Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

unsplash7 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

Un giovane brasiliano che raccoglieva la spazzatura sul lato ovest di Rio de Janeiro ha trovato un sacchetto di patatine più vecchio della sua età, nato nel 1996. Il suo compagno ha cercato di utilizzare un motoscafo per navigare nel canale, ma i frammenti di plastica hanno danneggiato il motore.

Nella remota Indonesia, un altro giovane ha trovato molti prodotti per la cura personale Unilever nel fiume Malang Regent. La confezione dal 1990 all’inizio del 2000 circa, sebbene invecchiata e sbiadita nel tempo, era intatta.

Environment - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲Immagine tratta da: Liberati dalla plastica

Ci sono 11.184 volontari come loro provenienti da 45 paesi e regioni. In qualità di membro dell’organizzazione per la protezione dell’ambiente Break Free From Plastic, hanno raccolto più di 330.000 pezzi di rifiuti di plastica dalle comunità di tutto il mondo, il 58% dei quali è contrassegnato da un chiaro marchio di consumo, in modo che l’azienda con la plastica più seria l’inquinamento può essere identificato.

Nel rapporto Break Free From Plastic , Coca-Cola è stata classificata come la più grande fonte di inquinamento aziendale al mondo per quattro anni consecutivi.

Perché la Coca-Cola viene “rieletta”?

Oltre a Coca-Cola, le prime dieci aziende di inquinamento da plastica nel 2021 sono: Pepsi, Unilever, Nestlé, Procter & Gamble, Mondelez International, Philip Morris International, Danone, Mars e Colgate-Palmolive.

Environment2 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲Immagine tratta da: Liberati dalla plastica

Coca-Cola è diventata il più grande inquinatore di plastica al mondo per il quarto anno consecutivo. Dal 2019, Coca-Cola ha più rifiuti di plastica rispetto al secondo e al terzo posto messi insieme.

Le entrate di Coca-Cola nel 2020 sono di 33 miliardi di dollari USA Allo stesso tempo, i costi globali di raccolta, classificazione, smaltimento e riciclaggio dei rifiuti di plastica nel solo 2019 superano i 32 miliardi di dollari USA, quasi la stessa cifra delle entrate di Coca-Cola nel 2020.

unsplash2 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Immagine da: Unsplash

Come gigante delle bevande, Pepsi ha “prestazioni stabili” ed è tra i primi tre ogni anno dal 2018. Nei quattro anni consecutivi di audit del marchio, Unilever è salito al terzo posto per la prima volta quest’anno. delle Nazioni Unite a Glasgow quest’anno, partner principale della Conferenza sui cambiamenti climatici.

Earth Island - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲Immagine tratta da: Isola della Terra

Perché queste aziende FMCG rimangono nella classifica? Il motivo è che fanno molto affidamento sulla plastica usa e getta a base di combustibili fossili.

Oltre il 99% della plastica è costituita da combustibili fossili. Se il ciclo di vita della plastica è un paese, diventerà il quinto produttore mondiale di gas serra; se non sarà controllato, si prevede che la produzione di plastica raddoppierà nei prossimi 20 anni.

La realtà non è ottimista. Un recente sondaggio dell’organizzazione ambientale globale “Greenpeace” mostra che la catena di approvvigionamento della plastica di ogni azienda di beni di largo consumo è associata ad almeno un’azienda di combustibili fossili o petrolchimica.

Environment7 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲Immagine tratta da: Mercati che cambiano

Sebbene alcune aziende abbiano effettuato tagli moderati, Coca-Cola e Mars hanno aumentato la produzione di plastica nel 2020 . Secondo un rapporto pubblicato da Greenpeace nel settembre di quest’anno , aziende di beni di consumo altamente inquinanti come Coca-Cola, Nestlé e Pepsi stanno spingendo l’industria dei combustibili fossili ad espandere la produzione di plastica.

Allo stesso tempo, abbiamo sentito più o meno parlare dei progetti di protezione ambientale delle aziende FMCG per le materie plastiche, ma non sono efficaci come previsto.

Perché il “progetto di tutela ambientale” non è rispettoso dell’ambiente?

Quando sono usciti i risultati dell’audit del marchio di quest’anno, Coca-Cola ha lanciato la prima bottiglia per bevande in PET composta al 100% da plastica vegetale (ad eccezione di tappi ed etichette) e sono stati prodotti circa 900 prototipi di bottiglie.

coca1 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Bottiglia per bevande in PET 100% vegetale Immagine tratta da: sito ufficiale Coca-Cola

Nel processo di produzione, le bottiglie a base vegetale possono infatti risparmiare risorse petrolifere e ridurre le emissioni di anidride carbonica. Nel 2009, Coca-Cola ha lanciato una bottiglia di plastica PET riciclabile composta per il 30% da materiale vegetale. Il nuovo processo di quest’anno sostituisce il 70% dei materiali originali a base di olio con zucchero nel mais e semplifica il processo di produzione per renderlo prodotto in serie.

coca12 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

Bottiglie di piante nel 2009.

Ma il processo di riciclaggio non è completamente ecologico. Coca-Cola promette che l’aspetto, la funzione e il riciclaggio delle nuove bottiglie a base vegetale sono simili al tradizionale PET. Il PET è la plastica più riciclata, ma il suo riciclaggio presenta anche molte limitazioni.

Il 21 luglio di quest’anno, l’organizzazione ambientalista Sierra Club ha annunciato una causa contro Coca-Cola e altri marchi sulla base del fatto che la Coca-Cola aveva apposto un’etichetta “riciclabile al 100%” sulle bottiglie di plastica e aveva ingannato i consumatori.

coca14 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

Sierra Club ha sottolineato nella causa: in primo luogo, l’etichetta della bottiglia è realizzata in polipropilene biorientato non riciclabile; in secondo luogo, sebbene il corpo della bottiglia sia in PET, almeno il 28% del PET non può essere riciclato a causa dell’inquinamento e delle perdite di lavorazione .

Insieme al fatto che il costo dei nuovi materiali è molto inferiore al costo del riciclaggio e che i rifiuti di plastica non possono essere raccolti e trasportati in modo efficace, la maggior parte delle bottiglie di plastica finirà nelle discariche, negli inceneritori, negli oceani, nei fiumi e persino ovunque.

Nel 2019 è stato possibile riutilizzare solo l’ 1,9% degli imballaggi in plastica utilizzati o prodotti dalle principali imprese che inquinano la plastica.

GETTY IMAGES2 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Immagine da: GETTY IMAGES

Inoltre, il PET di origine vegetale è ancora PET: se non viene riciclato o riutilizzato, è difficile da degradare nell’ambiente naturale. I problemi di preoccupazione includono anche il fatto che le bottiglie per piante possono aumentare la domanda di terreni per piantare, che potrebbero essere stati utilizzati per coltivare colture alimentari.

Chi fa cento miglia sono la metà e novanta. La cosiddetta bottiglia 100% vegetale non è una medaglia ambientale, ha senso solo garantire il 100% di riciclaggio.

coca10 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

Tuttavia, le aziende FMCG spesso amano utilizzare azioni di “riciclaggio” unilaterali per stabilire un’immagine ambientale.

Nel 2018, Coca-Cola ha annunciato che sono stati realizzati circa 300 campioni di bottiglie utilizzando il 25% di plastica marina recuperata dal Mediterraneo. Le organizzazioni per la protezione dell’ambiente hanno sottolineato che la maggior parte della plastica oceanica è troppo piccola e distribuita troppo in profondità e in profondità e che solo la spazzatura che arriva in spiaggia con la marea può essere ripulita.

Ironia della sorte, il numero di prodotti di plastica che entrano nell’oceano nel mondo in un anno è impressionante e l’impronta di plastica di Coca-Cola è particolarmente ampia.

coca15 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Bottiglia Coca-Cola Ocean.

Queste aziende hanno anche molti progetti “annuncia e poi non fanno nulla”. Nel 2019, P&G ha promesso di istituire un impianto di riciclaggio in India. In seguito, un portavoce di P&G ha affermato che la società non ha determinato la data per l’apertura di impianti di riciclaggio in India ; nel 2020, le bottiglie di vetro riutilizzabili di Coca-Cola hanno rappresentato il 9,3% del il totale degli imballaggi, addirittura inferiore all’11,7 del 2018. %.

Queste mosse spesso brillano brillantemente quando vengono appena lanciate e alla fine escono in silenzio.

Alcuni progetti di protezione ambientale si sono rivolti all’opposto della protezione ambientale. Unilever ha incaricato un partner locale per la raccolta dei rifiuti di fornire i rifiuti di plastica raccolti al forno per cemento . Ma i forni da cemento causano anche inquinamento dell’aria e dell’acqua e una grande quantità di emissioni di carbonio: bruciare la plastica non sarà mai la soluzione.

unsplash3 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Immagine da: Unsplash

Pertanto, tutti i tipi di progetti di protezione ambientale insoddisfacenti sono più simili a semplici decorazioni floreali.

Nel 2019, Coca-Cola ha investito 4,24 miliardi di dollari in pubblicità e marketing, mentre l’investimento nel programma di pulizia del fiume nello stesso anno è stato di soli 11 milioni di dollari , che sembra più una trovata di pubbliche relazioni.

All’inizio di quest’anno, un rapporto commissionato da Break Free From Plastic ha attaccato aziende come Coca-Cola e Pepsi per “mancanza di ambizione per un vero cambiamento”. Abigail Aguilar, coordinatrice regionale di Greenpeace per il sud-est asiatico, ha affermato parlando di Pepsi, Coca-Cola e Nestlé:

Queste aziende affermano di risolvere la crisi della plastica, ma continuano a investire nelle soluzioni sbagliate mentre lavorano con le compagnie petrolifere per produrre più plastica. Per fermare questo caos e combattere il cambiamento climatico, le multinazionali come questa devono porre fine alla loro dipendenza dagli imballaggi di plastica monouso e stare alla larga dai combustibili fossili.

unsplash4 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Immagine da: Unsplash

Le organizzazioni ambientaliste credono che il modo migliore per risolvere l’impronta plastica sia prima ridurre la produzione di plastica e intraprendere azioni pratiche per risolvere il problema alla fonte, piuttosto che ripulirlo dopo che è entrato nell’ambiente.

L’inquinamento da plastica riguarda il nostro futuro

Il ritmo lento o addirittura arretrato delle aziende FMCG sulla strada della protezione ambientale è il motivo per cui le organizzazioni ambientali conducono gli audit del marchio:

69 delle 100 maggiori economie del mondo sono aziende, non paesi. Gli attori aziendali devono portare a un futuro senza plastica e sicuro per il clima perché hanno le capacità, i mezzi e le risorse per trasformare questa visione in realtà. Se lo status quo viene mantenuto, queste imprese che inquinano stanno scaricando l’onere sui giovani, sulle comunità a basso reddito e sui paesi sottosviluppati.

unsplash 1 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Immagine da: Unsplash

Le più grandi aziende di inquinamento da plastica hanno preso impegni volontari. Coca-Cola ha annunciato il suo piano “Waste-Free World” nel 2018. Entro il 2030, ogni bottiglia di Coca Cola venduta sarà riciclata. Entro il 2025, ridurrà l’uso di 3 milioni di tonnellate di plastica vergine dal petrolio.

coca6 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Immagine tratta da: sito ufficiale della Coca-Cola

Forse perché il tempo è limitato, o forse perché gli sforzi sono dispersi e inadeguati, questi impegni fanno poca differenza.

Entro il 2050, la produzione di plastica triplicherà e il 42% di tutte le materie plastiche non in fibra prodotte fino ad oggi sono state utilizzate negli imballaggi e la maggior parte di esse potrebbe essere utilizzata da aziende di beni di consumo in rapida evoluzione come Coca-Cola, Pepsi, Unilever, Nestlé e Procter & Gamble.

Il problema principale è che se i modelli di business di queste aziende non vengono deliberatamente modificati, sarà difficile eliminare veramente la fonte dell’inquinamento da plastica. Break Free From Plastic ha sottolineato che ciò che l’azienda deve fare è:

Divulgare l’intera portata dell’impronta plastica; ridurre significativamente la quantità di plastica prodotta; rimodellare la confezione per renderla riutilizzabile e priva di plastica; stabilire un sistema di riutilizzo e ricarica.

Environment4 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲Immagine tratta da: Liberati dalla plastica

Un caso a cui si può fare riferimento è che paesi come Germania, Svezia e Danimarca stanno implementando un sistema di rimborso del deposito Le bottiglie di vetro restituite possono essere riutilizzate 50 volte e le bottiglie di plastica possono essere riutilizzate 15 volte; i distributori di bibite gassate si trovano comunemente in cinema e fast food e famiglie Vale la pena implementare anche il sistema di consegna.

Environment15 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Immagine tratta da: sito ufficiale di Avantium

Rispetto al PET a base vegetale , le bottiglie a base vegetale dell’azienda chimica sostenibile olandese Avantium potrebbero essere una soluzione migliore. Secondo Avantium, questa bottiglia è migliore del PET come contenitore per acqua gassata e altri prodotti, e si decompone completamente entro un anno in un impianto di compostaggio e si decompone completamente in pochi anni nell’ambiente naturale. Ma anche se l’effetto è vero, ci vorranno molti anni per sostituire il PET.

coca13 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

Un articolo sul sito ufficiale della Yale School of Environment sostiene che la soluzione ai rifiuti di plastica non è sviluppare plastiche degradabili migliori, ma aumentare notevolmente la quantità di plastica riciclata. La chiave è “Estensione della responsabilità del produttore”, ovvero chi causa il problema sarà ritenuto responsabile. Il professor Narayan della Michigan State University ha dichiarato:

La bottiglia popolare in futuro sarà ancora l’attuale bottiglia in PET. Ma dobbiamo essere in grado di raccoglierlo, riciclarlo e riciclarlo. Questo è il futuro.

GETTY IMAGES - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Immagine da: GETTY IMAGES

Allo stesso tempo, il governo deve formulare un trattato giuridicamente vincolante in modo che le imprese che inquinano le norme debbano affrontare gravi conseguenze legali e finanziarie. Neil Tangri, direttore della scienza e della politica per le alternative agli inceneritori globali, ha dichiarato in una dichiarazione :

Sebbene le aziende promettano di fare meglio, entrano nell’elenco delle recensioni del marchio anno dopo anno. Ovviamente, non possiamo fare affidamento su queste aziende per fare la cosa giusta. È tempo che il governo rafforzi le sue politiche per ridurre gli sprechi e responsabilizzare i produttori.

Un dettaglio interessante è stato evidenziato anche nel rapporto di verifica del marchio: il rapporto di verifica del marchio di quest’anno ha evidenziato le voci dei giovani di tutto il mondo.Il 20% del rapporto è stato condotto da giovani, compresi i giovani menzionati all’inizio.

Environment16 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

Immagine tratta da: Sierra Club

Una ragione importante è che se la crisi dell’inquinamento da plastica non viene risolta, i giovani perderanno di più in futuro.

Nel rapporto di audit del marchio, hanno fatto questa chiamata:

Non accetteremo l’innalzamento del livello del mare di domani e la scomparsa delle comunità costiere in cambio delle stoviglie di plastica usa e getta di oggi; non accetteremo la siccità, le ondate di calore e gli incendi boschivi di domani in cambio delle borse di plastica usa e getta di oggi.

Non accetteremo le super tempeste di domani e altri eventi meteorologici estremi in cambio dei beni di consumo confezionati singolarmente di oggi; la “convenienza” di oggi causerà il caos domani.

A meno che le aziende orientate al profitto a breve termine non agiscano ora, i giovani erediteranno un mondo turbolento dal punto di vista climatico.

logo 4 - Perché Coca-Cola, che ha lanciato bottiglie a base vegetale, è diventata il più grande “inquinatore di plastica” al mondo per quattro anni consecutivi?

▲ Rapporto completo: https://www.breakfreefromplastic.org/wp-content/uploads/2021/10/BRAND-AUDIT-REPORT-2021.pdf

 

L’uva non è l’unico frutto.

#Benvenuto a seguire l’account WeChat ufficiale di Aifaner: Aifaner (ID WeChat: ifanr), i contenuti più interessanti ti verranno forniti il ​​prima possibile.

Ai Faner | Link originale · Visualizza commenti · Sina Weibo