8 componenti aggiuntivi di Google Documenti per migliorare la tua citazione e la tua bibliografia

La referenziazione non è solo per documenti accademici. Puoi utilizzare fonti primarie affidabili per eseguire il backup dei post del tuo blog sulla scienza. La parte difficile è assicurarsi che le citazioni e la bibliografia siano corrette.

Fortunatamente, Google Docs include componenti aggiuntivi che ti aiutano a citare le fonti e a compilarle. Ecco otto app che ti fanno risparmiare tempo e ti aiutano a evitare il mal di testa. Ci sono ancora dei passi da fare, ma sono più facili e veloci di quanto fossero in passato.

1. EasyBib

EasyBib è un componente aggiuntivo popolare per la sua semplicità, intelligenza e funzionalità aggiuntive. Mentre lavori al tuo documento, puoi avere tutte le tue fonti nella barra laterale, siano esse libri, articoli o siti web.

C’è una vasta gamma di stili di citazione, tra cui MLA, APA e Chicago. Quando sei pronto per aggiungere la tua bibliografia, il software la farà scattare ordinatamente in posizione nel formato che scegli. Questi sono gli strumenti gratuiti per Google Docs, ma c’è di più da godere con un abbonamento.

EasyBib Pro offre impostazioni e opzioni aggiuntive, come la citazione nel testo, per non parlare di un controllo ortografico e antiplagio. Puoi prendere tutto per un giro gratuito per tre giorni e vedere se i nuovi strumenti valgono il costo.

2. Bibitazione

Per opzioni più immediate e completamente gratuite, dovresti provare Bibcitation. Direttamente dalla dashboard di Google Documenti, ottieni un sacco di stili di citazione e tipi di fonti, da libri e riviste a opere d’arte, film e mappe.

La bibliografia si unirà automaticamente al documento. Puoi anche copiare e incollare singole citazioni come desideri, cosa possibile per i riferimenti nel testo. Inoltre, il sito web di Bibcitation ti consente di creare, salvare ed esportare diverse bibliografie.

Anche senza i lussi extra, come la dama intelligente di EasyBib, questo è un ottimo strumento da avere a tua disposizione. Copre le tue esigenze di citazione di base con poche mosse e senza costi. Oltre a tutti gli altri fantastici trucchi disponibili su Google Docs , la piattaforma può diventare il tuo spazio di lavoro perfetto.

3. Paperpile

Se desideri un set di strumenti professionale e non ti dispiace pagare per le sue funzionalità complete, Paperpile è una buona scelta. È disponibile una prova di 30 giorni, quindi puoi conoscere il sistema prima di investire. Successivamente, scegli tra il pacchetto accademico e quello aziendale.

Google Docs offre un componente aggiuntivo gratuito con alcuni strumenti di citazione e bibliografia di base. Usa parole chiave, DOI, URL e altro per trovare le tue fonti. Puoi fare riferimento a loro nel tuo stile preferito all’interno del testo, così come in fondo. La navigazione è più complicata di Bibcitation ma più versatile.

I membri di Paperpile possono caricare alcuni file, inclusi BibTex e RIS, ma ci sono anche componenti aggiuntivi del browser web, cartelle del team e modi per gestire i tuoi riferimenti e PDF.

4. Sciwheel

Un’altra opzione professionale e in parte gratuita è Sciwheel. Progettato per gli utenti accademici, è una piattaforma affidabile per trovare e gestire i tuoi riferimenti. Si concentra su fonti come PubMed, Google Scholar e il database di Sciwheel, quindi la gamma è meno ampia rispetto ad altri componenti aggiuntivi.

Il piano gratuito di base ti consente di inserire e formattare rapidamente citazioni su Google Docs e Microsoft Word per un massimo di tre progetti. Puoi fare di più se utilizzi le funzionalità del sito web, come le estensioni del browser e un’efficiente libreria online quando organizzi te stesso o il tuo team.

La prova di 30 giorni di Sciwheel del suo pacchetto premium offre spazio di archiviazione illimitato, suggerimenti intelligenti e strumenti per i docenti nel mix. Tutto questo è quindi a tua disposizione per $ 9,95 al mese, ma anche gli studenti ottengono sconti.

5. Wizdom

Ci sono diverse citazioni e componenti aggiuntivi per la bibliografia per Google Docs. Ciò che fa la differenza è quanto siano efficienti e facili da usare. Wizdom può mostrarti il ​​libro o l’articolo esatto che stai cercando o persino darti suggerimenti in pochi clic.

La sua libreria non copre tutte le pubblicazioni e la modifica delle citazioni di un documento può diventare frustrante. Tuttavia, il risultato finale è buono. Puoi cercare rapidamente le fonti mentre scrivi e avere i tuoi riferimenti belli e ordinati.

Il fatto che sia gratuito è un altro vantaggio. Una volta creato un account, ottieni più funzioni con cui giocare, se non direttamente dalla dashboard di Google Documenti. Ciò include un lettore PDF interattivo, opzioni per il lavoro di squadra, modi per aumentare il tuo spazio di archiviazione nel cloud e altro ancora.

6. EEWOWW

Un altro componente aggiuntivo da esplorare per la corretta referenziazione è EEWOWW. È basato principalmente online e offre anche una barra laterale di Google Documenti pratica e gratuita. Tuttavia, dipendono l’uno dall’altro, quindi ci sono alcuni passaggi per far funzionare tutto per te.

Dopo aver creato un account, devi aggiungere i materiali che desideri utilizzare. Se non hai voglia di farlo manualmente, puoi copiare e incollare riferimenti negli appunti, caricare PDF o importare file in formato RIS e BibTex. In ogni caso, una volta al sicuro sul tuo account, verranno visualizzati su Google Documenti.

Da lì, le tue opzioni sono le stesse. Puoi scegliere il tuo stile, aggiungere citazioni nel testo e quindi generare automaticamente la tua bibliografia. Un account EEWOWW gratuito consente 5 GB di archiviazione file e 50 articoli al mese, tra le altre funzionalità, che migliorano con un piano premium.

In Google Docs, Legal Citation Assistant si guadagna il rispetto degli utenti che necessitano di assistenza con documenti legali. Poiché la legge ha un proprio peculiare sistema di referenziazione, questo tipo di strumento è estremamente utile.

Tra i lati positivi, il software è gratuito e aggiornato con metodi di citazione legali. Puoi aggiungere libri, articoli e siti web insieme a giurisprudenza e materiale statutario. Quindi, personalizza il testo e la posizione delle citazioni nel documento.

Tuttavia, Legal Citations Assistant non è intuitivo. Devi inserire manualmente le informazioni sulla fonte ed elencare i tuoi riferimenti uno per uno nelle note a piè di pagina o nella bibliografia. Sebbene metta i dettagli nell’ordine appropriato, il processo non è l’ideale per gli scrittori di fretta.

Correlati: I migliori siti web per studenti di giurisprudenza

8. Paragrafi ordinati

Per quelle app che ti lasciano molti riferimenti o se ti piace scriverle da solo, un semplice componente aggiuntivo come i paragrafi ordinati su Google Docs può tornare utile.

Basta elencare i riferimenti bibliografici e selezionare l’intera sezione. Quindi, utilizza i paragrafi ordinati per disporli in ordine crescente o decrescente. Tieni presente che va dalla prima lettera di ogni paragrafo, quindi ricontrolla la tua bibliografia per errori se la sua struttura è complicata.

Porta la tua referenziazione al livello successivo

Se Google Documenti non è la tua piattaforma di lavoro principale, puoi espandere la tua ricerca di app per citazioni e bibliografia per includere altri metodi, browser, tipi di file, ecc. La varietà di strumenti disponibili rende più facile trovare ciò di cui hai bisogno e, spesso, senza pagare un centesimo.

La migliore combinazione di software e siti Web può aiutare in ogni parte del processo, dalla raccolta all’incorporamento e all’elenco delle fonti. Durante la ricerca, puoi anche imparare tutto ciò che c’è da sapere sulla referenziazione.