Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

fenmian2 1 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

Perché “ho così fame che voglio mangiare il mio piatto” non è più una metafora? Cosa rende “Today I have a CD” il lettore invincibile al mondo? E cosa distingue le stoviglie dal destino dell’usa e getta?

Probabilmente non hai mai pensato di trattare il packaging alimentare in questo modo: mangialo, digeriscilo.

A proposito, potresti pensare ai coni croccanti del gelato e alla “carta di riso glutinoso” del toffee di coniglio bianco. Sì, contano come imballaggi commestibili. Oltre a loro, ci sono molte forme di imballaggi commestibili.

Ci sono troppi modi per far entrare la confezione nello stomaco

Amido, proteine, fibre vegetali, organismi naturali, possono essere tutti utilizzati per produrre imballaggi commestibili.

Originariamente la giapponese Maruben Confectionery Co., Ltd. produceva coni gelato. Dal 2010 circa, ha approfondito la tecnologia dei coni e realizzato piatti commestibili con 4 gusti di gamberetti, cipolla, patata viola e mais utilizzando la fecola di patate come materia prima. -VASSOIO”.

wanfan1 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Piatto da pranzo commestibile Immagine da: Marubishi Seika

“E-TRAY” può contenere cibo per più di 30 minuti, inclusi riso al curry, ramen, ghiaccio tritato e persino zuppe.

Nell’agosto 2017 hanno rilasciato un’altra bacchetta commestibile a base di erba di giunco.La quantità di fibra alimentare contenuta in ogni paio di bacchette è equivalente a un piatto di verdura e macedonia.

wanfan2 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Bacchette commestibili Immagine da: Maruben Seika

L’azienda sostenibile londinese Notpla utilizza alghe ed estratti vegetali come materie prime e utilizza la tecnologia della gastronomia molecolare per produrre materiale da imballaggio commestibile “Ooho”. Ingoiare una piccola “pallanuoto” è più o meno simile a mangiare un pomodoro ciliegino.

ezgif1 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

Ooho può essere utilizzato in molti contesti: confezioni di acqua e bevande energetiche in occasione di eventi di maratona, bustine di ketchup o maionese nei ristoranti, confezioni di prova per commercianti di vino e bevitori. Alla Maratona di Londra 2019, oltre il 30% dei corridori ha mangiato la confezione.

ppaper notpla4 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Immagine tratta da: pp

Ha due strati di pellicola Quando si mangia, basta strappare lo strato esterno e metterlo direttamente in bocca. Se non vuoi mangiarlo, puoi buttarlo via, perché gli strati interni ed esterni di Ooho sono biodegradabili senza particolari condizioni e scompariranno naturalmente in quattro o sei settimane.

Il co-fondatore di Notpla Pierre-Yves Paslier una volta disse:

Non importa dove vada a finire, il nostro imballaggio non ha alcun impatto negativo. Se la natura può gestirlo nei posti sbagliati, è la massima protezione ambientale.

L’azienda indonesiana Evoware, che utilizza anche le alghe come materia prima, ha sviluppato anche un packaging edibile biodegradabile al 100%, che si può sciogliere purché immerso in acqua calda, adatto per confezioni di condimenti per noodle istantanei e bustine di caffè istantaneo.

Evoware - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Confezione di condimenti per noodle istantanei commestibili Immagine da: Evoware

Stanco dell’odore polposo e della consistenza morbida delle cannucce di carta? La Corea del Sud una volta ha lanciato una “paglia di riso”, che contiene il 70% di riso e il 30% di farina di tapioca, e l’intera cannuccia può essere mangiata nello stomaco.

Le cannucce di riso durano dalle 2 alle 3 ore nelle bevande calde e oltre 10 ore nelle bevande fredde. Se non vuoi mangiare, la paglia di riso si decompone automaticamente entro 3 mesi e non ci sono danni per l’ambiente.

hanguo mi - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

Cannucce di riso per la protezione dell’ambiente simili sono state lanciate anche a Taiwan, nel mio paese.Un business manager della paglia di riso per la protezione ambientale ha dichiarato:

Molti prodotti a base di paglia che affermano di essere decomponibili contengono in realtà alcuni ingredienti chimici, che possono solo essere scissi ma non decomposti. Tuttavia, dopo aver utilizzato la paglia di riso per la protezione dell’ambiente, si trasforma in acqua di riso, che in realtà è decomposta al 100%.

Quando eravamo piccoli, mangiavamo tutti toffee di coniglio bianco e “carta di riso glutinoso” avvolti nello zucchero. Sebbene si chiami ostia, i suoi ingredienti contengono amido, gelatina e una piccola quantità di lecitina. È anche un materiale commestibile, che compare anche nel torrone e nei canditi.

dabaitu2 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

Oltre alla “carta di riso glutinoso”, ci sono molti tipi di film commestibili. Ad esempio, il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti utilizza la caseina nel latte come materia prima e aggiunge gomma polisaccaridica di agrumi e glicerina per creare una pellicola trasparente.

ACS - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

Tutto sommato, gli imballaggi commestibili sono più sani in termini di materie prime, ma il più grande significato è la protezione dell’ambiente.

Non genera rifiuti dopo l’uso, il che massimizza l’utilizzo delle risorse e riduce la generazione di rifiuti di plastica in sostituzione, in particolare quelle stoviglie commestibili che possono essere degradate senza particolari condizioni.

Ma perché gli imballaggi commestibili non sono stati utilizzati su larga scala? Il primo è il costo elevato, che si riflette in una varietà di imballaggi commestibili.

Nel 2019 Sakakihara Katsuhiko, direttore esecutivo di Maruban Seika, ha rivelato che il prezzo delle stoviglie commestibili è 10 volte quello delle stoviglie di plastica; il costo delle cannucce di riso coreane è di circa 11 won (circa 5,83 centesimi) a pezzo, mentre il costo delle cannucce non -cannucce di plastica degradabili Ognuna costa circa 1 centesimo e le cannucce di carta costano circa 3 centesimi ciascuna.

Sweeeeet Tableware - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Stoviglie commestibili fatte di caramelle.

In secondo luogo, l’ambito di applicazione è relativamente limitato, proprio come è improbabile che la “pallanuoto” Ooho sostituisca le bottiglie di plastica che si vedono ovunque, Fast Company ha evidenziato il motivo per cui non è adatta per metterla sullo scaffale del supermercato : può contenere solo una piccola quantità d’acqua ed è deperibile come la frutta. , Va pulito prima di mangiare.

C’è anche un problema molto pratico: il gusto. La pellicola commestibile a base di proteine ​​ha un sapore molto strano e la carta da imballaggio amidacea non ha sapore e una forte sensazione fibrosa.

Inoltre, le stoviglie commestibili non hanno ottenuto la relativa licenza nel mio paese. Attualmente, gli imballaggi commestibili sono più adatti per l’imballaggio interno dei prodotti, ed è anche più adatto per la produzione locale e le attività a breve termine.

ppaper notpla9 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ La macchina che produce Ooho Immagine da: ppaper

Notpla adotta una strategia di produzione locale: da un lato l’alga cruda viene distribuita in tutto il mondo, dall’altro non hanno bisogno di una grande fabbrica, basta una macchina per fare Ooho vicino all’evento o al luogo, e viene consegnato in una sola volta, il che riduce notevolmente le emissioni di carbonio.

Scomparirà senza lasciare traccia se non lo mangi

L’imballaggio commestibile non riguarda solo il cibo fresco istantaneo. Non possono sostituire completamente la plastica, ma in realtà riflettono un’idea di protezione ambientale: lascia che l’imballaggio scompaia senza lasciare traccia.

Dopo Ooho, Notpla ha lanciato “una scatola da asporto che vuole davvero scomparire”, anche se non è per mangiare.

notpla2 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

Le tradizionali scatole da asporto in cartone sono resistenti all’acqua o all’olio aggiungendo sostanze chimiche sintetiche direttamente alla polpa o aggiungendo sostanze chimiche sintetiche a un rivestimento in PE o PLA, in molti casi entrambi. Queste materie plastiche e sostanze chimiche sintetiche rendono impossibile la demolizione o il riciclaggio.

E Notpla ha acquistato esclusivamente cartone privo di sostanze chimiche sintetiche e ha sviluppato un rivestimento composto al 100% da alghe e piante. Le loro scatole da asporto non sono solo oleorepellenti e idrorepellenti dalla plastica, ma possono anche essere utilizzate in poche settimane. Biodegradabili come la frutta.

notpla3 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ La scomparsa della scatola da asporto Immagine da: Notpla

Inoltre, ci sono molti modi per far “sparire senza lasciare tracce” gli imballaggi, disseminati in tutti gli aspetti dell’abbigliamento, del cibo, dell’alloggio e dei trasporti.

Ha senso che il cartone del latte impieghi anni prima che si decomponga naturalmente quando il latte diventa acido dopo una settimana?

Lo studio di design svedese Tomorrow Machine ha scosso la testa. Sostengono che “la durata della vita dei pacchi può essere breve quanto il cibo che contengono, come i simbionti”.

Di conseguenza, hanno sviluppato una serie di imballaggi di durata estremamente breve.Questa serie, chiamata “This Too Shall Pass (this will also pass)”, è stata ispirata dalla biomimetica, utilizzando la natura stessa per risolvere i problemi ambientali.

Tomorrow Machine - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Imballaggio dell’olio d’oliva Fonte immagine: trendland

Un involucro di olio d’oliva fatto di caramello e rivestimento di cera che può essere aperto come un uovo. Quando viene aperta, la cera non protegge più lo zucchero e la confezione si scioglie quando viene a contatto con l’acqua, scomparendo nel mondo senza un suono.

Confezione di riso basmati a base di cera d’api, che può essere sbucciata come un frutto e facilmente biodegradabile.

Tomorrow Machine1 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Imballaggio del riso Basmati Immagine da: trendland

Le confezioni di frullato di lamponi sono realizzate solo con gel di alghe di agar e acqua e vengono utilizzate per preparare bevande che hanno una breve durata e richiedono refrigerazione.

Tomorrow Machine3 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Confezione frullato di lamponi Fonte immagine: trendland

Il team di Leaf Republic in Germania ha lanciato un piatto usa e getta composto al 100% da “foglie” , ciascuno a circa £ 8,50.

leaf - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Foto da: business insider

Le materie prime della lastra provengono da piante rampicanti dell’Asia e del Sud America.La struttura è a tre strati: il primo e il terzo strato sono tutti foglie, e il secondo strato è una carta velina impermeabile fatta di foglie. Sono cuciti con fibre di foglie di palma e pressati in stampi personalizzati senza l’aggiunta di plastica, adesivi o prodotti chimici. Il prodotto finale è sia impermeabile che durevole e dopo 28 giorni si decompone da solo, come le foglie che cadono tornano alle loro radici.

Oltre al packaging alimentare, ci sono anche marchi di abbigliamento che praticano “dalla natura, alla natura”.

Il gigante dell’abbigliamento creativo VOLLEBAK ha lanciato una T-shirt biodegradabile al 100% con filati a base di polpa di eucalipto, abete rosso e faggio provenienti da foreste gestite in modo sostenibile e stampe ricavate da alghe coltivate nei bioreattori.

yankodesign2 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Foto da: Yankodesign

Le alghe non possono sopravvivere fuori dall’acqua, quindi la stampa non è “viva” e sbiadirà come una patina. Dopo che i consumatori hanno indossato le loro magliette, le seppelliscono semplicemente nel terreno e si biodegraderanno completamente entro 12 settimane, trasformandole in cibo per i vermi e aiutando la crescita di nuove piante.

In viaggio, puoi utilizzare la “confezione solubile” adatta ai viaggi leggeri.

Inoltre , un marchio sostenibile per il lavaggio e la cura, ha lanciato un bagnoschiuma senza acqua contenuto in una busta di polpa di legno. Il bagnoschiuma si schiumerà e si trasformerà in un bagnoschiuma liquido quando tocca l’acqua e il sacchetto dell’imballaggio esterno si dissolverà entro 10 secondi.

plus - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

Rispetto al tradizionale gel doccia in bottiglia, questo telo doccia non ha imballaggi in plastica, riduce l’acqua del 38% e riduce le emissioni di carbonio dell’80% durante il trasporto, risolvendo i problemi di trasporto dell’acqua e imballaggi in plastica usa e getta del tradizionale gel doccia.

E Gelo , un’azienda che vende capsule disinfettanti per le mani, le loro capsule sono tutte avvolte in pellicole idrosolubili e gli utenti possono aggiungere acqua dopo l’acquisto per riempirle come normali disinfettanti per le mani, riducendo il consumo di imballaggi in plastica.

gelo - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

Tanto vale non avere nemmeno la confezione!

Naturalmente, il modo più ecologico è quello di “ridurre”.Non importa quali siano le alternative in plastica, è difficile essere completamente rispettosi dell’ambiente. Molti marchi che hanno adottato un approccio diverso hanno deciso di tagliare alla fonte le esigenze di imballaggio.

Il marchio britannico LUSH sostituisce lo shampoo con le torte di shampoo e trasforma l’olio per il corpo in blocchi, eliminando la necessità di contenitori per bottiglie.

LUSH1 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Immagine da: LUSH

L’azienda di cosmetici e cura della pelle The Body Shop offre un “servizio di rifornimento” nel suo concept store londinese. I consumatori possono utilizzare le bottiglie in acciaio inossidabile per “ricaricare” nei negozi, sostituendo le “ricariche” con “stazioni di ricarica”.

body shop - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Immagine da: il guardiano

Le perle di yogurt gelato di WikiFoods sono avvolte in bucce organiche e sono anche considerate “prodotti non confezionati” che non richiedono cucchiai e bottiglie e vengono forniti con contenitori riutilizzabili o distributori automatici.

WikiFoods - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Immagine da: packworld

Per quanto riguarda l’igiene e la sicurezza dei prodotti non confezionati, il vicepresidente di WikiFoods Eric Freedman lo confronta con frutta e verdura:

Compri mele, uva, verdure, le porti a casa e le lavi prima di mangiarle. I prodotti agricoli sono la migliore analogia per i nostri prodotti e garantiamo che tutto ciò che serviamo ai consumatori sia delizioso, rigorosamente testato e sicuro.

Tutti i suddetti imballaggi commestibili, imballaggi solubili e nessun imballaggio hanno i propri scenari di utilizzo, che sono azioni ingegnose nell’era della riduzione della plastica. È certamente una buona cosa vedere emergere così tante soluzioni di imballaggio sostenibili “non di plastica”.

hfgip1 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

Ma il volume degli imballaggi creativi sostenibili potrebbe non essere mai paragonato agli imballaggi in plastica. Soprattutto in termini di concorrenza sui prezzi, le materie plastiche vergini hanno una forte posizione dominante.

Le alghe sono una delle fonti di biomassa più abbondanti sul pianeta e uno dei materiali più convenienti per il mercato sostenibile, ma potrebbero non corrispondere mai agli attuali prezzi di mercato della plastica. E Pierre-Yves Paslier ha una visione più ottimista:

Il prezzo di mercato della plastica è “fatto dall’uomo” e se vogliamo iniziare a fare la scelta giusta, dobbiamo confrontare e prendere davvero in considerazione il costo dell’intero ciclo di vita.

unep1 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

▲ Immagine da: unep

Secondo un rapporto del Programma delle Nazioni Unite per l’ ambiente , ogni minuto nel mondo vengono acquistate 1 milione di bottiglie di plastica per bevande e ogni anno vengono utilizzati 5 trilioni di sacchetti di plastica monouso. La metà di tutta la plastica prodotta a livello globale è progettata per essere utilizzata una sola volta e poi persistere onnipresente in natura per secoli.

La riduzione della plastica rimane uno sforzo insolitamente lungo e arduo. Ciò significa che in tutti gli aspetti della produzione, circolazione, utilizzo, riciclaggio e smaltimento dei prodotti in plastica, qualcuno deve “andare controcorrente”.

La miriade di idee che fanno andare e venire il packaging dolcemente ne è una piccola parte.

logo3 1 - Le posate sono ancora commestibili? Dai un’occhiata a queste tecnologie ecologiche che “uccidono” gli imballaggi

 

L’uva non è l’unico frutto.
casella di posta 8

#Benvenuto a prestare attenzione all’account WeChat ufficiale di Aifaner: Aifaner (WeChat: ifanr), contenuti più interessanti ti verranno forniti il ​​prima possibile.

Love Faner | Link originale · Visualizza commenti · Sina Weibo