AirPods, rafforzano costantemente la tua e la mia impressione di questo prodotto.

Sembra familiare, non è vero? Quando Beats ha promosso le proprie cuffie, le piaceva anche adottare tali tecniche di marketing. Questa strategia di rebranding può essere un trucco, ma ha rafforzato l’influenza di Beats nel mercato. Ora ha un forte impatto sui prodotti Apple. Questo è particolarmente vero.

A loro avviso, le cuffie rappresentano non solo un prodotto tecnologico, ma anche un’interpretazione di immagini cool e di tendenza, e persino una sorta di “gioiello”.

È solo che, nelle foto in quel momento, gli auricolari che abbiamo visto erano ancora appesi al collo, ma oggi sono i due bianchi abbaglianti sulle orecchie .

AirPods, un alleato o un rivale di Beats?

Nel momento in cui le vendite di AirPods sono in forte espansione, la notizia che Beats verrà abbandonata da Apple è apparsa più di una volta. Allo stesso tempo, a giudicare dai segnali che Apple sta accelerando il completamento della linea di prodotti audio, la posizione di Beats all’interno di Apple non è effettivamente così importante come all’inizio.

Una situazione molto realistica è: in futuro, se i prodotti AirPods e HomePod vengono sviluppati come iPhone e iPad, facendo affidamento sul posizionamento alto, medio e basso, occupando sempre più segmenti di prezzo, allora nella stessa marcia, lo saranno ancora Ci sarà spazio per Beats?

Un tipico esempio è l’altoparlante wireless di Beats Pill +. Si tratta di un prodotto lanciato nel 2015 dopo l’acquisizione di Beats da Apple. Tuttavia, da allora, Beats non ha lanciato alcun nuovo prodotto di altoparlanti wireless, sostituito da HomePod e HomePod mini di Apple. Abbiamo visto la loro comparsa rispettivamente nel 2017 e nel 2020.

Di conseguenza, altri prodotti Beats scompaiono, sembra che sia anche una questione di tempo. A un certo punto, Beats dovrebbe essere in grado di prevedere un tale risultato.

Tuttavia, il lettore audio professionale Insegnante Liang ha ancora punti di vista diversi: secondo lui, sebbene tutti stiano facendo le cuffie e le loro categorie di prodotti si sovrappongono, i prodotti Beat e AirPods sono ancora diversi in termini di qualità e posizionamento.

Uno è il prezzo. Al momento, il prezzo delle cuffie Beats è principalmente di circa 2000-3000 yuan, che è essenzialmente diverso da AirPods Max, che è di 4000 yuan. Ora sento che Beats è come un marchio più locale e popolare sotto Apple, mentre la serie AirPods è in costante sviluppo verso un percorso professionale e di fascia alta.

Per quanto riguarda AirPods e Beats sotto i 2000 yuan, la differenza tra loro è più differenziata da diversi design e funzionalità.

AirPods e AirPods Pro sono principalmente per il pendolarismo quotidiano, mentre Powerbeats Pro, come l’aggiunta di ganci per le orecchie e una maggiore stabilità all’usura, è per scene sportive. Sebbene i prezzi dei due siano molto vicini, hanno ancora design e funzioni. Diversi gruppi di utenti hanno attributi di prodotto diversi.

Considerando gli oltre un miliardo di utenti dei dispositivi con prefisso “i” di Apple, questa distinzione nel posizionamento può infatti consentire ad AirPods e Beats di coesistere armoniosamente quando condividono un’ampia base di utenti .

Ma i prodotti “regolari” di Apple maturano gradualmente oggi, Apple può anche lasciare molto ai Beats il margine, così come lo spazio per una vita indipendente, che sarà posto di fronte alla casa madre e una filiale di gravi problemi.

Fonte dell’immagine del titolo: TechRadar

#Benvenuto a seguire l’account WeChat ufficiale di Aifaner: Aifaner (ID WeChat: ifanr), ti verranno forniti contenuti più interessanti il ​​prima possibile.

Ai Faner | Link originale · Visualizza commenti · Sina Weibo